massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 23 maggio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Lapucci senza freni: deriva antidemocratica dell’ amministrazione grillina sempre più simile a un regime

giovedì, 14 marzo 2019, 16:38

Non c’era, ieri sera, in consiglio comunale, il consigliere di Forza Italia , Lorenzo Lapucci, per motivi improrogabili, ma ha seguito tutta la seduta in streaming e ne ha tratto molti spunti per una severa critica. “Il sindaco De Pasquale si comporta come sindaco della maggioranza 5 Stelle e non come sindaco di tutti – ha fatto sapere Lapucci – Non cerca il compromesso con l’opposizione in modo da favorire il proseguio dei lavori del consiglio comunale nell’interesse della città. Il danno irreversibile di questo  comportamento sta portando la città verso  un vero e proprio  regime.” Lapucci ha annunciato l’intenzione di coinvolgere tutti gli altri rappresentanti dell’opposizione per  fermare la deriva antidemocratica assunta dall’amministrazione carrarese e ha fatto intravedere la possibilità di fare una segnalazione al Prefetto. La seduta di ieri sera del consiglio comunale è stata giudicata da Lapucci come : “Uno dei punti più bassi a livello politico, comunicativo e di gestione che  si possa ricordare nel comune di Carrara.” “Un’amministrazione cittadina che solleva moltissime preoccupazioni per  l’immobilismo e la mancanza di trasparenza dalle quali deriva un’ incapacità nella gestione della cosa pubblica che farà sprofondare la città ancora più in basso rispetto alla situazione attuale.” Ha dichiarato Lapucci che ha poi parlato di una giunta fantasma in sede di consiglio che lascia sempre più spesso vuoti gli scranni degli assessori e quindi costringe i consiglieri dell’opposizione a sentirsi rispondere “ le faremo sapere, manca l’assessore di riferimento” ad ogni interrogazione proposta. “ Ho chiesto più volte spiegazioni sulle scarse presenze. degli assessori al consiglio comunale – ha aggiunto Lapucci- ma non ho avuto risposta. Questo è un comportamento contrario al dovere istituzionale ed irrispettoso nei confronti dei consigliere comunali che spesso rivolgono interrogazioni, propongono mozioni ed ordini del giorno, rivolgendosi a scranni vuoti. Una situazione inaccettabile e censurabile  che sembra non preoccupare minimamente la maggioranza che percepisce il consiglio comunale come una grande scocciatura o nelle migliori delle ipotesi come il luogo per ratificare le deliberazioni proposte dall’amministrazione, rassicurati dall'  alzata di mano  pedissequa dei consiglieri 5 Stelle , che spesso ignorano i contenuti delle atti deliberati.”. Per concludere Lapucci si è unito al coro di sdegno sorto già ieri sera dai banchi dell’opposizione in merito alla risposta data dal sindaco all’interrogazione sul processo alla senatrice Bottici accusata di diffamazione nei confronti della giunta precedente. “ Il sindaco è stato evidentemente tentato di lasciare la sala quando i consiglieri dell’opposizione hanno replicato alle sue strampalate e allucinanti affermazioni in merito alle accuse di comportamento pseudomafioso fatte dalla senatrice Bottici alla giunta Zubbani, per le quali la stessa senatrice è rinviata a giudizio.  Questo è un comportamento irresponsabile. Secondo lui  la città ha deciso di votarlo identificandolo come il cambiamento rispetto alla passata giunta accusata di collusione con la mafia dalla Bottici. De Pasquale parla a vanvera:   dopo due anni dall’insediamento, la  gestione pentastellata  del mondo marmo è pressoché identica a quella della giunta precedente, con la nota che “ quelli di ora “ a differenza di “ di quelli di prima” hanno  confermato le tariffe  del valore medio dei materiali escavati, per poi tornare sui loro passi, pressati più dallo spauracchio di un possibile danno erariale per il mancato introito dovuto, piuttosto che da un impegno politico preso in campagna elettorale . “. Per Lapucci quindi un De Pasquale sfasato e con la spina scollegata quando parla, che forse dovrebbe tornare a fare il professore,  come spesso ha annunciato di poter fare e soprattutto  una città che giorno dopo giorno si  accorgedi aver riposto la fiducia nella persona sbagliata.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 23 maggio 2019, 00:12

Esposto di FdI alla Corte dei conti per danno erariale nel caso del maxi-schermo

Non ha tardato, Lorenzo Baruzzo, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia, a dare seguito all’annuncio fatto ieri, subito dopo aver appreso l’importo costato al comune per il noleggio del maxischermo per la partita Carrarese Pisa


mercoledì, 22 maggio 2019, 09:26

Occhiali da 360 euro pagati dal comune a una dipendente: Bernardi chiede spiegazioni al sindaco

Ha ammesso di aver avuto lui stesso bisogno di occhiali per sincerarsi che quanto scritto nella determina comunale circa l’affidamento diretto di acquisto per l’importo di 360 euro, di occhiali da vista presso un noto negozio di ottica di Carrara, per una dipendente del comune, fosse vero e non una...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 21 maggio 2019, 15:39

Associazione Unav, illustratati i provvedimenti per garantire la circolazione dei rimorchi per gli spettacoli viaggianti

Deborah Bergamini, deputata toscana di Forza Italia, nel corso dell'incontro con i rappresentanti dell'associazione Unav a Marina di Massa presso Villa Cuturi, ha illustrato i provvedimenti presi per garantire la circolazione dei rimorchi per gli spettacoli viaggianti


martedì, 21 maggio 2019, 14:47

Radio Radicale, Nardi (Pd): "Farò anche io lo sciopero della fame per salvare la storica emittente radiofonica e in solidarietà con la protesta non violenta del deputato Giachetti"

La deputata del Pd Martina Nardi inizierà domani lo sciopero della fame di 24 ore per salvare la storica emittente Radio Radicale, e in solidarietà con il collega deputato Roberto Giachetti, che per primo ha iniziato lo sciopero della fame e della sete


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 21 maggio 2019, 12:30

Dall’Istituto Zaccagna di Carrara la solidarietà alla professoressa Dell’Aria

Una mozione di solidarietà approvata dal collegio docenti dell’ I.I.S. “D.Zaccagna” e inviata al ministro dell’Istruzione Marco bussetti, per testimoniare la vicinanza alla collega palermitana Rosa Maria Dell’Aria, vittima di una repressione ideologica voluta dall’attuale governo Lega/5 Stelle


lunedì, 20 maggio 2019, 21:40

Bonsangue non mente, ma imparate a scrivere meglio

Riceviamo e pubblichiamo questa specie di comunicato inviatoci per sostenere la candidata alle elezioni europee per Forza Italia. Chi ha scritto la nota, a nostro avviso, le ha fatto più danno che altro


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara