massautosin
massauto

Anno 1°

mercoledì, 13 novembre 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

GrIG: "Tagli dei pini, è stata rilasciata o no l'autorizzazione paesaggistica?"

giovedì, 12 settembre 2019, 13:28

Nei mesi scorsi, il taglio di 17 esemplari di Pinus lungo il Viale Colombo, a Marina di Carrara, ha sollevato forti proteste e molta indignazione fra i residenti nei confronti dell'amministrazione comunale carrarina.

"L'obiettivo dell'amministrazione comunale di Carrara - interviene il Gruppo d'Intervento Giuridico onlus -, secondo informazioni stampa, sarebbe quello di sostituirli con esemplari di Palma messicana (Washingtonia Robusta), specie arborea decisamente fuori dal nòvero di quelle autoctone come i Pinus.

Su segnalazioni accorate di cittadini, la nostra associazione aveva inoltrato (13 giugno 2019) una specifica istanza al Comune di Carrara e ai Carabinieri Forestale, informando anche la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Massa.

Nel periodo primaverile ed estivo sono vietati tutti gli interventi che possano disturbare la riproduzione dell'avifauna selvatica (art. 5 della direttiva n. 2009/147/CE sulla tutela dell'avifauna selvatica, esecutiva in Italia con la legge n. 157/1992 e s.m.i.,).

Tali divieti sono ripresi dall'art. 79, comma 2°, della legge regionale Toscana n. 30/2015 e s.m.i.

Il disturbo/danneggiamento/uccisione delle specie avifaunistiche in periodo della nidificazione può integrare eventuali estremi di reato, in particolare ai sensi dell'art. 544 ter cod. pen.

Il taglio degli alberi è stato sospeso, ma è prevista la ripresa nel corso del mese di settembre.

In seguito a ulteriori accertamenti - prosegue GrIG - è successivamente emerso che l'intera zona, compreso il Viale, è tutelata con specifici provvedimenti di individuazione ai fini del vincolo paesaggistico (D.M. 10 gennaio 1953, integrato con D.M. 3 febbraio 1969): l'intervento di taglio dei Pini non risulta, quindi, esentato dall'obbligo di autorizzazione paesaggistica (D.P.R. n. 31/2017, Allegato A, punto A 14).

La norma, infatti, esenta dalla necessità di autorizzazione paesaggistica solo la "sostituzione o messa a dimora di alberi e arbusti, singoli o in gruppi, in aree pubbliche o private, eseguita con esemplari adulti della stessa specie o di specie autoctone o comunque storicamente naturalizzate e tipiche dei luoghi, purché tali interventi non interessino i beni di cui all'art. 136, comma 1°, lettere a, b, del Codice, ferma l'autorizzazione degli uffici competenti, ove prevista".  

E' stata rilasciata l'autorizzazione paesaggistica per il taglio dei Pini e la loro sostituzione?

In caso negativo, si fermino definitivamente le motoseghe e si adottino i provvedimenti di legge per la salvaguardia degli alberi. 

Per accertarlo - conclude - il Gruppo d'Intervento Giuridico onlus aveva inoltrato (8 luglio 2019) una nuova istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti al Ministero per i beni e attività culturali, alla Soprintendenza per archeologia, belle arti e paesaggio di Lucca, al Comune di Carrara e ai Carabinieri Forestale, informando anche la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Massa.

Non essendo pervenuta alcuna risposta, il Gruppo d'Intervento Giuridico onlus ne ha inviato una nuova (12 settembre 2019): il vincolo paesaggistico tutela anche gli alberi o no?"


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


lunedì, 11 novembre 2019, 21:52

Cisl sul Monoblocco: “Doveroso valutare bene le due soluzioni”

UST CISL e FNP CISL Toscananord – Massa Carrara ha quindi voluto esternare le sue valutazioni sulla vicenda Monoblocco nate solo dall’attenzione del sindacato all’assetto futuro della sanità territoriale intesa come l'insieme delle attività già svolte e presenti nella struttura


lunedì, 11 novembre 2019, 21:33

“Più attenzione agli ambulanti abusivi”: Baruzzo (FdI) saluta il nuovo assessore Macchiarini

La nomina dell’avvocato Giovanni Macchiarini a assessore al commercio e mobilità e traffico ha trovato riscontro positivo anche nel coordinamento locale di Fratelli d’Italia che ha voluto salutare il neo assessore, apprezzato per la sua notoria serietà, ed anche invitarlo a scegliere una linea operativa diversa dal suo predecessore


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 11 novembre 2019, 19:16

Bertucci: "La Dermatologia di Massa Carrara, un’eccellenza che perde l’autonomia"

Matteo Bertucci, consigliere comunale di Massa del gruppo "Persiani Sindaco - Amministrare Massa" interviene in merito alla dermatologia di Massa Carrara


lunedì, 11 novembre 2019, 09:57

"Troppi voltafaccia sul Monoblocco": per Bernardi il sindaco deve dimettersi

E’ la bugia il tratto distintivo del mandato di De Pasquale come sindaco di Carrara, secondo il consigliere di Alternativa per Carrara, Massimiliano Bernardi che ha analizzato la gestione della vicenda Monoblocco da parte dell’amministrazione carrarese 5 Stelle


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 9 novembre 2019, 11:58

Svelato il mistero: l’avvocato Giovanni Macchiarini è il nuovo assessore al commercio del comune di Carrara

Nuovo assessore al commercio del comune di Carrara: si tratta dell'avvocato Giovanni Antonio Macchiarini. Tanta suspence per l'annuncio fatto dall'amministrazione 5 stelle


venerdì, 8 novembre 2019, 15:45

Nuovo contratto nazionale dei lapidei, Confindustria: "In primo piano sicurezza e welfare, approccio positivo"

Le trattative, alle quali anche Confindustria Toscana Nord ha preso direttamente parte, hanno chiuso per il livello C con un aumento di 97 euro, che verrà erogato nel corso del triennio in tre tranche, l'ultima delle quali a gennaio 2022


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara