Anno VIII

venerdì, 3 dicembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

I Verdi di Massa Carrara bacchettano Legambiente sul taglio dei pini in viale Colombo

martedì, 13 agosto 2019, 16:12

Il ripensamento postumo di Legambiente Carrara, unica associazione ad aver avuto il privilegio di essere messa a parte, sin dallo scorso marzo, delle intenzioni dell’assessorato ai lavori pubblici di eliminare i pini di viale Colombo, non convince nessuno, soprattutto il gruppo dei Verdi di Massa Carrara che invece, senza alcun ripensamento si sono schierati subito contro la decisione dell’assessore Raggi e a fianco del Comitato per la difesa dei pini di viale Colombo. Legambiente, peraltro, non solo ha solo ha sempre taciuto sulle intenzioni dell’amministrazione ma inizialmente, dopo la partenza della protesta dei cittadini all’improvvisa scoperta del taglio dei pini già in corso, aveva continuato a sostenerne la scelta, salvo poi, alla luce dell’evidente plateale contrasto coi valori a cui dovrebbe ispirarsi in quanto associazione ambientalista, tentare di ritornare sui propri passi dissociandosi dalla decisione. Una folgorazione sulla via di Damasco che ha rivelato, appunto, come, il progetto fosse stato deciso da mesi e intenzionalmente taciuto all’opinione pubblica. Nulla di tutto ciò è sfuggito ai Verdi che dopo aver ribadito la loro posizione di  difesa ambientale ed ecologica a 360 gradi hanno messo in luce tutta la parabola  di Legambiente nel caso in questione senza rinunciare ad affondi sicuramente non poco dolorosi sia all’associazione sia all’amministrazione. Ecco il testo del comunicato dei Verdi:

 “Ci fa piacere che Legambiente si renda conto, anche se purtroppo fuori tempo massimo, di essere stata strumentalizzata dall'amministrazione e che sviluppi un dossier sul verde pubblico cittadino. Dossier che, ahimè, avrebbe dovuto sviluppare primadel taglio dei pini di viale Colombo, che, se non fosse stato per la protesta di comuni cittadini, sarebbe passato inosservato. Ciò che più meraviglia e stupisce è il perpetrarsi, da parte dell'amministrazione, di questo modo di rapportarsi unicamente con Legambiente, a cui fornisce documenti che non vengono forniti ai cittadini, e che Legambiente, da parte sua, non ritiene di dover divulgare, quasi fosse un segreto di stato (non risulta che un’associazione ambientalista tenga per sé informazioni che riguardano il bene pubblico e la sua gestione). Ci indigna che si consulti un’unica associazione, come se bastasse questa a garanzia di partecipazione e come patente per fare ciò che si vuole. Se Legambiente avesse reso pubblico da subito (da marzo, per sua ammissione) quali erano le intenzioni dell’amministrazione, forse avremmo risparmiato denaro pubblico, i pini non sarebbero stati abbattuti (si scopre ora che gli alberi sono esseri viventi, forse per una tardiva lettura di Stefano Mancuso), e inermi uccelli non sarebbero stati sfrattati dal loro habitat in periodo di nidificazione, impedendo anche il dischiudersi di uova sbattute sull’asfalto.

A quanto pare, Legambiente non ha ritenuto opportuno uscire con un comunicato stampa, o pubblicare qualcosa sul suo sito per informare i cittadini del progetto. Rimprovera all’amministrazione la mancata partecipazione, ma anch’essa non è stata da meno e senza neppure le “attenuanti” di un’amministrazione. Se errare humanum est, perseverare è da diavoli e, in questi mesi, Legambiente non ha mai fatto sentire la sua voce, anche solo con un sostegno al comitato o con un banalissimo like (che non si nega a nessuno) sui tanti post pubblicati, e non solo dal comitato, in difesa dei pini.

Concludiamo con una domanda: nel loro documento (con qualche imprecisione, nonostante definito  in  modo autocelebrativo come molto approfondito!), leggiamo: “è stata taciuta la vera finalità: la realizzazione di un parcheggio sul marciapiede del Viale Colombo”. Legambiente lo sapeva? Da quando? o lo ha banalmente scoperto perché, tra le tante cose che ha mutuato dai comunicati del Comitato di anonimi, semplici e non elitari cittadini, vi ha letto anche questo?”

 Per i Verdi di Massa Carrara

Roberto Nicoli e Anne Doumont.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 2 dicembre 2021, 15:26

Mastorci (Cisl-Fp): "Gli Oss rischiano il demansionamento con la CoopService"

Durante la riunione tra i sindacati l'Azienda Toscana Nord Ovest le cooperative Compass e Di Vittorio (uscenti) e la Coopservice vincitrice del nuovo appalto di trasporti per servizi sanitari, è emerso che da anno nuovo gli Oss dipendenti della Coopservice potranno subire dei demansionamenti


giovedì, 2 dicembre 2021, 14:00

Elezioni provinciali, sorteggiate candidature e liste

Si è svolto questa mattina presso la sede dell'ufficio elettorale della provincia di Massa-Carrara il sorteggio delle candidature a presidente e delle liste per il consiglio provinciale per determinare l'ordine all'interno delle schede elettorali per le elezioni provinciali di secondo livello in programma il 18 dicembre


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 2 dicembre 2021, 11:00

Gianni Musetti: "Dove finiscono i 27 milioni del marmo?"

Gianni Musetti (Forza Italia), in un comunicato, affronta questo tema, criticando aspramente l'operato dell'attuale amministrazione locale


mercoledì, 1 dicembre 2021, 21:17

Il nuovo piano di classificazione acustica approda in consiglio comunale a Carrara

Si tratta dello strumento di pianificazione territoriale attraverso il quale il comune suddivide il proprio territorio in zone acusticamente omogenee, a ciascuna delle quali corrispondono precisi limiti da rispettare e obiettivi di qualità da perseguire


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 1 dicembre 2021, 12:01

Fratelli d'Italia: "L'Erp ha assegnato un alloggio con barriere architettoniche ad una disabile"

Il dipartimento disabilità di Fratelli d'italia, in un comunicato, interviene in merito al caso di Anna Maria Pigoni, di Carrara, disabile su sedia a rotelle, che ha ottenuto una casa popolare dall'Erp, casa che però presenta delle barriere architettoniche al suo interno e con un ascensore non funzionante


martedì, 30 novembre 2021, 21:04

Massa Città in Comune: "Un pedaggio urbano per i camion per migliorare la qualità della vita"

A seguito dell'ennesimo incidente con la perdita di un carico di marmo da parte dg in camion, si è nuovamente posto l'accento su l'introduzione di un pedaggio urbano per i mezzi pesanti superiori a 35 quintali, come ad esempio ha chiesto Massa Città in Comune, che, in una nota stampa,...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara