massautosin
massauto

Anno 1°

martedì, 18 giugno 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

La pessima gestione grillina dell’affare “stadio” secondo il consigliere Bernardi

sabato, 13 aprile 2019, 19:16

Dopo l’attacco frontale degli ultras della Carrarese nei confronti della giunta grillina durante l’ultimo consiglio comunale, arriva quello del consigliere dell’opposizione, Massimiliano Bernardi, che ha fatto un’analisi senza sconti dell’attuale situazione dello stadio della Carrarese, in procinto di affrontare i play-off.

Le critiche di Bernardi sono partite da Andrea Raggi, già assessore ai Lavori Pubblici, da poche settimane anche allo sport riguardo al quale ha fatto notare: “ Non si è capito bene in nome di quale assessorato abbia parlato, l’assessore Raggi, ma il problema che in ogni caso dovrà affrontare e che sembra non aver neanche intravisto è il progetto reclamizzato sulla stampa dal costo di due milioni e 400 mila euro in realtà non c’è ancora. Per ora ci sono solo due i settori agibili ed in grado di garantire il regolare svolgimento dei play-Off. Per aumentare la capienza e aprire nuovi settori, come la Curva Nord, sarà indispensabile l’approvazione del progetto da parte della Commissione pubblico Spettacolo, che ha tempistiche notoriamente molto lunghe,per le quali i tifosi avranno motivo di preoccuparsi.” . Bernardi ha poi giudicato vergognoso l’atteggiamento dell’amministrazione grillina che non ha ricevuto q quindi non ha ascoltato le istanze dei tifosi della Carrarese. La ragione del mancato ascolto, secondo Bernardi, sarebbe da ricercare nel fatto che la giunta grillina si troverebbe, nel confronto coi tifosi, a dover spiegare che l' investimento di circa 600mila euro non ha risolto i problemi della sicurezza e quindi a dover affrontare la delusione e la rabbia che gli ultras hanno espresso nelle contestazione in consiglio comunale quando hanno detto a chiare lettere che i grillini non avrebbero più avuto il loro voto. Bernardi ha poi chiamato in causa anche la presidente della commissione sport, Nives Spattini Fruzza, per mettere in luce la sua totale assenza sul tema dello stadio: “ La presidente della commissione sport dorme da mesi e se ne frega della partita di pallone,e a parte le ormai famose gaffes su ogni argomento che tratta, non convoca la Commissione Sport perché probabilmente non sa di cosa parlare. Chiediamo che venga rimossa per inerzia e che il sindaco De Pasquale individui un altro presidente più preparato e collaborativo. “.

Bernardi ha ricordato l’esigenza di rispettare i tempi concessi per l’adeguamento dell’impianto di illuminazione e per l’installazione dei seggiolini individuali e numerati, la cui scadenza è il 24 giugno ma i cui lavori non sono ancora avviati e ha rimandato al mittente le lagnanze dell’assessore Raggi sulle condizioni in cui la giunta grillina ha trovato lo stadio ricordando che l’esigenza di una programmazione dei lavori era stata chiarita subito al loro insediamento ma che per due anni non hanno fatto niente.

“ Adesso è uscita la novità che il comune da solo non può completare l’opera – ha detto Bernardi - e che la soluzione è quella di una convenzione assegnata tramite bando di gara, così come è previsto dalla norma. Ma questa notizia è falsa: l’amministrazione può sottoscrivere una convenzione con la società così come era già in essere.” Bernardi si è detto contrario  alla pubblicazione di un bando di gara in cui si preveda la realizzazione del progetto dal costo di 2 milioni e 400 mila euro, a fronte di un utilizzo di nove anni di gestione, che è il tempo massimo previsto per legge, perché sicuramente la gara andrebbe deserta considerato che gran parte delle società sportive sono in difficoltà. Le ultime critiche di Bernardi sono andate al comunicato con il quale il sindaco ha dato disponibilità ad incontrare i tifosi, mettendo una serie lunga e articolata di condizioni: “ L’amministrazione ha confermato infine la disponibilità ad incontrare i rappresentanti dei tifosi per aggiornarli e condividere con loro tutte le informazioni, solo se rispettano l’etichetta, si comportano bene e scrivono la domanda in carta da bollo e aspettano la risposta con rispetto delle istituzioni e ovviamente solo se il sindaco sarà libero e disponibile, avrà riposato bene e si sentirà in forma, sarà loro comunicato la data ed il luogo dell'incontro. Ale’ Carrarese!”.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


lunedì, 17 giugno 2019, 17:19

Preoccupazione per i dipendenti di CarrarFiere: il consigliere Bernardi chiede il bilancio 2018

Il 2017 ha lasciato un saldo negativo di quasi un milione di euro ed ha innescato un vero e proprio allarme lavoro per i 26 dipendenti di IMM, ai quali è giunta, oggi, la solidarietà del consigliere dell’opposizione Massimiliano Bernardi che ha annunciato a breve un’interpellanza proprio nel merito delle...


lunedì, 17 giugno 2019, 11:41

Gorlandi (FI): "Pronto a scendere in campo per sostenere Mallegni presidente"

Juri Gorlandi, coordinatore regionale di Forza Italia Giovani, lancia la candidatura di Massimo Mallegni alla presidenza della Toscana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 16 giugno 2019, 12:57

Fallito il progetto degli orti urbani, Bernardi: “Ennesimo sbaglio dell’amministrazione 5 Stelle”

Annunciato in commissione il fallimento degli “Orti urbani” alla Padula, progetto partito nel 2016 con l’amministrazione Zubbani all’interno del più vasto percorso “Parco in città: la Padula” finanziato dalla Regione Toscana per 90 mila euro. Per il consigliere Bernardi, che in quel progetto era tra gli artefici, si tratta dell’ennesimo...


domenica, 16 giugno 2019, 12:33

“Rom responsabili dell’inquinamento del Lavello”: per Forza Italia Europeista si rischia di istigare la violenza

Accusa grave che potrebbe spingere qualche esaltato a commettere atti di violenza contro la comunità Rom che vive nel campo del fosso Lavello sul confine tra il comune di Massa e quello di Carrara. A rilevare la pericolosità delle affermazioni fatte dall’amministrazione massese è il gruppo di Forza Italia Europeista


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 14 giugno 2019, 12:41

Parlano i Verdi: successo in Europa, ignorati a Carrara, hanno firmato esposto per bloccare taglio dei pini di viale Colombo

Sono il solo partito politico che abbia firmato l’esposto consegnato ieri al tribunale di Massa per chiedere la sospensione dell’intervento di taglio dei pini di viale Colombo: il gruppo dei Verdi di Massa Carrara ha incontrato stamani la stampa 


giovedì, 13 giugno 2019, 17:37

Del Nero, Montesarchio e Spattini: "Importantissime conferme sulla qualità del lavoro svolto"

Daniele Del Nero (capogruppo M5S), Giovanni Montesarchio (presidente commissione Ambiente) e Nives Spattini (Presidente commissione Marmo) intervengono, con un comunicato stampa, in merito ai piani attuativi dei bacini estrattivi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara