massautosin
massauto

Anno 1°

martedì, 26 marzo 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Legambiente Carrara: "Marina ha bisogno di alberghi, non di appartamenti"

martedì, 12 marzo 2019, 10:28

Legambiente Carrara interviene sull’ex hotel Mediterraneo e l’utilizzo, ritenuto "strumentale", della norma sui condhotel da parte della Porto spa.

"Ci risiamo con l’ex hotel Mediterraneo - esordisce -. La Porto spa, che non era riuscita a sfondare con la vecchia amministrazione, anche per la costante vigilanza di Legambiente e delle altre Associazioni ambientaliste, sembra aver trovato un nuovo interlocutore per poter finalmente attuare quello che era il suo reale obiettivo: trasformare in appartamenti il 40% dell’albergo per il quale aveva ottenuto la concessione.

La Porto e il suo “numero uno”, il dottor Enrico Bogazzi, intenderebbero utilizzare una legge regionale, l’86 del 2016, e il suo regolamento di attuazione, approvato ad agosto 2018, per realizzare quello che viene chiamato “condhotel” (coesistenza di condominio e hotel).

Ma cosa dice la legge? Le nuove norme prevedono effettivamente che si possa trasformare fino al 40% delle camere di un hotel in “unità abitative a destinazione residenziale, dotate di servizio autonomo di cucina”. Però la legge regionale fa riferimento al D.L. 133/2014 che prevede che i condhotel vengano gestiti “al fine di diversificare l’offerta turistica e favorire gli investimenti volti alla riqualificazione degli esercizi alberghieri ESISTENTI”.

Dalla legge 133 si evince dunque che, per essere riqualificati, gli alberghi devono essere esistenti “in concreto” e non “sulla carta”.

D’altronde - incalza Legambiente - , è chiara la logica sottesa a tale legge: là dove gli hotel sono diventati eccedenti rispetto alle mutate esigenze turistiche, si prevede la possibilità di una soluzione alternativa anche con i condhotel, il cui 40% “abitativo” mantiene proprietà turistiche, configurandosi o come residenza privata da vacanza o come abitazione da vacanza gestita comunque dall’hotel (ad esempio l’albergo affitta un appartamento per turisti con maggiori esigenze rispetto alla camera con bagno).

Ma, nel caso di Marina e dell’ex Mediterraneo, le cose non stanno così. Infatti la città ha pochissime strutture ricettive, certamente non in grado di accogliere tutti i potenziali turisti. Un deficit cronico, aggravato nel corso del tempo, dalla scellerata scelta politica di concedere trasformazioni di pensioni in appartamenti.

Vogliamo ricordare che, sul filo di lana, siamo riusciti a stoppare la trasformazione dell’attuale hotel Exclusive su viale Colombo in miniappartamenti, come richiesto dai proprietari, ancor prima che l’albergo vedesse la luce e, poi, in corso d’opera.

Insomma, la Porto spa ha distrutto un albergo esistente e funzionante, lasciando senza lavoro i dipendenti, e ha presentato progetti, via via ridimensionati quanto a prestigio, in cui la realizzazione di un albergo fungeva da cavallo di Troia per realizzare uffici e appartamenti. Adesso ci riprova, trovando credito presso alcuni amministratori.

Certo, il degrado in cui “volutamente” la proprietà ha lasciato cadere l’area dell’ex Mediterraneo potrebbe indurre d’istinto a preferire qualunque cosa alla situazione attuale, ma non è facendosi condizionare dalle esigenze dei gruppi di potere che si risolvono i problemi della città.

Alla Porto si deve imporre di mantenere gli impegni: costruire l’albergo così come stabiliscono i permessi ottenuti. Se ritiene che non sia più economicamente conveniente farlo, sia comunque obbligata a sistemare a verde l’area e a mantenerla pulita e decorosa.

Non dimentichiamo, infine - conclude Legambiente -, che deve restituire alla città il giardino pubblico, identitario per gli abitanti, che doveva essere smantellato provvisoriamente e ripristinato appena possibile tale e quale. Non crediamo che a Marina ci sia bisogno di altri appartamenti: un rapido censimento evidenzierebbe la quantità di immobili sfitti e/o abbandonati. Un albergo, quello sì, servirebbe, ma non se è il cavallo di Troia di altro inutile cemento".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 26 marzo 2019, 09:24

Alternativa Civica vota contro l’approvazione della delibera di bilancio

Il gruppo di Alternativa Civica vota contro l'approvazione della delibera di bilancio di previsione 2019-2021 del comune di Massa. Le motivazioni nell'intervento di Dina Dell'Ertole durante i lavori del consiglio comunale avvenuto il 25 marzo


martedì, 26 marzo 2019, 08:56

Massa Città in Comune: "Stele Bellugi, le istituzioni non antepongano la letteratura alla storia"

Massa Città in Comune torna ad intervenire sull'inaugurazione delle stele con incisa una poesia di Ubaldo Bellugi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 25 marzo 2019, 15:40

Tracciabilità, De Pasquale: "Abbiamo tenuto fede agli impegni: siamo a una svolta epocale"

Questa mattina il sindaco Francesco De Pasquale ha partecipato alla seduta della Commissione Marmo per la presentazione del nuovo sistema di tracciabilità. La riunione si è tenuta alla presenza dell’assessore al Marmo Alessandro Trivelli e della presidente Nives Spattini, con l’intervento dell’ingegner Paolo Giusti di Industrial Software Srl


lunedì, 25 marzo 2019, 14:54

Arrighi (PSI Marina di Carrara): "Marina senza parcheggio perché è diventata la città delle giostre"

"Con l'inizio della bella stagione che favorisce passeggiate sul porto e sull'arenile l'amministrazione comunale di Carrara ha pensato bene di concedere graziosamente il grande spazio destinato a parcheggio pubblico di fianco alla sede dell'Autorità Portuale per ospitare un vero e proprio luna park attrezzato con tende, giostre e giostrine" esordisce...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 24 marzo 2019, 19:50

Sinistra per Carrara appoggia l’amministrazione nella battaglia per salvare i ponti storici di Carrara

Testimoni di un’evoluzione della società, luoghi di ritrovo di amici, memoria preziosa del passato di Carrara e parte del suo patrimonio culturale: in questo modo, Sinistra per Carrara ha sintetizzato il valore dei ponti storici della centro città che la regione Toscana vorrebbe abbattere 


domenica, 24 marzo 2019, 10:12

Rivieri (FI): "Stupore e preoccupazione per la "cacciata" di Mottini e Lama"

Mauro Rivieri, membro del coordinamento provinciale di Forza Italia, interviene per commentare la vicenda delle rimozione degli assessori Mottini e Lama


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara