massautosin
massauto

Anno 1°

giovedì, 13 agosto 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Infermiere "ribelle" multato, la Uil: "Accolte memorie difensive, ora cambiamo regolamento"

sabato, 4 luglio 2020, 15:38

"Siamo soddisfatti per la decisione della commissione disciplinare dell'Usl Toscana nord ovest a carico dell'infermiere nostro iscritto, Marco Lenzoni. Prima di tutto per il lavoratore stesso, anche alla luce di quanto sta accadendo nel resto d'Italia. Ma anche perché siamo convinti che siamo fortemente convinti che un regolamento aziendale non possa essere peggiorativo delle leggi e della Costituzione. Per questo chiediamo un incontro urgente con la dirigenza aziendale per rimettere in discussione la stesura dello stesso regolamento".

A parlare è il segretario della Uil Fpl, Claudio Salvadori, che entra nel merito della decisione della commissione disciplinare rilasciata il 2 luglio. "Nelle memorie difensive che abbiamo consegnato, abbiamo rimarcato all'azienda Lenzoni non aveva rilasciato alcuna dichiarazione contenente offese nei confronti dell'azienda ma che si limitava a segnalare lo stato di emergenza in cui si trovava a prestare la propria attività. Dichiarazioni che rispecchiavano la realtà, una situazione evidente e conosciuta dagli operatori che chiedevano aiuto in tal senso. Non era quindi ravvisabile alcun profilo di responsabilità disciplinare. Anzi, semmai si poteva notare un'estrema diligenza dello stesso nello svolgere i compiti con cura e attenzione. E' vero, la commissione disciplinare ha alla fine stabilito la multa di un'ora di servizio tenendo conto sia della mancanza di recidive disciplinari e dell'elemento psicologico nel perseguimento dell'interesse generale degli assistiti dal Servizio sanitario nazionale, per quanto errato nelle forme ma apprezzabile negli intenti".

Insomma, la sanzione c'è ma è più simbolica che fattiva e il segretario Uil Fpl ne prende atto: "Siamo soddisfatti per il lavoratore perché considerato quanto sta accadendo nella sanità Toscana e in Italia ci faceva temere ripercussioni più importanti. La commissione disciplinare ha ben capito le motivazioni che sono state fornite grazie all'ottimo lavoro sindacale svolto e dei legali che hanno seguito il caso. Ringraziamo gli avvocati, Ivan Bechini della Uil regionale, Daniele Biagini per il supporto tecnico, e l'avvocato D'Ambrosio che ha affiancato il lavoratore. Ribadiamo – conclude Salvadori – che a nostro parere il tema sollevato resta da discutere. Perché un lavoratore non può sottostare a un regolamento istituzionale, di un'azienda pubblica, che riteniamo anticostituzionale e peggiorativo delle leggi e della Costituzione. Chiediamo un confronto immediato con l'azienda per rimettere in discussione la stesura del regolamento aziendale a cui ci si rivolge quando un lavoratore porta avanti un'istanza o segnala delle cose che dovrebbero essere giudicate con spirito collaborativo e di verifica, non certo giustizialista da parte dell'azienda che, lo ricordiamo, resta la prima responsabile dell'integrità fisica e della sicurezza dei lavoratori". 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


mercoledì, 12 agosto 2020, 22:39

La Lega attacca ancora De Pasquale sugli immigrati di Casa Betania

"In fase di comunicazione il primo cittadino ha omesso di indicare la provenienza dei positivi, forse proprio per evitare che la gente potesse rendersi sempre più conto del rischio sanitario che gli immigrati possono risultare per il nostro Paese"


mercoledì, 12 agosto 2020, 22:39

Biblioteche ancora chiuse: Bernardi assegna la maglia nera alla Forti, assessore alla cultura carrarese

Gestione dell’emergenza coronavirus nel settore della cultura da maglia nera: questo il giudizio del consigliere dell’opposizione Massimiliano Bernardi, sull’operato dell’assessore alla cultura Federica Forti nel periodo post lockdown


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 12 agosto 2020, 22:37

Telecamere, ordinanze per la movida e attivazione della task-force anti-degrado: i suggerimenti del dipartimento sicurezza di FdI

L’incontro del sindaco Francesco De Pasquale con il nuovo primo dirigente del commissariato di Carrara, dottor Daniele Manganaro è servito da spunto per Lorenzo Baruzzo, coordinatore comunale di Fratelli d’Italia e responsabile regionale del dipartimento sicurezza, legalità e immigrazione di FdI, per lanciare alcuni suggerimenti all’amministrazione per rendere sempre più...


mercoledì, 12 agosto 2020, 22:35

Martisca di Forza Italia deposita esposto contro Casa Betania

“Casa Betania non è in grado di gestire l’accoglienza degli immigrati, né di garantirne un percorso di integrazione all’interno della società.” Questa motivazione, nata dalla scoperta di un focolaio con diciotto positivi all’interno del Cas di Bonascola gestito dall’associazione, è alla base dell’esposto che Lucian Martisca


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 12 agosto 2020, 22:16

Covid e discoteche, Rossi firma la 'condanna a morte'

Firmata dal presidente della Regione Toscana una nuova ordinanza che dispone per le discoteche misure di controllo per la diffusione del Covid più restrittive, in attesa di eventuali provvedimenti nazionali


lunedì, 10 agosto 2020, 13:00

Focolaio covid a Bonascola: Pieruccini della Lega attacca Casa Betania

L’analisi della vicenda del focolaio di coronavirus scoperto all’interno di un cas di Bonascola, fatta da Nicola Pieruccini, coordinatore comunale della Lega e candidato alle regionali, si concentra sull’associazione che gestisce il centro e sull’appoggio “interessato” di Pd e 5 stelle locali


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara