massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 17 ottobre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Salvini fa il pieno: "M5S oggi al mare per decidere governo con Renzi e Boschi"

domenica, 18 agosto 2019, 23:59

di lorenzo vannucci

La festa della Lega è arrivata al suo culmine: la giornata in cui è previsto l'intervento del "vero capitano", come Susanna Ceccardi definirà Matteo Salvini quando il cielo è già scuro. Un evento che, per la sua grandezza e per la sua struttura, era immaginabile di così vaste dimensioni solo pochi anni fa: adesso invece la gente è tanta. Le persone vagano in giro, o assiepandosi sul prato sul quale si affaccia il palco, o girando a mangiare tra baracchini vari, in un clima che, per molti aspetti, ricorda quello che si respirava alle feste dell'Unità dei tempi andati.

Sul palco a parlare si avvicendano i più disparati oratori: c'è Edoardo Ziello, rampante leghista toscano, che difende i provvedimenti che la Lega è riuscita a portare a casa dall'esperienza del Governo gialloverde: dai due decreti sicurezza, a quota cento alla legittima difesa. "Provvedimenti di civiltà che la sinistra non vede l'ora di togliere". Fischi dalla platea. Sono baluardi, questi, per il popolo leghista. 

Fuori, tenuti a debita distanza, ci sono i contestatori. Sono tanti, stanno lì da molto tempo. Alcuni vorrebbero parlare con Salvini. "Abbiamo cominciato a manifestare dalle quattro del pomeriggio - racconta Pablo - e siamo arrivati ad essere almeno cinquecento, un gran bel numero se si pensa che oggi era una delle ultime domeniche di agosto. Vogliamo far sentire la nostra voce, vogliamo far vedere che ci siamo. Che non siamo in silenzio, che abbiamo qualcosa da dire".

Nel frattempo Susanna Ceccardi ha guadagnato il palco: è stata presentata come 'colei da cui tutto è cominciato', presentazione comprensibile se si pensa che è stata la prima sindaco leghista a vincere un comune in una regione tradizionalmente rossa. "Vogliamo mandare a casa tutti coloro che rendono ferma questa bellissima terra - ha spiegato - dalla sinistra agli immigrati, ai rom". Applausi. Ceccardi ha poi sottolineato come "presto avrete una occasione quasi unica per far si che tutto questo sia possibile: le elezioni DI Toscana 2020".

Tra i contestatori ci sono anche alcuni operai. Metalmeccanici, lavoratori del marmo: tutti in crisi, soprattutto per via della questione Ilva, questione Ilva che, per la grandezza dell'azienda coinvolta, si allarga a macchia d'olio. "Noi siamo in cassa integrazione - racconta uno di loro - e la cosa va avanti da tempo senza che siano trovate le giuste soluzioni. E questo riguarda tanto i governi di prima quanto quelli di ora. Io volevo incontrare Salvini per fargli una domanda semplice: dice che devono venire prima gli italiani, però in Italia può  arrivare una multinazionale come Mittal, Indiana, è permettersi di trattare come animali i lavoratori, vero? E il prima gli italiani dove lo metti?". 

Intanto sul prato l'aria si fa elettrica: dopo qualche foto di rito e un paio di battute con i giornalisti, è salito sul palco Matteo Salvini. Si capisce che il Ministro dell'interno ha in mente un approccio diverso, è diverso, rispetto al pomeriggio. D'altronde non può essere altrimenti: le agenzie hanno da poco battuto la notizia secondo cui lo stato maggiore del M5S sarebbe sul punto di accettare la formazione di un nuovo esecutivo con il Partito Democratico e con parte della sinistra. Salvini questo lo sa e lo scenario lo preoccupa. 

Ecco spiegato l'esordio del ministro che, impadronitosi del microfono, manda uno dei suoi più classici bacioni "a quelli che si sono ritrovati oggi pomeriggio in riva al mare per decidere di fare un Governo con Renzi, con Lotti e con la Boschi". Se fino al pomeriggio ancora si provava a bandire il M5S ora, per la prima volta da qualche giorno, si torna all'attacco diretto: "Ce li vedete a fare una commissione di inchiesta su Bibbiano insieme? O una legge sulle banche?". Il capitano chiama le sue truppe a sostegno, il pubblico risponde presente in più di un occasione, soprattutto quando si passa a parlare di immigrazione, argomento già toccato dalla Ceccardi in precedenza, che aveva accusato Carola Rackete di "giocare a pirati dei Caraibi".

Il comizio va a concludersi, Salvini chiude dando la buonanotte, festanti bandiere con il simbolo della Lega fendono l'aria. È la notte del capitano, un capitano che martedì potrebbe trovarsi senza nave. 

Foto di Giacomo Mozzi


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 17 ottobre 2019, 20:27

Il Psi a fianco del popolo curdo

Manifestazione contro l’intervento militare della Turchia domani alle 17 sul Molo Pertini a Marina di Carrara


giovedì, 17 ottobre 2019, 19:17

È giunto al termine il progetto Barrier Free

È giunto al termine il progetto Barrier Free con la presentazione del logo che verrà consegnato alle attività commerciali carraresi che si doteranno di pedane per garantire l'accessibilità alle persone con disabilità motoria


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 17 ottobre 2019, 19:10

Palo della luce piegato in due da mesi in via Cavaiola

Palo della luce piegato in due da mesi in via Cavaiola: Baruzzo di FdI segnala l’incuria dell’amministrazione


mercoledì, 16 ottobre 2019, 19:28

Libri della biblioteca di Massa nel degrado: la critica di Benedetti

Logico che Benedetti non ci stia ad ascoltare le accuse rivolte all’attuale amministrazione dal consigliere piddino Stefano Alberti in merito alla responsabilità della giunta Persiani sui libri abbandonati e ora ormai destinati al macero


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 16 ottobre 2019, 15:52

Crac nella lista civica Persiani Sindaco: il consigliere Antonio Cofrancesco se ne va ed entra nel gruppo misto

Improvvisa e inaspettata: così il sindaco di Massa Francesco Persiani ha definito la decisione del consigliere della sua stessa lista civica, Antonio Cofrancesco, di lasciare il gruppo di maggioranza e passare nel gruppo misto


mercoledì, 16 ottobre 2019, 15:46

IMM, bilancio in perdita di 850 mila euro annui, ma in commissione l’assessore alle partecipate Martinelli dà risposte vaghe e confuse: la critica di Bernardi

Nessuna risposta ai molti quesiti posti su la partecipata del comune e, in parte assai minore, della Regione, IMM. Nessuna risposta in consiglio comunale, nessuna risposta neppure nella commissione specifica sull’argomento che si è tenuta ieri. A dirlo è il consigliere dell’opposizione, Massimiliano Bernardi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara