massautosin
massauto

Anno 1°

mercoledì, 21 agosto 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Marzo da record per l’asportazione delle terre

lunedì, 22 aprile 2019, 13:57

Il primo trimestre del 2019, con 237.661 tonnellate di terre asportate dal monte, ha fatto registrare il miglior risultato dal 2005 a oggi: mai nel corso degli ultimi quattordici anni il totale di materiale sceso dal monte al mese di marzo aveva raggiunto quantitativi così elevati. Si tratta di un risultato importante che conferma l'efficacia dell'impegno dell'amministrazione nel perseguire l'obiettivo di far incrementare l'asportazione di questi materiali, un fattore fondamentale dal punto di vista della sicurezza idrogeologica del territorio. Tra i primi provvedimenti voluti dall'amministrazione di Francesco De Pasquale c'è stato proprio quello dell'intensificazione dei controlli al monte sugli stoccaggi di terre: questo giro di vite ha innescato un circolo virtuoso che ha stimolato gli imprenditori a cercare nuovi e ulteriori sbocci di mercato per questo materiale, con conseguente aumento dei quantitativi scesi dal monte e miglioramento delle condizioni di sicurezza del territorio. 

I dati lo confermano. Nel primo trimestre del 2019 sono scese a valle un totale di 237.661 tonnellate di terre: 66.239 a gennaio, 90.038 a febbraio e 81.384 a marzo. Per ritrovare numeri simili bisogna andare indietro addirittura al 2005 quando nel primo trimestre vennero asportate 210.404 tonnellate. Tenendo a riferimento ancora il primo trimestre dell'anno, la svolta impressa dall'input imposto dall'amministrazione è particolarmente evidente se si vanno a leggere i dati più recenti: da gennaio a marzo 2014 furono rimosse solo 26.433 tonnellate, nello stesso periodo del 2015 appena 57.111 tonnellate, l'anno successivo 40.105 tonnellate e 29.851 tonnellate nel 2017. Tra il primo trimestre del 2017 e lo stesso periodo del 2018, quindi subito dopo il giro di vite sui controlli, i quantitativi sono più che raddoppiati passando da 29.851 a 80.787 tonnellate; tra il 2018 e il 2019, nello stesso periodo dell'anno, il materiale asportato è quasi triplicato, salendo da 80.787 tonnellate a 237.661 tonnellate. 

Il trend è confermato e ancora più evidente dalla lettura dei dati annuali: nel 2017 sono state asportate complessivamente 144.117 tonnellate a fronte di appena 97.346 tonnellate scese dal monte nel 2016; il 2018 si è chiuso con 419.060 tonnellate asportate, il miglior risultato dal 2013.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 20 agosto 2019, 06:43

Facebook oscura Alessandro Amorese: torna la dittatura del Pensiero Unico

Giovanni Donzelli di Fratelli d'Italia: "Il capogruppo in consiglio a Massa censurato da Facebook, metodi da regime". E se ne è accorto solo ora?


lunedì, 19 agosto 2019, 11:48

FdI: "Colonnata, vergognosa gestione del servizio navetta"

Fratelli d'Italia attraverso un comunicato stampa interviene in merito alla gestione del servizio navetta che collega il paese di Colonnata al piazzale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 18 agosto 2019, 23:59

Salvini fa il pieno: "M5S oggi al mare per decidere governo con Renzi e Boschi"

La festa della Lega è arrivata al suo culmine: la giornata in cui è previsto l'intervento del "vero capitano", come Susanna Ceccardi definirà Matteo Salvini quando il cielo è già scuro


domenica, 18 agosto 2019, 19:25

Bernardi (Alternativa per Carrara): "Il sindaco contestato alla presentazione della Carrarese"

Massimiliano Bernardi di "Alternativa per Carrara" interviene in merito alla presentazione della Carrarese prendendo di mir ail primo cittadino Francesco De Pasquale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 18 agosto 2019, 12:02

Comitato dei pini di viale Colombo, lettera aperta all'assessore Raggi

A nome del comitato difesa dei pini di viale Colombo pubblichiamo un testo contenente alcune domande cui l’assessore Raggi dovrebbe rispondere: Meglio, se all’interno del Consiglio Comunale o in un’Assemblea pubblica


sabato, 17 agosto 2019, 17:18

Pd, dura presa di posizione contro Nausicaa spa

Comunicato dai toni aspri quelli diffuso dal Pd nei confronti di Nausicaa SPA in merito alla gestione dei campus estivi e delle assunzioni promesse ad aprile dal presidente della Multiservizi 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara