Anno 1°

lunedì, 24 settembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Busetto (FdI) sul dietrofront di Rossi sulla gestione del servizio idrico: “E’ la campagna del fare e disfare”

venerdì, 14 settembre 2018, 11:44

"Spot da campagna elettorale la cui consistenza è nulla": così Emanuela Busetto, coordinatrice per la Lunigiana di Fratelli d’Italia, ha definito le ultime uscite del presidente della Regione Enrico Rossi in merito al sostanziale fallimento della privatizzazione degli acquedotti da lui fortemente voluta.   

“ Sono contenuti derivanti dal liberismo economico che la sinistra ha adottato e la Toscana, sempre all'avanguardia quando si tratta di infierire sui residenti, ha adottato in larga scala. – ha spiegato Busetto -  Salvo poi, come nel caso del Governatore  Rossi, a distanza di anni, rendersi  conto che le privatizzazioni non hanno condotto ad alcun frutto positivo, né di risparmio per i consumatori, né di snellimento dei lavori e nel caso degli acquedotti poco o nulli sono stati gli interventi strutturali sul territorio a carico delle aziende private.”.

In Toscana ci sono sei  aziende private a cui è affidato il servizio con concessioni scadranno nel 2021 ma il  fallimento del privato è ormai acclarato da anni.

Fa notare Busetto: "Paghiamo bollette maggiorate del 7%  per incrementare gli investimenti e ci ritroviamo con perdite vive intorno al 40%. In  molte frazioni della Lunigiana, nei periodi estivi,  l’acqua è fortemente ridotta  e arriva con una pressione che danneggia le condutture domestiche. La creazione dell' ATO, il cui compito fondamentale doveva essere la riorganizzazione necessaria, attraverso un unico gestore per l'intero ciclo acquedotto/ fognature/ depurazione ha evidenziato limiti enormi e costi sconsiderati”.

Inevitabile per la leader lunigianase di Fratelli d’Italia lo sconcerto suscitato dalle dichiarazioni del presidente:“ Rossi non condanna affatto il proprio operato e le poco illuminate idee liberiste, ma propone un modello simile, una holding, al cui interno i sindaci saranno nuovamente struttura di partecipazione. Nulla differisce dalle attuali partecipate.Noi invece vogliamo lanciare  un appello perchè tutto torni com'era: la gestione comunale dell'intero sistema idrico. Non tutto ciò che viene dopo è meglio del prima e in mano alla sinistra è regola di fatto.”

Busetto ha ricordato che a breve verrà presentato un contratto di governo che privilegi il ritorno al pubblico ed ha lanciato una frecciata al governatore della Toscana ricordandogli  che l'acqua è bene pubblico e solo il servizio è privato per cui non  possono essere considerate serie le affermazioni da lui sostenute di un ritorno al pubblico, ammesso che una holding lo sia, anche del bene primario.

 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


prenota


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


domenica, 23 settembre 2018, 13:56

Cofrancesco: "Quando la sanità è gestita male a discapito del paziente"

Antonio Cofrancesco, consigliere comunale e membro della Commissione Sanità Sociale e Disabilità, interviene in merito alla gestione dalla sanità pubblica locale


domenica, 23 settembre 2018, 10:29

Noa, Benedetti: “Mai parlato di epidemia, ma i casi di morti sospette continuano ad arrivare”

Il presidente del consiglio comunale di Massa, Stefano Benedetti, ha annunciato che sta proseguendo nella raccolta di segnalazioni di situazioni identiche che si sono ripetute anche oltre il periodo dei tre mesi, novembre 2017, gennaio 2018, che lui aveva indicato nel suo esposto


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 22 settembre 2018, 09:31

Una class action contro la Asl per chiedere un rimborso per le morti sospette al Noa

Il presidente del consiglio comunale di Massa ha suggerito l’opportunità di un controllo da parte della Commissione di Inchiesta Regionale che considerasse tutti i decessi avvenuti dal giugno 2017 ad oggi e che valutasse anche quanti dipendenti dei reparti più a rischio hanno chiesto il trasferimento in altri reparti proprio...


venerdì, 21 settembre 2018, 11:38

Consiglio provinciale: indette le elezioni per il rinnovo

Il presidente della provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti, con un decreto del 19 settembre 2018 ha provveduto a indire le elezioni di secondo livello per il rinnovo del consiglio provinciale: si voterà mercoledì 31 ottobre 2018 dalle ore 8 alle ore 20


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 21 settembre 2018, 10:58

Bergamini (FI): "33 morti in 21 giorni al Noa di Massa, Grillo risponda"

Dopo l'esposto sulle 33 morti sospette presentato dal presidente del consiglio comunale di Massa, Stefano Benedetti (Forza Italia), arriva anche l'interrogazione della deputata toscana Deborah Bergamini al ministro della Salute Giulia Grillo


giovedì, 20 settembre 2018, 17:05

Bergamini (FI): "Stanno già subendo le prime difficoltà del piano Deliver 2022"

La deputata di Forza Italia , Deborah Bergamini, affrontando la problematica che da qualche mese sta attanagliando il territorio nazionale, con maggior riguardo al suo territorio di competenza


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara