massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Il “J’accuse” di De Pasquale sui documenti dello stadio “sapientemente sepolti”: si profila un complotto tra vecchi amministratori e dipendenti comunali

martedì, 9 ottobre 2018, 22:46

di vinicia tesconi

La risposta del sindaco De Pasquale sulla questione dello stadio arrivata ieri attraverso un comunicato della sua portavoce, contiene un’esplicita accusa rivolta a persone – sicuramente precedenti amministratori, ma inevitabilmente anche attuali impiegati degli uffici comunali – che intenzionalmente avrebbero occultato le informazioni relative alle criticità che si accumulavano negli anni sulle condizioni dello stadio per fare in modo che la responsabilità del danno, nascosto e pregresso, ricadesse sulle successive amministrazioni, nella fattispecie, quella di adesso.

“L’elenco delle difformità rilevate nel 2005, fino a questi giorni sapientemente sepolte nei cassetti di qualche ufficio, è infatti paragonabile per entità e contenuti a quello dell’ultima commissione di Pubblico Spettacolo. “ così si è espresso il sindaco e pochi dubbi ci possono essere sul fatto che sotto alla vicenda dello stadio ci sia stato per anni un complotto che “sapientemente”, cioè in maniera sistematica, premeditata e organizzata, ha tramato ai danni della sicurezza dei cittadini, nascondendo di proposito documenti che attestavano le gravi condizioni in versava l’impianto di piazza Vittorio Veneto. La discussione sollevata dall’opposizione sulla tardiva risposta giunta dal sindaco in merito al problema ed anche sul fatto che tale risposta sia arrivata attraverso un comunicato scritto che non concede alcun contraddittorio, ha sicuramente messo in secondo piano quella che è l’affermazione più importante contenuta nel messaggio del sindaco che, oggi, ha comunque deciso di usare il metodo tanto aborrito della deroga- definito dall’attuale amministrazione come origine di tutti i mali dello stadio per l’abuso sconsiderato fatto dai precedenti amministratori – per permettere alla Carrarese e ai suoi tifosi di tornare sul proprio campo, anche alla luce del fatto che lo stadio di Pontedera non può più ospitare le partite casalinghe dei giallo-azzurri e che la destinazione successiva sarebbe stata ancora più distante.

L’accusa del sindaco è molto forte perché la gestione di quei documenti, il cui accesso tuttavia è pubblico, è circoscritta solo ai membri delle precedenti amministrazioni – in questo caso delle ultime tre, visto che il fattaccio è stato fatto risalire ai tempi del sindaco Conti – ma anche e soprattutto ai dipendenti comunali che lavorano negli uffici deputati alla gestione di quei documenti, che, in parte, sono ancora in forza al comune. 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 20 giugno 2019, 12:25

“Gli alberi non si tagliano in primavera”: Lipu chiarisce normativa sul verde urbano

Marco Dinetti, Responsabile Ecologia Urbana e i suoi colleghi della Lipu, Lega Italiana Protezione Uccelli conoscono bene sia l’avifauna sia le leggi che ne regolano la tutela


giovedì, 20 giugno 2019, 11:59

Nuovo Ospedale delle Apuane, Marcheschi (FdI): "La regione deve intervenire per risolvere la carenza di medici e infermieri nei reparti e al pronto soccorso"

Lo chiede il consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) con un'interrogazione alla giunta. Ripetute le segnalazioni da parte di Alessandro Amorese, capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale a Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 20 giugno 2019, 11:58

“Marciapiedi impraticabili in molte parti della città”: l’invito di FdI all’assessore Raggi a fare verifiche

Di stamani la segnalazione fatta da Lorenzo Baruzzo, coordinatore di Fratelli d’Italia, che ha documentato con immagini lo stato di alcuni tratti di marciapiedi del viale Galilei, dove non ci sono i tanto colpevolizzati pini, ma platani, e alcuni scorci della scalinata di Torano invasa da erbacce alte e floride


giovedì, 20 giugno 2019, 09:37

“Il Politeama va messo in sicurezza”: la richiesta del Comitato in difesa del teatro storico

Gli auspici del sindaco De Pasquale sulla struttura del teatro  Verdi non hanno convinto il comitato per il Politeama, né lo hanno fatto le sue proteste di accoglimento del “grido di dolore e di allarme” avanzato dal comitato stesso, in relazione al destino del celebre ma ormai sfortunatissimo teatro


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 19 giugno 2019, 23:00

Incapacità a comprendere lo sport professionistico: la critica di Massa città in comune

Incapacità a comprendere lo sport professionistico: la critica di Massa città in comune alle scelte politiche dell’amministrazione Persiani sulla squadra di pallavolo massese Fonteviva


mercoledì, 19 giugno 2019, 12:57

“Deserto il bando dell’amministrazione massese per l’affido della gestione del parco nel Monte di Pasta”: la critica di Left

Il Monte di Pasta, cuore verde al centro della città di Massa, versa in condizioni di profondo degrado e il tentativo fatto dall’amministrazione Persiani di trovare una soluzione al problema, ha avuto un esito fallimentare. A segnalarlo sono Maurizio Bonugli, Andrea Biagioni  e Daniele Terzoni del gruppo Left, laboratorio politico...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara