Anno 1°

martedì, 22 gennaio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Sequestro Lavello1, Marchetti, Stella, Bergamini e Benedetti (FI): "E' per fatti come questo che la Toscana è terza in Italia per danno ambientale. Lo dice l'ultimo rapporto Ispra"

venerdì, 11 gennaio 2019, 14:32

«E' anche per fatti come quelli che hanno portato al sequestro del depuratore Gaia 'Lavello1' a Massa che, secondo i dati diffusi da Ispra nel novembre scorso, con 18 istruttorie aperte per conto del Ministero dell'ambiente tra 2017 e 2018 la Toscana è terza in Italia per danno ambientale. E mentre l'Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale dava conto di questo stato di cose, quasi in contemporanea Arpat nel suo rapporto sui controlli nei depuratori durante il 2015 attestava che il 44% degli impianti maggiori sversa senza autorizzazione. E' una situazione inaccettabile: sull'ambiente toscano, e dunque sulla pelle di chi ci vive, la politica di governo non può peccare d'inedia»: a richiamare i dati con preoccupazione sono i Consiglieri regionali di Forza Italia Maurizio Marchetti (Capogruppo) e Marco Stella (Vicepresidente dell'Assemblea toscana) e il Presidente del Consiglio comunale a Massa Stefano Benedetti a più riprese impegnato sulla questione Lavello e la Deputata Deborah Bergamini che si è recata diverse volte a Lavello insieme al Sindaco Persiani e al Presidente del Consiglio Stefano Benedetti denunciando l'inquinamento in atto e la presenza di forti miasmi causati dal mancato smantellamento dei fanghi.

Erano stati loro proprio l'altro giorno a dare notizia, a seguito di risposta da parte dell'assessorato regionale all'ambiente a loro specifica interrogazione, dei malfunzionamenti al depuratore 'Lavello1': «L'assessore Fratoni ci ha fatto sapere che quell'impianto "risulta da tempo strutturalmente inadeguato ad abbattere efficacemente il carico azotato presente nelle acque trattate, sia per l'insufficiente capacità ossidativa che per i ridotti volumi di trattamento" e che "gli attuali comparti anossici di pre-denitrificazione saranno riconvertiti in comparti areati"».

Qualcosa però a Forza Italia non torna: «Nella nota pervenutaci pochi giorni fa, l'impianto era dato in corso di adeguamento e con interventi destinati a concludersi "a fine 2018-inizio 2019, imprevisti permettendo". Dunque in queste ore e prima del sequestro. Invece, a quanto pare, si va all'estate almeno».

Incongruenze a parte, resta alto il livello di attenzione da parte di Forza Italia: «Non possiamo restare passivi – sottolineano Marchetti, Stella, Bergamini  e Benedetti – nel sapere che quasi la metà dei grandi depuratori toscani sversa senza autorizzazioni. Le procedure di VIA, dal 2016 col trasferimento di competenze dalle Province, sono in capo alla Regione. Bisogna velocizzare gli iter, a volte aperti anche da anni, e salvaguardare lo stato dell'ambiente toscano che alla cartina di tornasole dei dati e dei fatti di Massa è oggi assolutamente allarmante».


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 22 gennaio 2019, 15:54

Bernardi rigetta le accuse di conflitto di interessi per il suo ruolo di assessore nelle precedenti amministrazioni e chiama in causa Martinelli e Galleni

Assolutamente falsa è, per il consigliere dell’opposizione Massimiliano Bernardi, l’accusa di conflitto di interessi girata nei suoi confronti dal sindaco grillino  De Pasquale in relazione ai tredici anni in cui, fino al termine dell’ultima giunta Zubbani, rivestì il ruolo di assessore prima al sociale poi all’urbanistica, pur essendo un dipendente...


martedì, 22 gennaio 2019, 15:42

L'assessore Scaletti a Gaia: "Bene le opere straordinarie, ma l'impianto del Lavello resta un sorvegliato speciale".

L'assessore all'Ambiente Sarah Scaletti ha commentato così la notizia annunciata dai vertici di Gaia Spa alla commissione VIII in merito allo stanziamento di oltre un milione di euro destinati a nuove migliorie sull'impianto che sorge nel comuni di Massa ma al confine con il territorio carrarese


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 21 gennaio 2019, 17:16

I vigilini anche a Massa: la richiesta del gruppo consiliare di Forza Italia

Verrà sottoposta al consiglio comunale la mozione fatta da Stefano Benedetti, che dello stesso consiglio è anche presidente e Giovanbattista Ronchieri, del gruppo consigliare di Forza Italia, con la quale verrà richiesto di votare per individuare le opportune soluzioni amministrative finalizzate ad istituire le figure professionali di ausiliario della sosta


domenica, 20 gennaio 2019, 13:44

Ferri: "Un passo importante per il futuro della Sanac"

Cosimo Maria Ferri, componente della Commissione Giustizia alla Camera dei Deputati, commenta la notizia che i commissari straordinari hanno presentato l'istanza di aggiudicazione dei complessi industriali della SANAC al Ministero per lo Sviluppo Economico per Arcelor Mittal e che sono in attesa del parere del Comitato di sorveglianza


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 20 gennaio 2019, 11:56

Conflitto di interessi del vicesindaco Martinelli: Lapucci chiede chiarimenti, il sindaco difende la sua squadra

Post al vetriolo messi e poi tolti da Facebook, comunicati a raffica di sdegno e di rigetto delle accuse, scritti dopo ragionata concertazione e per interposta persona hanno inevitabilmente dato segno al consigliere dell’opposizione Lapucci, ma anche a molti cittadini, che la giunta grillina a 5 stelle stia quanto meno...


domenica, 20 gennaio 2019, 11:29

Concerto di Capodanno a Marina di Carrara: fallimento secondo Spediacci

Il consigliere dell’opposizione Gianenrico Spediacci ha avanzato un’interrogazione all’assessore alla cultura Federica Forti, durante l’ultimo consiglio comunale per chiedere conto  di uno dei più grandi flop di Capodanno registrato dal comune di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara