massautosin
massauto

Anno 1°

mercoledì, 19 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Siamo Europei e +Europa Toscana: “Caso Sanac, governo e amministrazione non possono scaricare ad altri le loro responsabilità”

mercoledì, 6 novembre 2019, 18:39

La crisi politica legata alla questione Ilva Arcelor Mittal ha ripercussioni pesanti anche sul territorio locale in quanto strettamente collegata al destino di Sanac, nella sede massese dell’azienda. A mettere in luce i molti preoccupanti risvolti che la vicenda avrà sul territorio apuano sono stati Giacomo Zucchelli di Siamo Europei e Sara Vatteroni di +Europa Toscana: “Siamo difronte all’ennesima crisi occupazionale del nostro territorio e non è bastato cambiare le amministrazioni locali o i governi nazionali per risolverle. La questione dello scudo penale non può essere classificata come una scusa. In un paese normale non ci sarebbe bisogno di uno scudo penale, ma in Italia, gli investitori stranieri non sentono sicuro il loro investimento, anche quando rispettano tutte le parti di un contratto e le normative vigenti.

Pensiamo al nostro territorio, dove nessuno viene ad investire non solo per alti costi di bonifica e anche per non essere accusati di reati ambientali che potrebbero emergere dagli stessi lavori di bonifica. Cosa che uno scudo penale impedirebbe. Ricordiamo che lo scudo penale è stato introdotto dal governo PD e dall’allora Ministro Calenda. Questo scudo fu poi tolto dal governo giallo verde guidato da Conte per poi reinserirlo in un decreto che però non è stato ratificato dal parlamento e che ora, con una votazione da parte dei 5stelle, PD e Italia Viva è stato definitivamente accantonato, mettendo a rischio il più grande investimento per il sud e, come sappiamo bene qui, non solo per il sud. In questo periodo di sono succeduti al governo rappresentanti legati a chi amministra le due principali città della provincia, e questo non è servito a creare sinergie utili allo sviluppo del nostro territorio. Invece continuiamo a vedere lo squallido gioco dello scarica barile. Ricordiamo che l’ex ministro Calenda si è messo a disposizione per contribuire ad una risoluzione positiva della controversia ILVA-Arcelor Mittal, superando anche la sua contrarietà (più che giustificata) a questo governo. Nello stesso modo, il coordinamenti locali di Siamo Europei e di +Europa Toscana, sono disponibili a mettere in atto tutte le loro risorse relazionali per una soluzione positiva della vicenda Sanac.”.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


mercoledì, 19 febbraio 2020, 19:34

Asilo nido gratuito e aiuti alle famiglie: le proposte di Italia Viva

L’hanno eletta simbolo delle azioni più convincenti della politica attuale di Italia Viva e la considerano una proposta fortemente innovativa, riformista e progressista: la proposta dell’asilo nido gratis per tutte le famiglie


mercoledì, 19 febbraio 2020, 12:22

FdI: "Troppi ritardi per diagnosi di dsa e bes"

I templi biblici per l'accesso ai servizi sanitari per la diagnostica e le visite specialistiche sono ormai all'ordine del giorno e quasi non fanno più notizia sebbene il problema sia particolarmente attenzionato dal coordinamento comunale di Fratelli d'Italia che puntualmente si fa portavoce di ogni segnalazione


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 febbraio 2020, 20:56

Teatro Guglielmi, il sindaco Persiani attacca il Pd per gli attacchi strumentali

Il sindaco di Massa Francesco Persiani è intervenuto con un lungo comunicato nella vicenda del teatro Guglielmi accusando l'opposizione di dilungarsi in attacchi propagandistici senza senso


martedì, 18 febbraio 2020, 19:59

Intitolazione di una strada a Norma Cossetto: FdI ringrazia il consigliere Lapucci

La proposta di intitolare una strada, una piazza un giardino o un luogo di rilievo a Norma Cossetto, martire istriana delle foibe, partita dal coordinamento comunale di Fratelli d’Italia, è diventata una mozione che il consigIiere di Forza Italia, Lorenzo Lapucci, presenterà nel prossimo consiglio comunale affinché venga discussa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 febbraio 2020, 19:43

Solidarietà della Lega alle forze dell’ordine in appoggio a Salvini

Ha sottolineato il momento storico di grande tensione attraversato da tutto il paese e la conseguente pressione in costante aumento sugli uomini delle forze dell’ordine sottoposti ad atti di violenza e minaccia per dichiarare la solidarietà della Lega di Carrara a polizia e carabinieri


lunedì, 17 febbraio 2020, 20:01

Transazione milionaria con Paradiso s.p.a.: “Non esiste alcuna sentenza sul contenzioso” rivela il consigliere Bernardi

Non sarebbe una vera e propria transazione quella da quasi dodici milioni di euro che l’amministrazione grillina si è impegnata a pagare con rateazione all’imprenditore Andrea Franzoni titolare della Paradiso s.p.a. che negli anni ottanta fece causa al comune di Carrara per ricorso su una gara d’appalto


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara