massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Nomine in fondazione, la giunta pentastellata va all'attacco

mercoledì, 9 gennaio 2019, 21:49

Il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale ha comunicato le seguenti argomentazioni in consiglio comunale in merito al rinnovo dei vertici della fondazione Cassa di Risparmio di Carrara e alle accuse sull'esistenza di vecchi poteri che non vogliono cedere il passo:

Come tutti sapete ieri si è tenuta la votazione per il rinnovo dei vertici della Fondazione Cassa di Risparmio di Carrara. Purtroppo le nomine dimostrano che sono rimasti completamente inascoltati gli appelli al buonsenso lanciati nei giorni scorsi da questa amministrazione, affinché gli enti chiamati alla nomina rinunciassero alle candidature proposte in quanto esse erano in aperta violazione delle norme previste da Statuto e Regolamento sulla parità di genere, ma anche perché quelle proposte rappresentavano un evidente tentativo della vecchia politica di restare aggrappata alle poltrone dopo la chiara richiesta di cambiamento lanciata dai cittadini alle ultime elezioni.

Evidentemente, mentre i cittadini si sono espressi chiaramente e a più riprese per il cambiamento e per la discontinuità nella gestione della cosa pubblica, alcuni centri di potere sono ancora sotto il giogo di chi per anni ha mal amministrato questa città ed ancora oggi non si rassegna ad andare in pensione. Mentre apprendiamo dalla stampa che sia la Camera di Commercio che l’Associazione Industriali prendono le distanze dalle nomine fatte ieri, e si dicono contrarie all’esclusione dei candidati dell’amministrazione dal vertice della Fondazione, non possiamo non chiederci a chi e a quali forze - o forse sarebbe meglio dire interessi - abbiano risposto gli esponenti del comitato di indirizzo.

Voglio ricordare che la nostra scelta di puntare su professor Roberto Verona, l’ingegner Michele Santini, l’avvocato Simona Ricci, la commercialista Marzia Grassi ha coniugato sia la ricerca di professionalità e competenza con la richiesta di cambiamento degli elettori, essendo questi volti nuovi slegati dalle logiche di partito da sempre alla base della spartizione delle poltrone.

I nostri candidati, che ringraziamo per la disponibilità e per il lavoro svolto, ci raccontano di una votazione avvenuta in un clima di grande tensione nel corso della quale anche l’organo di controllo – chiamato a vigilare sul rispetto delle regole – non sarebbe stato poi così super partes. In attesa degli accertamenti che sicuramente ci saranno sul rispetto di Regolamento e Statuto, una riflessione politica su quanto accaduto è doverosa.

Leggendo le dichiarazioni pubblicate oggi sulla stampa locale è evidente che la partita è stata giocata sulla pelle della nostra città. Proprio mentre le risorse a disposizione della Fondazione sono in picchiata, i nuovi vertici aprono all’idea di “allargare i confini di Con_Vivere e la durata del festival anche su Massa e sulla Lungiana”. Ci domandiamo quali saranno le conseguenze di questa annunciata uscita dai confini del territorio comunale. Le risorse sono sempre meno e questo ci lascia supporre che ci sarà un più che prevedibile impoverimento dell’offerta su Carrara. La sete di potere dunque ha prevalso non solo come abbiamo già avuto modo di dire - in riferimento alla rappresentanza di genere - sul rispetto delle norme, ma anche sull’attaccamento e sulla tutela dell’interesse della propria città.

Rammentando quanto accaduto in passato in questa provincia, non si tratta certo di una novità. Quando i cittadini sono stati chiamati a esprimersi hanno dato chiara indicazione di dare un taglio netto rispetto a queste logiche e hanno chiesto trasparenza e rispetto delle norme. In qualche bel palazzo questo messaggio evidentemente non è ancora arrivato ma sarà cura di questa amministrazione ribadirlo ogniqualvolta ne avrà la possibilità.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 20 giugno 2019, 12:25

“Gli alberi non si tagliano in primavera”: Lipu chiarisce normativa sul verde urbano

Marco Dinetti, Responsabile Ecologia Urbana e i suoi colleghi della Lipu, Lega Italiana Protezione Uccelli conoscono bene sia l’avifauna sia le leggi che ne regolano la tutela


giovedì, 20 giugno 2019, 11:59

Nuovo Ospedale delle Apuane, Marcheschi (FdI): "La regione deve intervenire per risolvere la carenza di medici e infermieri nei reparti e al pronto soccorso"

Lo chiede il consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) con un'interrogazione alla giunta. Ripetute le segnalazioni da parte di Alessandro Amorese, capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale a Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 20 giugno 2019, 11:58

“Marciapiedi impraticabili in molte parti della città”: l’invito di FdI all’assessore Raggi a fare verifiche

Di stamani la segnalazione fatta da Lorenzo Baruzzo, coordinatore di Fratelli d’Italia, che ha documentato con immagini lo stato di alcuni tratti di marciapiedi del viale Galilei, dove non ci sono i tanto colpevolizzati pini, ma platani, e alcuni scorci della scalinata di Torano invasa da erbacce alte e floride


giovedì, 20 giugno 2019, 09:37

“Il Politeama va messo in sicurezza”: la richiesta del Comitato in difesa del teatro storico

Gli auspici del sindaco De Pasquale sulla struttura del teatro  Verdi non hanno convinto il comitato per il Politeama, né lo hanno fatto le sue proteste di accoglimento del “grido di dolore e di allarme” avanzato dal comitato stesso, in relazione al destino del celebre ma ormai sfortunatissimo teatro


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 19 giugno 2019, 23:00

Incapacità a comprendere lo sport professionistico: la critica di Massa città in comune

Incapacità a comprendere lo sport professionistico: la critica di Massa città in comune alle scelte politiche dell’amministrazione Persiani sulla squadra di pallavolo massese Fonteviva


mercoledì, 19 giugno 2019, 12:57

“Deserto il bando dell’amministrazione massese per l’affido della gestione del parco nel Monte di Pasta”: la critica di Left

Il Monte di Pasta, cuore verde al centro della città di Massa, versa in condizioni di profondo degrado e il tentativo fatto dall’amministrazione Persiani di trovare una soluzione al problema, ha avuto un esito fallimentare. A segnalarlo sono Maurizio Bonugli, Andrea Biagioni  e Daniele Terzoni del gruppo Left, laboratorio politico...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara