Anno 1°

mercoledì, 27 gennaio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Massa, la minoranza: “È il momento di dire basta”

martedì, 12 gennaio 2021, 16:43

I consiglieri del comune di Massa Alberti Stefano, Berti Uilian, Carioli Gabriele, Dell'Ertole Dina, Giusti Giovanni, Incoronato Agostino, Mencarelli Luana, Menchini Paolo, Mosti Elena e Volpi Alessandro annunciano che le minoranze hanno deciso di rifiutare la presidenza della Commissione Affari Istituzionali, come segno di denuncia delle molteplici violazioni delle regole democratiche, che sono dette avvenire nel comune di Massa.

“Le minoranze sono approdate alla grave decisione di non accettare la presidenza della Commissione Affari istituzionali, che le spetta per legge e da cui si è dimesso il consigliere Agostino Incoronato –dichiarano-  perché non hanno alcuna intenzione di legittimare l’ormai evidentissima violazione delle regole democratiche consumata dall’amministrazione e della maggioranza.”

“Da tempo –affermano- i lavori del Consiglio comunale e delle Commissioni si svolgono senza la garanzia della fondamentale pluralità delle opinioni. L'adesione supina a quanto indicato dalla Giunta ha persino prodotto in maniera suicida il voto favorevole dei consiglieri di maggioranza in Commissione Ambiente all’atto ricognitorio degli agri marmiferi, ritirato poi senza preavviso dallo stesso sindaco durante la seduta del Consiglio Comunale attraverso la votazione di una pregiudiziale, quindi per dubbio di legittimità. “

“La vicenda del Regolamento del funzionamento del Consiglio Comunale –puntualizzano- è un’ulteriore, tangibile prova di questo atteggiamento arbitrario della maggioranza che ha imposto una raffica di emendamenti prodotti dalla Giunta funzionale solo alla tenuta della maggioranza, al di là di ogni altra logica politica e senza la pur minima dimensione democratica. In questo senso il Regolamento è un vero e proprio atto spartitorio che cancella peraltro prerogative di difesa del pluralismo come nel caso del voto segreto.”

“In questo clima –spiegano- si inseriscono episodi, ripetuti e sconcertanti  come la censura operata dalla presidenza dal Consiglio agli interventi  dei consiglieri di minoranza, che è resa oltremodo facilitata dalla  possibilità unilaterale, del Presidente o dell'assessore Balloni, di  togliere l’audio ai microfoni on line degli esponenti della minoranza.”
“Altra grave vicenda –aggiungono- è stata anche la ripresa e la diffusione pubblica di conversazioni private di consiglieri, irrisi e lesi nell’esercizio delle loro funzioni, senza che nessuna voce di richiamo altrettanto pubblico si sia levato dall'amministrazione o dai suoi consiglieri.  Sono state molteplici, inoltre, le convocazioni giunte fuori tempo massimo, con documentazione incompleta e in alcuni casi persino sbagliata.”

“Alla luce di tutto ciò –asseriscono- la decisione di non accettare l’unica presidenza che spetta alle minoranze nasce proprio dalla convinzione dell’imprescindibile esigenza di non essere in alcun modo parte di un processo compiuto in costante disprezzo della democrazia. Se una maggioranza trasforma le istituzioni democratiche in luoghi antidemocratici, la mancata legittimazione da parte delle minoranze di tali luoghi è l’unico modo perseguibile per difendere la democrazia.”

“Non si tratta di assentarsi dalle istituzioni –concludono- ma di fare lo sforzo decisivo per denunciare l’aggressione che stanno vivendo. E’ in corso, ormai da tempo, un’opera di svuotamento dei compiti del Consiglio, divenuto un triste “votificio”, guidato da un presidente arrogante, la cui posizione mette in difficoltà la stessa maggioranza costretta a difenderlo battendo strade davvero poco credibili, come una Commissione ad hoc creata dal sindaco con un’anomala e costosa ordinanza. Dopo due anni e mezzo di erosione della dignità dei membri del Consiglio comunale è giunto, davvero, il momento di dire basta.”


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 26 gennaio 2021, 17:59

Lega Carrara: "Magazzino degli orrori a Turigliano, resti umani in scatoloni"

La Lega Carrara, in un comunicato, denuncia lo stato in cui si trova il cimitero di Turigliano e, in particolare, l'esistenza di scatoloni all'interno di un magazzino contenenti resti di cadaveri


martedì, 26 gennaio 2021, 17:46

Barotti risponde a Murzi: "Se la soluzione è la chiusura del porto allora dica dove reimpiegare gli operai"

Il consigliere massese Andrea Barotti si dice in disaccordo con le parole del sindaco di Forte dei Marmi Bruno Murzi riguardo al porto e risponde definendole "viziate dello stesso campanilismo di cui accusa"


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 26 gennaio 2021, 17:19

Lega: "Commissione d'inchiesta per il caso Serinper già istituita dal sindaco Persiani a dicembre"

Il gruppo consiliare Lega di Massa, in un comunicato, spiega le ragioni del voto contrario in consiglio comunale, per la richiesta avanzata dal M5S di una commissione consiliare di indagine sul caso Serinper


martedì, 26 gennaio 2021, 14:05

Danni maltempo: il presidente Lorenzetti chiede lo stato di emergenza regionale

Richiesti un finanziamento straordinario di 1 milione e mezzo per il ripristino della viabilità provinciale e un fondo pluriennale per la manutenzione straordinaria


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 25 gennaio 2021, 20:42

Italia Nostra apuo-lunense chiede che le arenarie dei marciapiedi in rifacimento non finiscano in discariche

Quel materiale è prezioso, non finisca in discarica. A chiederlo e a scongiurarlo è Italia Nostra Apuo-Lunense che con una lettera aperta indirizzata al sindaco richiama l'attenzione dell'amministrazione sul valore economico, storico e artistico del materiale di arenaria divelto in questi giorni dai marciapiedi di Marina Est


lunedì, 25 gennaio 2021, 20:39

Regina Elena, De Pasquale: «Pronti a proseguire il dialogo»

Nel corso dell’incontro di questa mattina con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali in merito ai concorsi per le assunzioni alla Regina Elena, al quale hanno preso parte in collegamento web il presidente dell’azienda speciale, Giuseppe Profili, il direttore Valeria Ricci e il consigliere di amministrazione Mauro Lancioni, il sindaco di...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara