massautosin
massauto

Anno 1°

domenica, 12 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Lavori di ristrutturazione oltre i limiti previsti al bagno Luciano: i Verdi parlano di abuso edilizio

mercoledì, 20 maggio 2020, 13:52

di vinicia tesconi

Sono terminati i lavori di ristrutturazione al bagno Luciano di Marina di Carrara, il primo stabilimento balneare a partire dalla spiaggia libera del porto, che già da alcuni mesi avevano sollevato perplessità e polemiche per la loro reale entità.

Erano stati i Verdi, all’inizio di marzo a segnalare che le opere murarie in via di costruzione facevano pensare ad un edificio imponente e completamente nuovo più che a una ristrutturazione di quello esistente. E di nuovo, oggi, sono i Verdi, che hanno raccolto anche le testimonianze e le lamentele dei bagni confinanti, che ritornano a segnalare un eventuale abuso edilizio che ha un forte impatto ambientale.

“Abbiamo ascoltato - hanno detto i Verdi - la protesta dello stabilimento balneare confinante, cioè il bagno Mistral, il cui titolare,non si capacita di come le autorità comunali e giudiziarie non siano intervenute per impedire che da una giusta ristrutturazione dei lavori si passasse, di fatto, alla costruzione di una nuova struttura che scavalca ogni disegno di una ristrutturazione necessaria.”.

I Verdi hanno fatto notare che la nuova costruzione, che ha dimensioni notevoli sia in larghezza, sia in altezza, preclude completamente la vista del mare e che non ha previsto una corsia che permetta ai mezzi di soccorso di intervenire in caso di bisogno. “Come Verdi abbiamo sempre mantenuto alta l’attenzione sulla tutela delle spiagge e ci siamo adoperati per salvaguardare il diritto dei cittadini di accedere al mare, battendoci sempre affinchè vengano riservati accessi liberi tramite passaggi regolamentati. Vedere il mare è un diritto. Non riusciamo a comprendere come sia stato possibile superare i divieti di ampliamento della costruzione e constatiamo, purtroppo, che non è stato ancora raggiunto nemmeno il suo limite .”.

I Verdi hanno segnalato anche la presenza di due pali di cemento piantati nella spiaggia dalla proprietà del bagno Luciano che costituiscono un potenziale grande pericolo per i bagnanti specialmente con il riflesso accecante dei raggi del sole. L’appello che i Verdi avevano fatto a marzo rivolto agli enti che hanno autorità giuridica e amministrativa per dare delucidazioni in merito alla regolarità della ristrutturazione in corso al bagno Luciano invitava ad un intervento immediato per dare una garanzia economica anche agli stessi autori della ristrutturazione.

“Oggi apprendiamo - hanno aggiunto i Verdi - che i lavori di ampliamento sono stati terminati e, come prevede il protocollo, è stata issata sul tetto la bandiera Italiana, che, a nostro parere, assume un duplice significato: vittoria per chi ha oltrepassato i vincoli ambientali e disfatta per chi si sente umiliato da chi non ha tenuto conto del diritto delle altrui persone. Con lucidità, chiediamo a chi compete, di assumersi la responsabilità di fare chiarezza su quanto sta accadendo. Come Verdi, oggi Europa Verde, siamo propensi a sostenere soluzioni ecosostenibili che portano vantaggi a tutta la cittadinanza. Ma con fermezza siamo contro ogni abuso ambientale. La nostra battaglia è per una svolta ecologia, il nostro fine è di costruire dei presupposti politici sani per ricomporre quella coesistenza fra la natura e l’uomo che è stata snaturata e manipolata a favore di interessi personali. Sappiamo, che esiste un modello economico culturale che resiste a questo cambiamento ed è quello che noi vogliamo. Per questo motivo abbiamo preso posizione nella vicenda del bagno Luciano. Ciò a cui puntiamo è di arrivare all’unico cambiamento possibile che si concretizza nel vivere la propria vita in modo corretto. Restiamo positivi: Europa Verde è una proposta, unica e realizzabile. Giovani e meno giovani si stanno mobilitando in tutto il mondo, per uscire da una crisi politica ed economica ed oggi anche sanitaria. La pandemia si combatte anche instaurando un nuovo sviluppo economico produttivo.”.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


domenica, 12 luglio 2020, 22:37

Scuola d'infanzia dei Poggi, lunedì 13 luglio partono i lavori

Al via un'altra importante opera pubblica da parte dell'amministrazione del sindaco Francesco Persiani: nella giornata di lunedì inizieranno ufficialmente i lavori alla scuola d'infanzia dei Poggi di via Pisacane


sabato, 11 luglio 2020, 09:46

Gemma (Pd): "Decoro centro storico, servono interventi di manutenzione e pulizia"

E' Marco Gemma, segretario del Circolo PD Massa centro, a puntare i riflettori sull'incuria in cui versa il centro storico di Massa chiedendo di intensificare gli interventi di manutenzione


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 10 luglio 2020, 14:06

Lutto nella sinistra massese: è scomparso Roberto Bertelloni fu dirigente provinciale del Pci

La morte è giunta dopo una lunghissima malattia e dopo un'immensa sofferenza. Roberto Bertelloni era ammalato di sla da tempo e ieri sera, come hanno detto i suoi cari, "ha smesso di soffrire"


giovedì, 9 luglio 2020, 23:03

Il Pd di Massa Carrara incontra il sottosegretario allo sviluppo economico Gianpaolo Manzella

Ha avuto luogo ieri un importante incontro del Partito Democratico di Massa Carrara con il sottosegretario allo sviluppo economico Gianpaolo Manzella introdotto dal Segretario Provinciale Manenti


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 9 luglio 2020, 19:20

Cub Trasporti: "Bus cercasi disperatamente"

Per gli utenti di TPL non c'è tregua: in seguito al covid-19 è venuta a galla una già grave situazione, l'impossibilità di far fronte a continui disservizi


giovedì, 9 luglio 2020, 17:44

Regolamento degli Agri: "Premialità, nessun liberi tutti ma finalmente norme certe per il settore"

Il gruppo consiliare rivendica «sia l’azione politica sul fronte della gestione del lapideo sia il cammino compiuto al fianco dell’amministrazione che, al termine un percorso lungo e articolato nel tempo, ci ha portato a una crescita e alla maturazione di posizioni in grado di conciliare i vincoli imposti dalle norme...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara