massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 20 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Sinistra per Carrara appoggia l’amministrazione nella battaglia per salvare i ponti storici di Carrara

domenica, 24 marzo 2019, 19:50

Testimoni di un’evoluzione della società, luoghi di ritrovo di amici, memoria preziosa del passato di Carrara e parte del suo patrimonio culturale: in questo modo, Sinistra per Carrara ha sintetizzato il valore dei ponti storici della centro città che la regione Toscana vorrebbe abbattere come misura di sicurezza nei confronti di alluvioni, sulla base dello studio condotto dal professor Giovanni Seminara dell’Università di Genova, costato alla Regione oltre 91 mila euro.

Un sistema per garantire una protezione dalle alluvioni che non piace al gruppo di Sinistra per Carrara che ha fatto sapere: “Sono ponti che hanno storia secolare, dai nomi suggestivi come il ponte della Bugia, il ponte delle Lacrime e il ponte Baroncino e anche il ponte di Groppoli, che alcuni vorrebbero addirittura far risalire all’epoca dei romani, ma che più verosimilmente fu costruito durante il Medioevo, e il ponte di San Martino, testimone degli ottocenteschi sviluppi dell’industria lapidea. Gli amministratori non hanno mai pensato di far qualcosa per indagare su come vengono svolte le attività estrattive alle cave di marmo, che secondo molti, compresi noi, sarebbero le principali responsabili degli ormai non più sostenibili problemi del Carrione. Uno studio del 2007 condotto dall’Università di Siena aveva evidenziato che erano “sufficienti 60 mm di pioggia in 5 ore, con intensità di soli 14 mm in un’ora” per innescare, sui ravaneti i movimenti delle cosiddette debris flow, le colate di detriti. L’intervento invasivo, addirittura distruttivo, in questo caso, sul patrimonio storico della città dovrebbe costituire l’ultima spiaggia, quando ci si trova dinanzi a una situazione tale per cui non esistono più soluzioni alternative. A Carrara accade invece il contrario: per non toccare gli interessi dell’industria del marmo, si è preferito prendere in considerazione solo uno studio secondo il quale la soluzione sarebbe la demolizione dei ponti storici della città. Certamente questa scelta non è da addebitare alla attuale amministrazione che, nella scorsa consigliatura, in veste di opposizione si era schierata proprio contro l abbattimento dei ponti. Chiediamo al sindaco e alla giunta di impegnarsi fino in fondo per far sì che il piano della Regione non venga messo in atto.”.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 20 giugno 2019, 12:25

“Gli alberi non si tagliano in primavera”: Lipu chiarisce normativa sul verde urbano

Marco Dinetti, Responsabile Ecologia Urbana e i suoi colleghi della Lipu, Lega Italiana Protezione Uccelli conoscono bene sia l’avifauna sia le leggi che ne regolano la tutela


giovedì, 20 giugno 2019, 11:59

Nuovo Ospedale delle Apuane, Marcheschi (FdI): "La regione deve intervenire per risolvere la carenza di medici e infermieri nei reparti e al pronto soccorso"

Lo chiede il consigliere regionale Paolo Marcheschi (Fdi) con un'interrogazione alla giunta. Ripetute le segnalazioni da parte di Alessandro Amorese, capogruppo di Fratelli d'Italia in consiglio comunale a Massa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 20 giugno 2019, 11:58

“Marciapiedi impraticabili in molte parti della città”: l’invito di FdI all’assessore Raggi a fare verifiche

Di stamani la segnalazione fatta da Lorenzo Baruzzo, coordinatore di Fratelli d’Italia, che ha documentato con immagini lo stato di alcuni tratti di marciapiedi del viale Galilei, dove non ci sono i tanto colpevolizzati pini, ma platani, e alcuni scorci della scalinata di Torano invasa da erbacce alte e floride


giovedì, 20 giugno 2019, 09:37

“Il Politeama va messo in sicurezza”: la richiesta del Comitato in difesa del teatro storico

Gli auspici del sindaco De Pasquale sulla struttura del teatro  Verdi non hanno convinto il comitato per il Politeama, né lo hanno fatto le sue proteste di accoglimento del “grido di dolore e di allarme” avanzato dal comitato stesso, in relazione al destino del celebre ma ormai sfortunatissimo teatro


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 19 giugno 2019, 23:00

Incapacità a comprendere lo sport professionistico: la critica di Massa città in comune

Incapacità a comprendere lo sport professionistico: la critica di Massa città in comune alle scelte politiche dell’amministrazione Persiani sulla squadra di pallavolo massese Fonteviva


mercoledì, 19 giugno 2019, 12:57

“Deserto il bando dell’amministrazione massese per l’affido della gestione del parco nel Monte di Pasta”: la critica di Left

Il Monte di Pasta, cuore verde al centro della città di Massa, versa in condizioni di profondo degrado e il tentativo fatto dall’amministrazione Persiani di trovare una soluzione al problema, ha avuto un esito fallimentare. A segnalarlo sono Maurizio Bonugli, Andrea Biagioni  e Daniele Terzoni del gruppo Left, laboratorio politico...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara