massautosin
massauto

Anno 1°

sabato, 26 settembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

“Attacco personale irricevibile da parte dell’assessore Raggi”: Bernardi fa partire le denunce

mercoledì, 22 luglio 2020, 16:44

Continua il botta e risposta tra il consigliere dell’oppsizione Massimiliano Bernardi e l’assessore ai lavori pubblici Andrea Raggi in merito ai dubbi sollevati dal primo sui rimborsi ricevuti da varie ditte per gli stipendi dell’assessore. Per Bernardi, la replica di Raggi, sarebbe solo l’ennesima arrampicata sugli specchi con la solita tecnica di contrattaccare l’avversario sul personale per evitare di dover dare risposte a domande per lui sconvenienti.  

Bernardi ha risposto a tono: “C ‘è una bella e sostanziale differenza tra i gettoni presenza del sottoscritto e i rimborsi che il comune paga ed ha pagato alle tre ditte che fortunatamente per l’assessore Raggi, nonostante il fallimento della Selmar nel 2019 ,  hanno continuato a dargli fiducia, stipulando contratti da circa 60 mila euro all'anno. Credo che a fronte di ciò sia più che  legittimo chiedersi quale sia l’utilità di una società che stipula un contratto consistente per un “  project Manager”, che dovrebbe essere la figura professionale di punta, e che invece per anni non lo vede proprio, visto che le ore lavorative le trascorre a palazzo comunale.”

Bernardi ha ribadito  di conoscere perfettamente il sistema dei rimborsi grazie alla sua esperienza ventennale come amministratore ed ha spiegato: “I 3700 euro liquidati dal dirigente Cristiano Boldrini alle  società che hanno indicato Raggi come project manager o amministratore delegato,  alla fine arrivano nelle sue tasche attraverso lo stipendio che percepisce e se l’assessore  sostiene il contrario è in assoluta malafede. E’ talmente logico da rendere superfluo il tornarci sopra. Detto ciò, da consigliere di opposizione nella piena libertà del mandato che mi è stato riconosciuto, non perdo certo tempo se chiedo più trasparenza e risposte serie e circostanziate sulla documentazione che attesti che i circa 200 mila euro che fino ad oggi ci è costato l’assessore Andrea Raggi, sono o non sono regolari.”

Bernardi ha riepilogato ancora una volta i nodi cruciali che suscitano perplessità nella vicenda degli stipendi di Raggi: “ Il dubbio nasce soprattutto dal fatto che non è per niente chiaro dove e con chi l’assessore Raggi abbia svolto le poche ore di lavoro  segnate oltre a quelle del rimborso  nel periodo che va dal marzo 2019, data del  fallimento e  della chiusura  della Selmar,  al 1 Aprile 2020, data della riapertura nella stessa sede di via Arzela a Santo Stefano Magra della Sems.”

Bernardi ha richiesto anche chiarimenti sull’eventuale attività svolta durante il periodo di lockdown nel quale tutte le aziende nautiche erano chiuse ed ha riaffermato la legittimità della sua richiesta di chiarimenti. “Proprio per questo motivo  - ha concluso Bernardi - e in riferimento alla ricostruzione sia del suo percorso professionale  sia di quello delle tre aziende Selmar, Seanet e Sems, che come ha detto lo stesso Raggi sono tra l'altro percorsi assolutamente “ deliranti ”, ma, secondo me  anche invischiati e difficili da capire,  ho deciso di presentare una denuncia circostanziata alla Guardia di Finanza e a seguire alla Corte  dei Conti nonché Procura della Repubblica di Massa Carrara.”


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 25 settembre 2020, 18:01

Giampaoli, De Pasquale: "Usiamo la Scuola di Musica". Si attende la nomina del nuovo dirigente

Prosegue l’impegno dell’amministrazione comunale per la sistemazione dei piccoli alunni della Scuola dell’Infanzia Giampaoli


venerdì, 25 settembre 2020, 16:32

“Spazi scolastici da reperire all’ex scuola media Da Vinci”: Baruzzo (FdI) rinnova la proposta

L’idea di recuperare alcuni spazi scolastici all’interno della ex scuola media di Avenza Da Vincia era stata lanciata dal coordinatore comunale di Fratelli d’Italia, due mesi fa proprio in previsione delle inevitabili difficoltà che avrebbe generato l’adeguamento della scuola alle misure anticovid


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 25 settembre 2020, 16:26

Opere degli studenti per valorizzare Carrara: la proposta di Martisca (FI Giovani)

Puntare sulle produzioni artistiche degli studenti dell’Accademia, del liceo artistico e della Scuola del Marmo per  combattere il degrado della città e valorizzarne la bellezza. Questa è la proposta lanciata da Lucian Marftisca, coordinatore di Forza Italia Giovani che ha annunciato il suo impegno specifico in questa direzione


venerdì, 25 settembre 2020, 16:24

Bernardi: “Chiuso il camposcuola per mancanza di dipendenti, pessima gestione dell’amministrazione”

Ennesima prova della cattiva gestione  dell’amministrazione 5 stelle secondo il consigliere dell’opposizione Massimiliano Bernardi che ha ricordato i tempi in cui, per i 5 stelle  il camposcuola era uno dei cavalli di battaglia della campagna elettorale


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 24 settembre 2020, 15:45

Il comune dà un’autorizzazione parziale per i locali della parrocchia Santissima Annunziata e i bambini delle materne Giampaoli e Lunense andranno a scuola a turno due giorni a settimana

A nove giorni dall’inizio dell’anno scolastico i bambini della scuola materna Giampaoli di Marina non hanno ancora potuto mettere piede in un adeguato surrogato della loro scuola, bloccata, almeno sulla carta, fino al primo ottobre, per lavori di ristrutturazione


giovedì, 24 settembre 2020, 08:28

L’anarchica Carrara si macchia di verde

Le Regionali, ormai si sa, hanno confermato che la nostra Toscana è rossa. Ma questa volta il rosso non è così marcato ed anzi, nella nostra provincia la coalizione di centrodestra di Susanna Ceccardi ha staccato quella di Eugenio Giani con un bel 1,7 per cento di preferenze in più


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara