massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 16 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Continua la querelle sulla Tari tra Italia Viva e amministrazione

lunedì, 11 maggio 2020, 14:05

di vinicia tesconi

Torna sul tema della Tari, la tassa sui rifiuti, il coordinatore comunale di Italia Viva, Fabrizio Volpi, e si rivolge ancora all’amministrazione carrarese che ha ribadito l’impossibilità per il comune di eliminare sia la Tari, sia la tassa sul suolo pubblico come richiesto da commercianti e titolari di locali e ristoranti.

Al “non ci sono leggi al momento per eliminare le due tasse” dichiarato dall’amministrazione durante l’incontro con una rappresentanza di commercianti e riferito dal video messaggio di Diego Crocetti presente al tavolo di confronto, Volpi ha risposto ricordando, in merito alla Tari che si dovrebbe pagare la tassa sui rifiuti solo quando si producono.

Un ristorante o un bar chiuso non produce alcun tipo di rifiuti: ha fatto notare Volpi che ha aggiunto: “E’ vero che non si può eliminare del tutto la Tari, ma la si può sospendere e ridurre. Italia Viva non può che stigmatizzare il comportamento irresponsabile dell'assessore al Bilancio, Matteo Martinelli nel non voler adottare subito “le nuove regole dettate dalla delibera Arera 158/2020 “ sugli sconti della tariffa rifiuti alle categorie economiche colpite dalla crisi oltre alla possibilità dell'abbassamento della tariffa Tosap. La risposta negativa data al Crocetti alle richieste su uno degli aspetti sostanziali, in vista delle riaperture e per il fatto che serviranno spazi più ampi per poter lavorare in sicurezza, è assurda.”

Volpi ha ricordato ancora una volta le motivazione presentate dallo stesso Martinelli per giustificare l’approvazione in anticipo del bilancio, per le quali il comune avrebbe potuto deliberare liberamente provvedimenti per contrastare i danni causati dall'emergenza Coronavirus ed ha fatto notare che tali provvedimenti, ad oggi, sarebbero stati pochi ed insufficienti.

“Nel caso dei commercianti - ha aggiunto Volpi - l’assessore al bilancio potrebbe adottare subito Il principio generale, fissato in una nuova delibera di Arera n° 158/2020 , che è piuttosto semplice cioè “ paga chi inquina”.

La Tari per le «utenze non domestiche», cioè per il vasto mondo che va dalle imprese al negozio sotto casa, va ridotta in proporzione ai giorni di chiusura determinati all’emergenza sanitaria. In questo caso i comuni devono applicare lo sconto alla quota variabile della tariffa, quella più importante, che in teoria misura l’utilizzo del servizio in base al principio appunto di “chi inquina paga”.

Italia Viva chiede che si vadano subito ad individuare i giorni di chiusura per ciascuna attività comprese nello sconto e sulla base della individuazione degli stessi, che venga predisposto un provvedimento nel quale si dia applicazione del fattore di correzione, cioè lo sconto proporzionale alla chiusura. Italia Viva chiede anche che lo sconto venga previsto , nonostante sia facoltativo, anche per le imprese e gli studi professionali che hanno chiuso spontaneamente l’attività, magari perché in grado di assicurare lo smart working ai dipendenti.

L'assessore Martinelli dovrebbe far la sua parte anche per la riduzione della Tosap perchè, seppur gli spazi di manovra sono ridotti, si può intervenire con riduzioni delle tariffe nei limiti di legge. Eventuali interventi sui citati tributi andrebbero adottati entro il termine previsto per l'approvazione del bilancio di previsione, a oggi fissato al 31 maggio prossimo, ma Martinelli può benissimo anticipare il tutto, come ha saputo fare quando ha voluto, con l’approvazione anticipata dell'ultimo bilancio.

Sembrava che l’assessore, in uno sfogo pieno di buonismo postato sul suo profilo Facebook, volesse stare assieme a chi sta soffrendo dal punto di vista economico e sociale spingendosi perfino a mandare il bilancio in deficit per cui, se quello che ha scritto è vero, faccia almeno approvare subito la delibera di determinazione delle nuove tariffe, e non stia immobile ad aspettare il fondo per i comuni da 3,5 miliardi che la manovra” fantasma” del presidente del consiglio Conte ha promesso. Inutile sperare anche che si avverino le dichiarazioni della Ministra Laura Castelli che su Tosap, assegnazione degli spazi a strisce blu dei parcheggi gratis per i commercianti, sostiene che interverrà in modo chirurgico a ristorare le perdite dei comuni.

Ormai nessuno crede più alle fake news sfornate dai DPCM del premier Conte. I commercianti men che meno, visti gli aiuti zero che li hanno ridotti alla fame. Adesso contano i fatti e non i rigiri di parole.”.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 16 luglio 2020, 10:37

Soppressa la linea serale di bus su viale Roma: situazione grave per Benedetti

Era la numero 60: la linea serale che da Massa centro portava a Marina dopo le 20,30 scendendo lungo viale Roma e che da alcuni non esiste più, soppressa da Ctt Nord gestore del trasporto pubblico locale. Moltissimi i disagi e le lamentele degli utenti 


giovedì, 16 luglio 2020, 10:30

Spiagge libere senza controlli e con pochissima vigilanza: Pieruccini della Lega scrive una lettera aperta al prefetto

Il sistema di vigilanza con gli steward per le spiagge libere del comune di Carrara funziona solo nei weekend ma, proprio nel momento in cui c’è il maggior numero di accessi per l’arrivo di turisti da fuori città, diventa inefficiente per il numero esiguo di addetti rispetto agli utenti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 15 luglio 2020, 11:12

Campeggio abusivo dei camper nel parcheggio su viale Colombo: Martisca di Forza Italia giovani chiede l’intervento dell’amministrazione

L’uso del parcheggio tra viale Colombo e via Werther Cacciatori, a pochi passi dagli stabilimenti balneari di Marina di Carrara, come un’area da campeggio, purtroppo ha una storia lunga di anni e di tentativi falliti di porvi rimedio


mercoledì, 15 luglio 2020, 11:05

"Risposta inqualificabile del sindaco sulle cause dell’incidente alla ragazza caduta per colpa delle radici dei pini": la critica di Italia Viva

La giustificazione delle carenti risorse nelle casse comunali che avrebbero impedito la manutenzione delle radici dei pini – causa di un grave incidente per il quale una ragazza carrarese è ricoverata all’ospedale di Pisa Cisanello – non è piaciuta affatto al coordinamento comunale di Italia Viva


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 14 luglio 2020, 19:16

Massa in Azione critica i risultati di bilancio esibiti dal sindaco Persiani

Un rendiconto di esercizio che registra un attivo di 45 milioni e 800mila euro e un fondo cassa di 12 milioni che si aggiungono ai tre presenti inizialmente. Questi i dati sul bilancio dell’amministrazione massese a due anni dall’elezione del centro destra alla guida della città pubblicati dallo stesso sindaco...


martedì, 14 luglio 2020, 18:41

Ritardi nella convenzione per la sorveglianza: Bernardi svela le ragioni della prolungata chiusura dei parchi di Marina

Non sarebbe ancora stata firmata la convenzione per la sorveglianza del parco Puccinelli e di quello di villa Ceci a Marina di Carrara e, per questo motivo, i due principali spazi versi attrezzati per bambini risultano ancora chiusi al pubblico nonostante l’allentamento di tutte le misure restrittive causate dall’emergenza sanitaria. E’...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara