massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 16 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Amministrazione dice "no" a eliminare Tari e suolo pubblico: scoppia la polemica

sabato, 9 maggio 2020, 09:10

di vinicia tesconi

Al momento non ci sarà alcuna esenzione per le tasse a carico di esercizi commerciali, ristoranti e locali per il suolo pubblico e per la spazzatura (Tari). A riferirlo è stato Diego Crocetti, chef di un noto ristorante di Marina di Carrara, presente all’incontro tra i rappresentanti della categoria più penalizzata dalla crisi economica innescata dal covid 19 e il sindaco De Pasquale, l’assessore al commercio Macchiarini,  il dirigente del settore tributi Massimiliano Germiniasi e il dirigente del settore commercio Guirardo Vitale.

Crocetti ha relazionato nei dettagli quanto emerso nell’incontro con l’amministrazione attraverso un video su facebook che ha sollevato non poche polemiche. “L’amministrazione ha detto che per il momento non ci sono leggi che permettano di eliminare completamente la tassa sul suolo pubblico e la Tari e che non è possibile  andare contro la legge e rischiare di incorrere in gravi sanzioni.- ha detto Crocetti – Hanno però confermato che, se nel prossimo decreto verrà aperta questa possibilità per i comuni, non esiteranno ad attuarla.”. Crocetti ha messo in evidenza l’atteggiamento di apertura dell’amministrazione verso l’eventualità di un ‘esenzione concessa dal governo ed ha riferito la mancanza di soldi provenienti dallo stesso governo per affrontare l’emergenza lamentata dal comune.  Crocetti ha poi espresso le sue personali considerazioni in merito all’incontro: “Giustamente il comune non azzarda passi che non siano consentiti dalla legge. Non vogliono prendersi questa responsabilità e questo può essere condivisibile o meno. Io penso che in un momento di drammatica crisi come questo che stiamo vivendo, l’amministrazione potrebbe essere un pochino più vicina ai propri cittadini prendendo provvedimenti in aiuto a chi è in grave difficoltà, visto che il bilancio comunale dello scorso anno è stato chiuso in positivo. La rivendicazione che non ci sono soldi mi ha fatto sorgere spontanea una domanda: come è possibile  che da decenni tutti gli amministratori ci ripetono che il comune di Carrara non ha soldi nonostante le abbondanti entrate provenienti  dal settore  balneare e soprattutto  dal marmo? Non è vero che Carrara è una città povera: lo ha confermato anche il dirigente del settore tributi durante l’incontro quando ha detto che  a fine 2019 il comune aveva nelle casse 18 milioni di euro in più. Per questo mi chiedo: perché parte di questi soldi non possono essere impiegati per aiutare le aziende che sono state colpite da questo tzunami? Giustamente hanno risposto di non avere i mezzi giuridici per farlo  ma ribadisco che la situazione presente è eccezionale e molto grave. Se nostro figlio si sente male a casa e dobbiamo portarlo d’urgenza all’ospedale, lo lasciamo forse agonizzare solo perché la nostra auto è senza assicurazione?”.

Nei commenti al video di Crocetti  c’è stato uno scambio vivace tra il vicesindaco Martinelli con delega al bilancio, che non era presente all’incontro coi commercianti, e il coordinatore comunale di Italia Viva Fabrizio Volpi in relazione al surplus positivo del bilancio 2019: “Il comune non ha affatto un avanzo di 16 milioni. – ha scritto Martinelli -  Ma é anzi in disavanzo strutturale di oltre 10 milioni (piano di  rientro di 512.00 annui per anni 30) per effetto del riaccertamento straordinario dei residui del 2015 {dubito che lei abbia la minima idea di cosa sia, ma si scarichi il bilancio consuntivo 2018 o il 2019 di prossima pubblicazione}. Il comune di Carrara ha l'ESENZIONE dall'addizionale comunale Irpef (che non è l'irpef...) per i redditi bassi. Le attuali aliquote sono in linea con quelle previste dal bilancio triennale 2017 2018 2019 per gli anni 2018/2019 (vedi bilancio previsionale comune di Carrara 2017/18/19, scaricabile online) votato dalla vecchia maggioranza, peraltro in linea con quelle della maggior parte dei comuni (basta farsi un giro sul sito del MEF). Per quanto riguarda il contenzioso e l'indebitamento il comune di Carrara non ha uguali in Italia, a fronte di accantonamenti ridicoli lasciati dai miei predecessori. E per finire, non può più contare sul sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio, il cui patrimonio è passato da 160 a 80 milioni di euro ed è passata da erogare oltre 3 milioni a pochi spiccioli durante la giunta Zubbani (vedi bilanci Fondazione Cassa di Risparmio, disponibili online). Mi fermo qua per ragioni di eleganza. Scrivere sciocchezze del genere, giocare sulla disperazione delle persone in questo drammatico momento, qualifica chi lo fa per quello che è. Fossi in lei cancellerei il suo commento.”.

Volpi, che aveva fatto notare al vicesindaco l’inopportunità di chiudere la transazione di 11 milioni di euro con La Paradiso s.p.a. fatta a pandemia già iniziata, ha fatto notare che le informazioni contradditorie sui conti del comune emerse dall’incontro coi commercianti avrebbero potuto essere evitate con la sua presenza all’incontro  e che “Lamentarsi sempre di ciò che è stato ereditato, non assolve chi oggi guida la città.”. Volpi ha respinto al mittente le accuse di scrivere sciocchezze ed ha  ricordato a Martinelli la dichiarazione fatta dalla sua amministrazione di aver voluto l’anticipo del approvazione del bilancio preventivo per consentire di essere pronti per l’emergenza covid 19: misure che si sono esaurite, per ora nel posticipo della riscossione  dei tributi e nell’inevitabile riduzione delle tariffe delle mense e del trasporto scolastico perché non goduti. “ Un po’ poco, onestamente.” È stato il commento di Volpi.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 16 luglio 2020, 10:37

Soppressa la linea serale di bus su viale Roma: situazione grave per Benedetti

Era la numero 60: la linea serale che da Massa centro portava a Marina dopo le 20,30 scendendo lungo viale Roma e che da alcuni non esiste più, soppressa da Ctt Nord gestore del trasporto pubblico locale. Moltissimi i disagi e le lamentele degli utenti 


giovedì, 16 luglio 2020, 10:30

Spiagge libere senza controlli e con pochissima vigilanza: Pieruccini della Lega scrive una lettera aperta al prefetto

Il sistema di vigilanza con gli steward per le spiagge libere del comune di Carrara funziona solo nei weekend ma, proprio nel momento in cui c’è il maggior numero di accessi per l’arrivo di turisti da fuori città, diventa inefficiente per il numero esiguo di addetti rispetto agli utenti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 15 luglio 2020, 11:12

Campeggio abusivo dei camper nel parcheggio su viale Colombo: Martisca di Forza Italia giovani chiede l’intervento dell’amministrazione

L’uso del parcheggio tra viale Colombo e via Werther Cacciatori, a pochi passi dagli stabilimenti balneari di Marina di Carrara, come un’area da campeggio, purtroppo ha una storia lunga di anni e di tentativi falliti di porvi rimedio


mercoledì, 15 luglio 2020, 11:05

"Risposta inqualificabile del sindaco sulle cause dell’incidente alla ragazza caduta per colpa delle radici dei pini": la critica di Italia Viva

La giustificazione delle carenti risorse nelle casse comunali che avrebbero impedito la manutenzione delle radici dei pini – causa di un grave incidente per il quale una ragazza carrarese è ricoverata all’ospedale di Pisa Cisanello – non è piaciuta affatto al coordinamento comunale di Italia Viva


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 14 luglio 2020, 19:16

Massa in Azione critica i risultati di bilancio esibiti dal sindaco Persiani

Un rendiconto di esercizio che registra un attivo di 45 milioni e 800mila euro e un fondo cassa di 12 milioni che si aggiungono ai tre presenti inizialmente. Questi i dati sul bilancio dell’amministrazione massese a due anni dall’elezione del centro destra alla guida della città pubblicati dallo stesso sindaco...


martedì, 14 luglio 2020, 18:41

Ritardi nella convenzione per la sorveglianza: Bernardi svela le ragioni della prolungata chiusura dei parchi di Marina

Non sarebbe ancora stata firmata la convenzione per la sorveglianza del parco Puccinelli e di quello di villa Ceci a Marina di Carrara e, per questo motivo, i due principali spazi versi attrezzati per bambini risultano ancora chiusi al pubblico nonostante l’allentamento di tutte le misure restrittive causate dall’emergenza sanitaria. E’...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara