Anno 1°

sabato, 16 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

I progetti dell’amministrazione per l’edilizia scolastica finiscono in fondo alla lista dei destinatari dei fondi della Regione: per Lapucci ennesimo fallimento dei grillini

venerdì, 10 agosto 2018, 19:40

L’avevano annunciata come cosa fatta: la nuova grandissima rivoluzione nell’edilizia scolastica carrarese firmata 5 stelle che avrebbe dovuto garantire scuole veramente nuove e sicure per i ragazzi della città e invece è arrivata  la doccia gelatissima della regione Toscana. La notizia viene dal consigliere di Forza Italia Lorenzo Lapucci che  ha avuto modo di leggere la graduatoria degli interventi accettati e finanziati dalla regione: “Il 22 Giugno di questo anno il sindaco De Pasquale e l’ assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi hanno annunciato in maniera trionfale  alla cittadinanza il più grande piano di edilizia scolastica degli ultimi 30 anni:  quasi 40 milioni di euro di opere  grazie al piano triennale di edilizia scolastica della Regione  Toscana avrebbero  posto in essere. Il fiore all’occhiello dei progetti presentati in Regione era sicuramente la dislocazione delle scuole presenti nel complesso di Villa Ceci nell’area del Viale da Verazzano, con un intervento di oltre 24 milioni  e la demolizione e ricostruzione della scuola Buonarroti per una cifra di poco superiore ai sette milioni di euro.”  Per Lapucci la scelta di fare annunci gloriosi   e certi su progetti soggetti ad una graduatoria ancora sconosciuta  era una mossa di propaganda e di marketing politico. E il riscontro dei dati ha confermato che aveva ragione  il consigliere: “La graduatoria del piano triennale di edilizia scolastica approvata con decreto dirigenziale numero 12838 del 7 Agosto 2018,  vede il completo fallimento dei progetti presentati dall’Assessorato Opere Pubbliche. Dei 40 milioni richiesti per la  totalità dei progetti, la Regione Toscana non concederà neanche un euro, nemmeno quelli che De Pasquale/Raggi hanno speso in consulenze per definire gli studi di fattibilità  cioè più di 300 mila  euro .

Entrando nel dettaglio della graduatoria pubblicata, riusciamo a rintracciare il Comune di Carrara alla posizione 64 - scuola dell' Infanzia Felice Cavallotti/adeguamento sismico, richiesti € 50500. Al 66esimo posto individuiamo la scuola Primaria Giromini/adeguamento sismico , richiesti € 784815. Fino ad arrivare al 365esimo posto Talierico/sostituzione edilizia, richiesti € 10.424.000 e al 373esimo posto Buonarroti/sostituzione edilizia, richiesti € 7.100.000.” Lapucci ha fatto anche notare che la graduatoria è stata stilata il 3 agosto ma  che l’amministrazione, in questo caso, non ha fatto alcun annuncio per renderla pubblica : “ Il totale fallimento del “ più grande progetto di edilizia scolastica degli ultimi 30 anni” è stato certificato. De Pasquale e Raggi hanno perso una occasione per la nostra città di mettere a norma gli edifici che accolgono migliaia di studenti carraresi. Oggi Carrara purtroppo si risveglia dalla lettura del “libro dei sogni” scritto dal duo De Pasquale/Raggi e  si accorge che ad essere fortunati i tecnici del comune dovranno ripensare ad intervenire sull ‘ esistente. La scuola del futuro sul Viale da Verazzano resterà una storia di fantascienza  da raccontare ai nipoti. De Pasquale e Raggi dovranno rispondere del risultato negativo e rivalutare la già ventilata ipotesi delle settimane scorse, prima che fosse definita la graduatoria, di cercare fondi con altre strade di finanziamento. Anche se la soluzione alternativa non li metterà certamente al riparo dalla gravissima responsabilità del pessimo risultato ottenuto. Nel frattempo i rappresentanti del Comitato Villa Ceci dovranno capire cosa riserverà loro il futuro! Senza programmazione ed indirizzi politici seri, tra la perdita del finanziamento dei progetti del Bando delle Periferie e la beffa del bando sull’ edilizia scolastica, l ‘ amministrazione De Pasquale pare proprio allo sbando .”.

 

 

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


sabato, 16 febbraio 2019, 09:11

Massa Città in Comune: "Maggioranza, espressione del capitalismo locale"

Massa Città in Comune interviene per commentare l'operazione di pulizia delle fontane della città e critica duramente la maggioranza in consiglio


venerdì, 15 febbraio 2019, 23:24

Amarezza e preoccupazione per la vicenda del clochard aggredito a Carrara: le parole di Elena Mosti, consigliera del comune di Massa

Tante le dichiarazioni ufficiali di sdegno e di condanna per l’aggressione subita da un senzatetto in pieno centro a Carrara. Infinite le polemiche sui social. Tra le molte voci che hanno voluto far sentire la loro costernazione per quanto accaduto c’è anche quella di Elena Mosti, consigliera dell’opposizione nel comune...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 15 febbraio 2019, 10:11

Bus odissea a Carrara, la Regione a Marchetti (FI): "Nel Ctt Nord fase critica e mezzi immatricolati anche 28 anni fa"

E’ il ritratto di famiglia dei mezzi di Ctt Nord srl ricostruito nell’anagrafica fornita dalla giunta toscana al capogruppo di Forza Italia in consiglio regionale Maurizio Marchetti. Il capogruppo azzurro la aveva richiesta alla luce dei ripetuti guasti verificatisi nell’area di Carrara su mezzi sia urbani che extraurbani


venerdì, 15 febbraio 2019, 09:44

Legambiente: "Cave, serve ricambio imprenditoriale"

A seguito del fermo temporaneo di varie cave per diversi tipi di violazioni, si è tenuto il primo incontro col comune, chiesto da Assindustria per superare il “clima di incertezza” e ottenere “ascolto e comprensione” da parte di comune, regione, sovrintendenza, ASL, Arpat e carabinieri forestali


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 14 febbraio 2019, 15:30

Abbandono dei paesi a monte, Nardi (Pd), "Sto con il Pd di Casette nella battaglia per riavere l'ambulatorio medico in paese"

La responsabile del Pd di Casette, Gemma De Angeli, torna a sollevare il caso della mancanza di un ambulatorio medico nel paese, che possa dare assistenza soprattutto ai residenti anziani e la deputata del Pd Martina Nardi si unisce alla battaglia per una seria riqualificazione della montagna


mercoledì, 13 febbraio 2019, 22:11

Rivendita fiori al cimitero di Marcognano: attacco dei grillini al consigliere Bernardi

L’annuncio dal tono abbastanza intimidatorio, è stato fatto in sede di commissione commercio proprio dal presidente, Gabriele Guadagni: “Toglieremo il banco dei fiori dal cimitero di Marcognano”


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara