massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 20 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Crudeli: “Risposte incomplete e silenzi del settore sociale sul reddito di cittadinanza a Carrara"

sabato, 25 gennaio 2020, 16:04

Il più grande dei molti cavalli di battaglia utilizzati dai grillini in campagna elettorale – il reddito di cittadinanza –  è passato  alla seconda fase prevista dal progetto a firma 5 stelle e, dato l’andamento fallimentare registrato nella fase uno, ha già subito  un ridimensionamento volto a compensare le errate valutazioni fatte nelle prima fase ma, di tutti questi passaggi, a Carrara, dove pure sono stati 1179 i beneficiari,  non si hanno notizie chiare. Lo ha affermato, nello scorso consiglio comunale, la consigliera del Pd Roberta Crudeli che ha fatto un’interpellanza sui Progetti di Utilità alla Collettività previsti dalla fase due del reddito di cittadinanza e sui  “ navigator “.

La Crudeli ha infatti ricordato il decreto del Ministero del Lavoro, pubblicato il  22 ottobre 2019 nel quale veniva specificato che i percettori del reddito di cittadinanza erano tenuti a svolgere i cosiddetti PUC, cioè i progetti utili alla collettività, presso il comune dove risiedono. “ Nel nostro comune, tuttavia – ha detto la Crudeli -  pare che l ’amministrazione grillina non abbia adottato la linea del Movimento 5 Stelle nazionale, che è quella di superare l'aiuto economico come misura meramente “ assistenziale" ed impegnare i beneficiari del reddito di cittadinanza in attività a favore della collettività. Dopo il fallimento della fase uno, il ridimensionamento della fase due dovrebbe essere accolto come una sorta di limitazione del danno prodotto, in particolar modo in un’amministrazione gestita dai grillini. “.

La Crudeli ha però fatto notare che nessuna informazione sulla fase due è stata diffusa dall’assessorato al sociale guidato da Anna Galleni e che il sospetto che non siano pronti a dare risposte in merito è più che fondato. “ L’ assessore Galleni non ha risposto in maniera soddisfacente alle mie domande – ha chiarito la Crudeli -  e non  è stata esaustiva sia nella individuazione delle aree di attivazione dei PUC, ambiente, sociale, cultura e altri e nemmeno sul numero dei soggetti interessati. Inoltre non ha dato  risposta in merito alla previsione in bilancio dei fondi necessari per assicurare i beneficiari del reddito contro gli infortuni e le malattie professionali, stabilito nella Determina n. 3/2020 dell’Inail. La Galleni  è apparsa molto  in difficoltà nel documentare le procedure poste in essere e  non ha chiarito se era stata prevista la collaborazione degli enti del Terzo Settore, nè se era stato istituito il registro dei partecipanti ai PUC, in cui registrare le presenze giornaliere dei beneficiari del reddito di cittadinanza.”. Insomma: una risposta confusa, secondo la consigliera Crudeli che l’ha spinta a chiedere formalmente che l'argomento PUC venga discusso in Commissione Sociale, anche in considerazione del fatto che, sul principio della trasparenza amministrativa e della obbligatoria informazione verso la cittadinanza,  una tale commissione avrebbe dovuto già essere stata programmata da tempo proprio dall’ amministrazione 5 Stelle che è responsabile politico del progetto a livello nazionale.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


mercoledì, 19 febbraio 2020, 19:34

Asilo nido gratuito e aiuti alle famiglie: le proposte di Italia Viva

L’hanno eletta simbolo delle azioni più convincenti della politica attuale di Italia Viva e la considerano una proposta fortemente innovativa, riformista e progressista: la proposta dell’asilo nido gratis per tutte le famiglie


mercoledì, 19 febbraio 2020, 12:22

FdI: "Troppi ritardi per diagnosi di dsa e bes"

I templi biblici per l'accesso ai servizi sanitari per la diagnostica e le visite specialistiche sono ormai all'ordine del giorno e quasi non fanno più notizia sebbene il problema sia particolarmente attenzionato dal coordinamento comunale di Fratelli d'Italia che puntualmente si fa portavoce di ogni segnalazione


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 febbraio 2020, 20:56

Teatro Guglielmi, il sindaco Persiani attacca il Pd per gli attacchi strumentali

Il sindaco di Massa Francesco Persiani è intervenuto con un lungo comunicato nella vicenda del teatro Guglielmi accusando l'opposizione di dilungarsi in attacchi propagandistici senza senso


martedì, 18 febbraio 2020, 19:59

Intitolazione di una strada a Norma Cossetto: FdI ringrazia il consigliere Lapucci

La proposta di intitolare una strada, una piazza un giardino o un luogo di rilievo a Norma Cossetto, martire istriana delle foibe, partita dal coordinamento comunale di Fratelli d’Italia, è diventata una mozione che il consigIiere di Forza Italia, Lorenzo Lapucci, presenterà nel prossimo consiglio comunale affinché venga discussa


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 febbraio 2020, 19:43

Solidarietà della Lega alle forze dell’ordine in appoggio a Salvini

Ha sottolineato il momento storico di grande tensione attraversato da tutto il paese e la conseguente pressione in costante aumento sugli uomini delle forze dell’ordine sottoposti ad atti di violenza e minaccia per dichiarare la solidarietà della Lega di Carrara a polizia e carabinieri


lunedì, 17 febbraio 2020, 20:01

Transazione milionaria con Paradiso s.p.a.: “Non esiste alcuna sentenza sul contenzioso” rivela il consigliere Bernardi

Non sarebbe una vera e propria transazione quella da quasi dodici milioni di euro che l’amministrazione grillina si è impegnata a pagare con rateazione all’imprenditore Andrea Franzoni titolare della Paradiso s.p.a. che negli anni ottanta fece causa al comune di Carrara per ricorso su una gara d’appalto


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara