massautosin
massauto

Anno 1°

venerdì, 24 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Il sindaco di Massa e l’ex vicesindaco Mottini: "Persiani è stato una delusione umana e politica"

venerdì, 22 marzo 2019, 17:05

Di chiaro c’è solo il malumore: esteso, evidente e sicuramente di antica origine, che ha avvelenato i rapporti tra il sindaco di Massa, Francesco Persiani, espressione del centro destra, eletto solo nove mesi fa, e i due assessori Guido Mottini e Eleonora Lama, a cui il sindaco ha revocato le deleghe in questi giorni. Un malumore che ha causato il terremoto nella giunta massese e un’implosione all’interno della Lega di Massa, partito a cui appartengono tutti e tre i protagonisti della vicenda e che, forse, proprio per questo, la rende ancora più difficile da essere compresa per i cittadini e gli avversari politici. Dalla notizia della destituzione di Mottini e Lama dai loro incarichi è partito tra i tre leghisti massesi un batti e ribatti di accuse più o meno velate affidate a comunicati ufficiali e, in buona parte ai social, che non hanno chiarito le reali motivazioni che hanno determinato un così repentino e brutale ripensamento da parte di un neoeletto sindaco nei confronti di membri della sua giunta e che lasciano intravedere rancori che covano da tempo sotto l’affacciata apparente del gruppo compatto al governo della città. Il confronto a distanza tra Persiani e Mottini, oggi, si arricchisce della replica tutt’altro che tenera fatta dall’ex vicesindaco a post e commenti che Persiani ha fatto sulla sua pagina Facebook in merito alle ragioni che lo avrebbero portato ad allontanare due suoi assessori e compagni di partito. Mottini rigetta le scuse di slealtà che gli ha mosso il sindaco e non esita a giudicare Persiani una delusione umana e politica. Ecco il testo integrale della risposta di Mottini al sindaco Persiani:

“Facile parlare in modo così generico caro sindaco, ma i cittadini e a questo punto anch'io aspettiamo ancora delle motivazioni valide e chiare su quanto accaduto. L'accusa di gravi lacune e carenze nel mio operato non regge: è vacua e non supportata da fatti reali. Nessun rancore, caro sindaco, ma rabbia sì. In primo luogo perché i cittadini si aspettavano da lei un altro tipo di governo della città e che quel cambiamento promesso in campagna elettorale trovasse risposta immediata nel suo operato. E sappiamo entrambi che se i nostri rapporti si sono irrigiditi nel tempo è proprio a causa dei miei continui appelli nei suoi confronti per agire rapidamente (sempre disattesi). In secondo luogo rabbia perché lei per me è stato una profonda delusione sotto il piano politico ed umano. Le ricordo, casomai se lo fosse dimenticato, che fui io nel luglio 2017 a chiederle di candidarsi e successivamente a insistere con gli alleati di centrodestra affinché fosse anche il candidato unico. Le ricordo poi il mio impegno in campagna elettorale nel starle a fianco giorno e notte, mettendomi in gioco in prima persona, in tutti modi possibili, fino ad arrivare alla sua elezione. Questa secondo lei Sindaco, visto che è un'altra accusa che mi rivolge, le sembra slealtà? E' lei casomai sindaco ad essere stato sleale nei miei confronti non appena si è seduto sulla poltrona più alta del comune. E' vero che mi ha dato l'incarico da vicesindaco, ma fin dall'inizio, purtroppo, è mancato completamente l'ascolto nei miei confronti rispetto al periodo pre-insediamento. Ma il potere si sa può cambiare le persone. Lei ha anche scritto sui social che nel caso in cui il mio giudizio sulla sua amministrazione fosse stato negativo avrei dovuto dimettermi prima. Non l'ho fatto, anche se non nego che più volte ci ho pensato, per senso civico e rispetto verso i cittadini che hanno dato la loro fiducia al centrodestra e che insieme abbiamo incontrato in campagna elettorale raccogliendo le loro richieste. Non mi sono dimesso, poi, perché nel momento in cui ho capito che lei era finito in balia dalla macchina burocratica comunale ho deciso di non arrendermi, tentando in ogni modo possibile di far passare una linea più decisionista sulle promesse fatte ai massesi. Alla fine caro sindaco spero che questa vicenda sia lo stimolo in più affinché lei si assuma una volta per tutte le sue responsabilità di fronte alla nostra comunità ed inizi a dar luogo a quel cambiamento che tanto chiedono i cittadini. Adesso non ha più scuse dove ripararsi. Auguri di buon mandato.”

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 24 maggio 2019, 12:06

Sindaco e Asl: "L'inquinamento della falda in zona Sin/Sir non riguarda l'acqua del rubinetto"

Alla luce delle false informazioni che stanno circolando in città sulla scia delle notizie pubblicate in questi giorni relativamente ai dati sull'inquinamento delle aree Sin/Sir, il sindaco di Carrara d'accordo con l'Azienda Sanitaria Usl Toscana Nord Ovest fa alcune precisazioni


venerdì, 24 maggio 2019, 09:32

Il programma di Ferri per le Europee: "Stop immigrazione irregolare e semplificazione dell'accesso ai fondi Ue"

Si chiude oggi alle 18 a Pontremoli la campagna elettorale di Jacopo Ferri. Il candidato alle elezioni europee, l'unico lunigianese, ma anche l'unico della Provincia, espone sinteticamente il suo programma


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 24 maggio 2019, 00:05

Bernardi smentisce le accuse dell’amministrazione grillina sul caso “occhiali d’oro”

Bernardi smentisce le accuse dell’amministrazione grillina sul caso “occhiali d’oro” pagati dal comune e segnala un tentativo di modificare gli accordi esposti nella determina


giovedì, 23 maggio 2019, 17:57

"Arrampicata sugli specchi": così Baruzzo (FdI) ha definito la spiegazione data dall’amministrazione sui costi del maxischermo

Ha convinto molto poco la giustificazione resa pubblica dall’amministrazione grillina di Carrara dei costi e della loro responsabilità in merito al maxischermo per la partita Carrarese  di domenica scorsa. Di certo non ha convinto Lorenzo Baruzzo, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 23 maggio 2019, 17:18

Bonifiche e inquinamento, il Deputato M5S Riccardo Ricciardi annuncia l'arrivo in Consiglio dei ministri del disegno di legge “Terra mia”

Giannarelli (M5S): “In Regione ho fatto una battaglia durissima”. Senatrice Bottici (M5S): “La salvaguardia del nostro paesaggio per noi una priorità”


giovedì, 23 maggio 2019, 16:14

Caso-occhiali, il sindaco: "Anche Bernardi li fece acquistare quando era assessore"

Il commento del sindaco di Carrara Francesco De Pasquale in merito alle ultime uscite sulla stampa locale dell'esponente della minoranza Massimiliano Bernardi 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara