Anno 1°

domenica, 24 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Buoni spesa, stanziati 550 mila euro: “Speriamo di dare a chi è in difficoltà un Natale decoroso”

lunedì, 30 novembre 2020, 19:25

Oltre mezzo milione di euro per l’assegnazione di buoni pasto alle famiglie carraresi più colpite dalla crisi economica innescata dalla pandemia. Sì perché ai 350.448,74 euro destinati al Comune di Carrara dal governo con il decreto legge Ristori Ter del 23 novembre 2020, l’amministrazione ha potuto aggiungere altri 200 mila euro.

Queste risorse, arrivano dalle casse dei Servizi Sociali: in particolare, 100 mila euro erano già disponibili nel bilancio del settore e altre 100 mila sono state aggiunte con la salvaguardia.

«Memori dell’esperienza del primo lockdown, quando ci sono arrivate circa 4mila domande, nei mesi scorsi col Settore abbiamo fatto un lavoro certosino sapendo che, con la seconda ondata, ci saremmo trovati ad affrontare nuovamente un elevato numero di richieste. Mettendo insieme le nostre risorse allo stanziamento del governo, quindi, riusciamo ad avere a disposizione una cifra importante, con la quale speriamo di permettere alle persone di trascorrere anche un Natale decoroso» ha commentato l’assessore Anna Galleni.  

Durante il primo lockdown, lo ricordiamo, erano stati erogati 518.983,74 euro: di questi, oltre ai fondi del governo, 120.000 euro erano stati stanziati dall’amministrazione e circa 80.000 erano arrivati da donazioni private..

In questa seconda tranche, i buoni spesa saranno rilasciati direttamente dal Comune di Carrara e saranno utilizzabili in tutti gli esercizi commerciali convenzionati: l’elenco sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune. Ciascun buono avrà un valore di 150 euro e sarà utilizzabile per l’acquisto di generi alimentari o prodotti di prima necessità, con 50 euro in più per ogni componente del nucleo familiare, fino a un massimo di 500 euro. Le domande dovranno essere presentate entro e non oltre il 31 dicembre 2020 secondo le modalità indicate nel dettaglio sul sito www.comune.carrara.ms.it
I destinatari dell’intervento sono i nuclei familiari particolarmente esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza da Covid-19 e i nuclei familiari in stato di bisogno. In ogni caso le famiglie dovranno avere una disponibilità (su depositi bancari, conto corrente, libretti postali titoli azionari e obbligazionari e simili ) non superiore a 5.000 euro. Le risorse saranno assegnate secondo le seguenti priorità da utilizzarsi subordinatamente al non essere assegnatari di interventi di sostegno pubblico: condizione di indigenza o di necessità individuata dai servizi sociali; numerosità del nucleo familiare; presenza di minori; situazioni di fragilità recate dall’assenza di reti familiari e di prossimità; situazioni di marginalità e di particolare esclusione. Potranno presentare domanda anche coloro che hanno già usufruito degli interventi di aiuto alimentare (buoni spesa) nei mesi scorsi e che si trovano ancora nelle condizioni previste per l’accesso alla misura.

La valutazione delle domande sarà effettuata dal Servizio Sociale Professionale a seguito di sommaria istruttoria e facendo riferimento alle piattaforme già in uso: considerati i caratteri di eccezionalità e temporaneità della misura e data dall’emergenza alimentare, in una prima fase, la procedura potrà avvenire senza il ricorso alla prova dei mezzi (ISEE), salvo comunque successivo controllo e verifica.
Per richiedere il buono, i cittadini dovranno presentare l’apposita domanda, contenente l’autocertificazione della situazione economica e della presenza dei requisiti entro e non oltre il 31/12/2020 mediante una delle seguenti modalità alternative: compilando la modulistica disponibile sul sito internet istituzionale del Comune di Carrara; inviando i moduli tramite PEC all’indirizzo di posta elettronica certificata: comune.carrara@postecert.it; compilando gli appositi moduli (a breve potranno essere scaricati dal sito del Comune e prelevati presso la sede del Comune) e inviandoli a mezzo lettera raccomandata A/R, tenendo presente che farà fede la data riportata sul timbro dell’Ufficio postale accettante. La raccomandata dovrà essere indirizzata a: Comune di Carrara, Settore Servizi Sociali / Servizi Abitativi, Piazza 2 Giugno 1 - 54033 Carrara (MS). I moduli potranno anche essere consegnati a mano al protocollo del Comune di Carrara.
Gli aiuti verranno erogati fino ad esaurimento degli stanziamenti di bilancio. Qualora ad esaurimento delle domande presentate entro il 31/12/2020 fossero ancora disponibili risorse, verranno riaperti i termini per la presentazione di nuove richieste.

Chi volesse contribuire a questa iniziativa, può farlo con una donazione sul conto corrente 1600/825797/90 intestato a COMUNE DI CARRARA con causale DONAZIONI EMERGENZA CORONAVIRUS. L’Iban è: IT43F0617524510000082579790.
Le risorse saranno utilizzate per gli interventi di solidarietà alimentare. Se non ci fosse questa necessità, le risorse verranno impiegate comunque per aiutare le famiglie in difficoltà economica, anche dopo la fine dell’emergenza.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


domenica, 24 gennaio 2021, 17:43

Studio realizzato dal network Ernst Young, la critica di Barotti all'amministrazione Persiani

Barotti attacca l'amministrazione Persiani: "La nostra città continua ad essere, unitamente al resto del territorio apuano, maglia nera, in condizioni analoghe ci sono altre province del nord, ma non è consolatorio"


sabato, 23 gennaio 2021, 19:36

Lavori sul Ponte di Avenza, per la Lega si violano le regole e le norme di sicurezza

La Lega Carrara Salvini Premier denuncia, in un comunicato, alcune, a suo avviso, inosservanze rilevate nell'esecuzione dei lavori sul Ponte di Avenza


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 23 gennaio 2021, 09:21

Solidarietà dei Si-Cobas a Gianni Marchi, dipendente della casa di riposo Regina Elena

Il sindacato annuncia uno sciopero generale del pubblico e del privato, indetto il 29 gennaio e chiede al sindaco di Carrara De Pasquale e al direttore della rsa di trovare al più presto soluzioni adeguate a quanto denunciato da Gianni Marchi


sabato, 23 gennaio 2021, 09:17

Alberti (Pd) interpella il sindaco sull’apertura dell’ambulatorio medico a Casette

Il consigliere comunale di Massa Stefano Alberti, dopo aver già presentato, nel giugno 2019, un’interpellanza che richiedeva il ripristino dell’ambulatorio medico e l’apertura del servizio “la Bottega della Salute” nel paese di Casette, ha deciso di presentare un’ulteriore richiesta


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 22 gennaio 2021, 18:09

Riparte il progetto del raddoppio della Pontremolese: la soddisfazione di Ferri

Il progetto, infatti, è stato inserito nel nuovo schema di DPCM trasmesso mercoledì scorso alla Camera dei Deputati, che lo elenca tra le infrastrutture prioritarie da realizzarsi, con l’indicazione dei finanziamenti per complessivi 2,3 miliardi di euro e con la nomina di un commissario straordinario, l’ingegnere Mariano Cocchetti


venerdì, 22 gennaio 2021, 17:12

Pd: "Accuse di favoritismi, Benedetti rincara la dose"

Il Pd di Massa risponde alle accuse di favoritismi, lanciate dal presidente del consiglio comunale Stefano Benedetti, nei confronti di alcuni consiglieri e dipendenti comunal


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara