massautosin
massauto

Anno 1°

lunedì, 22 aprile 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Bruschi: "Regolamento edilizio, l'articolo 56 bis è uno snellimento epocale"

mercoledì, 13 febbraio 2019, 17:09

"La modifica al regolamento edilizio approvata dal consiglio comunale è un atto importante perché semplifica e agevola le pratiche a carico di professionisti e cittadini: siamo davanti a uno snellimento epocale delle procedure": è il commento dell'assessore all'urbanistica Maurizio Bruschi a seguito dell'introduzione di un nuovo articolo del regolamento edilizio, il 56bis. 
Tale modifica non introduce novità per i casi di assenza di titolo abilitativo o di totale difformità per i quali ovviamente si applica la normativa nazionale e regionale, ma riguarda alcune tipologie di difformità "lievi" e molto datate nel tempo: per queste, a condizione che l'epoca di realizzazione delle opere venga dimostrata con adeguata documentazione, l'articolo 56bis prevede che non sia necessario attivare un procedimento di sanatoria. In particolare l'articolato prevede: 
        a) - Le opere realizzate in corso di esecuzione in variante alla Licenza edilizia, ma non costituenti totale difformità ai sensi dell' ex art. 7 della L.47/1985 eseguite in data anteriore a quella di entrata in vigore della L.10/1977 (30 gennaio 1977) per le quali sia stato rilasciato certificato di ultimazione dei lavori o abitabilità/agibilità e uso, rilasciato ai sensi del R.D. 27 luglio 1934 n.1265, costituendo tali certificazioni stesse attestazione di conformità di quanto realizzato, salvi gli eventuali interventi ad esso successivamente realizzati.
        b) - Le opere realizzate in corso di esecuzione in variante alla Licenza edilizia, ma non costituenti totale difformità ai sensi dell' ex art. 7 della L.47/1985 eseguite in data anteriore a quella di entrata in vigore della L.10/1977 (30 gennaio 1977) per le quali sia stata commisurata da parte dell'Amministrazione Comunale sanzione pecuniaria in luogo della demolizione e/o rimessa in pristino, salvi gli eventuali interventi ad esso successivamente realizzati.
        c) - Le varianti in corso d'opera, attualmente definite dall'art. 211 della L.R. 65/2014, in riferimento alla normativa vigente al momento della realizzazione delle stesse.
        d) - Le opere di manutenzione straordinaria e le modifiche interne agli edifici assimilate ad attività edilizia libera, ai sensi dell'art. 136 della L.R. n. 65/2014, fermo restando l'applicazione delle sanzioni previste dal comma 6 del medesimo art. 136. 
        e) - I cambi di destinazione d'uso in assenza di opere edilizie attuati in data anteriore al 30 gennaio 1977 (data di entrata in vigore della Legge n. 10/1977).
"In questo modo incentiviamo la valorizzazione dell'esistente e alleggeriamo il carico dell'Ufficio edilizia privata dove arrivano moltissime istanze, anche in attuazione alle norme intervenute in materia di compravendita immobiliare. Va detto che non c'è alcun interesse pubblico concreto e specifico alla loro rivalutazione stante il lasso di tempo intercorso" ha concluso l'assessore all'urbanistica, ringraziando l'ufficio Edilizia privata per il lavoro svolto nella predisposizione del nuovo articolo.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


lunedì, 22 aprile 2019, 12:32

CasaPound: "No al distretto della salute al Parco degli Ulivi"

In merito all'ipotesi ventilata dal sindaco Persiani di realizzare un distretto sanitario nel Parco comunale degli Ulivi di via Fratelli Rosselli, CasaPound Italia prende posizione contro questa proposta attraverso uno striscione affisso all'ingresso del parco


domenica, 21 aprile 2019, 09:58

“Gestione Cermec dell’ex giunta Volpi disastrosa”: Benedetti fa un esposto alla Corte dei Conti

Un vero e proprio danno alle casse pubbliche. Ricevuto in eredità dalla giunta dell’ex sindaco Alessandro Volpi, che ad oggi non è mai stato contestato a nessuno, escludendo il processo Cermec/ErreErre finito in questi giorni con una larga prescrizione di tutti i reati contestati: così il presidente del consiglio comunale...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 21 aprile 2019, 09:48

Nausicaa e comune replicano a Cgil: “Nessun taglio ai servizi, accuse infondate”

In riferimento alla comunicazione inviata dalla Funzione Pubblica Cgil, Nausicaa Spa precisa che «nessun taglio ai servizi è stato effettuato»


sabato, 20 aprile 2019, 19:13

Mancano i cestini per la spazzatura nella zona tra il viale e Monteverde: Fratelli d’Italia ne sollecita l’installazione

E’ la zona preferita per le passeggiate con i cani quella che dal viale XX Settembre e l’Aurelia va verso Luni salendo anche lungo la via Monteverde - Roccatagliata, ma è quella in cui mancano quasi totalmente cestini per la spazzatura 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 20 aprile 2019, 12:47

M5S: "Difformità, il Tar “convalida” le scelte dell’amministrazione"

L'amministrazione di Francesco De Pasquale nel gestire il caso "difformità" ha agito con correttezza e tempestività contribuendo da un lato a ripristinare il rispetto della legalità e dall'altro a tutelare le attività produttive


sabato, 20 aprile 2019, 08:50

PSI: "Cave, amministrazione senza pudore"

Il PSI di Carrara interviene contro l'amministrazione carrarina in merito alle questioni del marmo e alle controversie legate all'escavazione


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara