Anno 1°

venerdì, 4 dicembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

“No al monumento ai partigiani sovietici”: Benedetti critica la proposta

mercoledì, 28 ottobre 2020, 18:09

di vinicia tesconi

La prima motivazione sono sicuramente i tempi cupi, afflitti dal secondo e più grande picco della pandemia, che, oggettivamente, rendono poco interessanti e appetibili tutte le proposte di carattere storico-commemorativo. La seconda, non meno rilevante, è la storia stessa del comune a cui è stata fatta la proposta. La conclusione inevitabile è quindi la critica verso  l’ente istituzionale che in questo momento spende tempo ed energie per questioni non di utilità contingente né opportune. Tutta la vicenda ha per protagonisti, da un lato,  il presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, che ha impegnato il consiglio provinciale a lavorare su atti e documenti per la delibera relativa alla proposta dell’ambasciatore della Federazione Russa della Repubblica Italiana per  l’installazione a Carrara  di un monumento in ricordo dei partigiani sovietici, dall’altro il presidente del consiglio comunale di Massa Stefano Benedetti,vice coordinatore provinciale di Forza Italia. 

Benedetti ha infatti fatto notare che il comune di Carrara, al termine della seconda guerra mondiale ospitò i profughi della Dalmazia e dell’Istria che fuggirono dalla violenza e dalla persecuzione del regime comunista  di Tito, satellite della neonata Unione Sovietica, che si macchiò, con la collaborazione dei partigiani italiani,  della tragedia delle foibe. “Non si trattava, nel caso delle foibe- ha detto Benedetti- di partigiani russi ma erano comunque partigiani sanguinari accomunati dalla stessa ideologia politica. E poi, non possiamo certamente onorare chi ha operato agli ordini di  Stalin e del comandante Ivan Stepanovic Konev, condottiero da metodi spietati e profondamente legato all’ideologia del Socialismo Sovietico, tanta cara a Stalin che fu proprio uno degli organizzatori del movimento di resistenza , nonché il responsabile delle deportazioni nei purtroppo famosi campi di concentramento sovietici, nonchè della morte di milioni di ebrei.”

Secondo Benedetti esisterebbe una correlazione tra Stalin e Konev – definiti assassini – e i partigiani a cui si vuole dedicare un monumento a Carrara  e questa sarebbe motivo di imbarazzo per l’iniziaitiva.

“Il “ moderato” presidente Lorenzetti, anzichè rendersi patetico con queste scellerate proposte,  farebbe meglio ad attivarsi per individuare i fondi necessari per riqualificare il Palazzo della Provincia che giace in condizioni pietose ormai da anni, per non parlare della manutenzione e della sicurezza delle  strade, soprattutto in periodo invernale.”. Benedetti ha quindi ricordato che per le strade provinciali , in inverno,  esiste  ancora l’obbligo di installare le catene ed ha suggerito l’ipotesi che tale divieto sia dovuto alla mancanza di soldi  della Provincia per comprare il sale da spargere sulle strade. 

“Ci troviamo paradossalmente a dover viaggiare con le catene in auto anche in strade dove non nevica da 60 anni – ha continuato Benedetti -  come ad esempio  il lungomare di Marina di Massa o via Dorsale. Ma anche gli strumenti e gli attrezzi da lavoro per gli operai che devono effettuare la manutenzione delle strade e la messa in sicurezza delle zone montane, non sono idonei per soddisfare tutti i bisogni e le necessità, per cui, considerando che la Provincia si interessa quasi esclusivamente di strade e di scuole, mi domando cosa ci stia ancora a fare in quel posto il presidente Lorenzetti. Dopo questa ultima farsa, credo che debba dimettersi con dignità, ma dimettersi, perché un oltraggio del genere, con la realizzazione di un monumento intitolato ai partigiani russi, la nostra popolazione non se lo merita. Mi auguro che il consiglio provinciale decida di respingere questa proposta e presenti un documento di condanna per l’iniziativa del “ Democratico” e pacifista Presidente Lorenzetti.”

Benedetti ha poi proposto di avviare un percorso per una serie di iniziative in ricordo di tutti gli ebrei trucidati nel mondo e di tutte le vittime dei partigiani di qualsiasi nazionalità siano stati.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 4 dicembre 2020, 12:05

Riviera Apuana, intesa su governance

Grazie all'intesa tra il vicesindaco di Massa Andrea Cella, l'assessore al turismo di Carrara Federica Forti e l'assessore al turismo di Montignoso Eleonora Petracci, l'ambito Riviera Apuana ha la procedura di scelta della Destination Management Organization (DMO)


giovedì, 3 dicembre 2020, 19:23

Sentenza crollo argine del Carrione, la responsabilità fu di Regione e Provincia

Dopo sei anni è arrivata la sentenza del Tribunale delle acque di Torino sui responsabili del crollo dell’argine del Carrione che il 5 novembre 2014 causò la terribile alluvione di Marina di Carrara. I colpevoli furono i tecnici, i professionisti e le imprese scelti e nominati da Regione e Provincia


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 3 dicembre 2020, 19:19

3 dicembre, Giornata Internazionale delle persone con Disabilità

3 dicembre, Giornata Internazionale delle persone con Disabilità. Disabilità e inclusione al centro dell’azione dell’amministrazione Persiani: “Abbattiamo le barriere architettoniche e culturali”


giovedì, 3 dicembre 2020, 18:50

Dalla Lega applausi per la giunta di Massa che fa un bando per le attività commerciali e fischi per quella di Carrara “arrogante e menefreghista”

Il bando per le attività commerciali del centro che prevede contributi da un minimo di quattromila ad un massimo di seimila euro voluto dall’amministrazione di centrodestra di Massa ha trovato il plauso del coordinamento comunale della Lega di Carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 3 dicembre 2020, 18:50

Polemica luminarie, il sindaco incontra Veronica Frongia

«Ho incontrato una giovane imprenditrice, arrabbiata per gli effetti della crisi innescata dalla pandemia ma determinata a far sentire la propria voce per cambiare e migliorare la situazione, anche nella nostra città. Parlandole di persona ho compreso e raccolto il suo grido di allarme, ringraziandola per lo spirito con cui...


giovedì, 3 dicembre 2020, 18:49

Flashmob di FdI alla stazione contro il decreto sicurezza

Si è ritrovato tutto il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia, stamani, alla stazione di Carrara Avenza per dare vita a un flashmob contro il decreto sicurezza emanato dal governo Pd-5 stelle


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara