Anno VIII

sabato, 23 ottobre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

Politica

Francesca Rossi e Gabriele Guadagni: altre dimissioni in vista tra i consiglieri cinquestelle. "Si sono presi alcuni giorni per riflettere"

giovedì, 23 settembre 2021, 19:17

di francesca vatteroni

Dopo la consigliere cinquestelle Marzia Paita, a stretto giro di posta, sembrerebbero arrivare anche le dimissioni di altri due consiglieri comunali cinquestelle: Francesca Rossi e Gabriele Guadagni. In realtà, ci spiega Michele Palma presidente del Consiglio ( che ha il compito di garantire l'esercizio effettivo delle funzioni dei consiglieri comunali assicurando il regolare funzionamento del Consiglio stesso), Rossi e Guadagni non hanno ancora ufficializzato, dato che formalmente l'ufficio della presidenza del Consiglio non è stato ancora raggiunto da nessuna lettera di dimissioni, neppure quelle di Marzia Paita della settimana scorsa. Ma comunque la decisione, sembrerebbe molto probabile, tant'è che le assenze dei due consiglieri erano diventate ormai sistematiche. "Si sono presi alcuni giorni per riflettere-ha spiegato Palma-del resto sono passati più di 5 anni da quando decidemmo di candidarci e in 5 anni cambiano molte cose, gli impegni di lavoro ed economici non sono più gli stessi. Le loro assenze prolungate si erano fatte sentire e quindi per coerenza verso i compagni oltre che per senso di responsabilità, non potendo seguire come prima, si sono presi alcuni giorni per ragionarci sopra. In realtà queste dimissioni potrebbero anche non esserci". Sono invece sicure quelle di Marzia Paita anche se manca ancora il protocollo, ma si tratterebbe solo di una questione tecnica.

"Ormai da tempo per impegni di lavoro, alcuni consiglieri hanno ridotto la loro partecipazione alle attività del consiglio comunale-precisa ancora Michele Palma- Per questo, con senso di responsabilità e correttezza, si sono presi un periodo di riflessione per valutare l'opportunità di restare in carica. Come è stato detto più volte, quello del consigliere è un incarico elettivo e quindi la scelta delle dimissioni è strettamente personale: a noi non resta che attendere rispettosamente che ciascuno di loro maturi una decisione. Contestualmente va ricordato che la surroga, cioè la sostituzione di un eletto, innesca un meccanismo con dei tempi tecnici ben precisi: dopo la formalizzazione delle dimissioni ci sono 10 giorni per insediare i nuovi consiglieri. Ai consiglieri entranti, che verranno attinti dall'elenco dei non eletti, viene chiesto di iniziare un percorso impegnativo, con responsabilità e oneri importanti. Inoltre, nelle prossime settimane, il consiglio comunale ha in programma una serie di appuntamenti che prevedono discussioni impegnative: la calendarizzazione delle surroghe dunque deve tenere conto anche degli spazi a disposizione per il confronto politico sui vari temi".

Il regolamento prevede quindi che entro 10 giorni dalle dimissioni ufficiali si debba procedere alla sostituzione di ciascun consigliere dimissionario.

Ecco l'elenco di chi dovrebbe essere chiamato per sostituire i tre dimissionari, andando in ordine delle preferenze riscosse alle elezioni del 2017:

Sara Francesca Cucurnia con 75 voti, Anna Maria Piombino con 66 voti, Mauro Lancioni con 64 voti, Mario Calzolari con 51 voti, Daniele Ghiotti con 48 voti, Giacomo Santini con 47 voti, Ivan Lenzoni con 40 voti e Lucilla Calzolari con 21 voti.

Ricordiamo il numero delle preferenze riscosse invece dai tre consiglieri sempre nella tornata elettorale del 2017 che consegnò la vittoria al M5s. Marzia Gemma Paita passò con 104 voti, Gabriele Guadagni con 85 voti e Francesca Rossi, la più votata tra i cinquestelle, ebbe 289 voti.

E' inevitabile in modo particolare, oggi, con la notizia delle dimissioni ( probabili) di Francesca Rossi, tornare col pensiero a ormai 4 anni fa, a quel primo Consiglio comunale: tutti vestiti a festa, la sala consiliare piena di cittadini e quel discorso tenuta da una emozionata Francesca, che in qualità di consigliere più votata presiedeva temporaneamente l'assise. Toccanti, vibranti e indubbiamente sentite le sue parole. Sentite da lei e da tutti. "Non posso dimenticare di essere prima di tutto una cittadina carrarese. Questa città è soprattutto vostra, nostra" un discorso che parlava, commuovendo, di distanza e frattura da recuperare tra città e amministratori in un rinnovato rapporto di fiducia, parlava di partecipazione, speranza per i cittadini di riprendersi i propri spazi. Interrotta a più riprese da applausi lunghi, scroscianti e ritmati. "Noi tutti insieme possiamo farcela" concludeva. E ancora applausi. Un discorso che trovava legami con un sentimento diffuso tra tanti. Ora Francesca Rossi se ne va, come prima di lei e di Guadagni, l'assessore al Marmo Alessandro Trivelli, l'assessore al Commercio Giovanni Macchiarini e la consigliere Marzia Paita (in seguito alla nota bufera scatenata per la sua gaffe sui social di qualche giorno fa). Resta invece una sensazione: che tutti, in qualche modo, in questi 4 anni, si sia perso qualcosa.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Politica


lagazzetta spazio pubblicità


venerdì, 22 ottobre 2021, 23:14

Esposto di Bernardi: "La Procura verifichi se ci sono irregolarità nel concorso per la direzione del Regina Elena"

Il consigliere di opposizione Massimiliano Bernardi, dopo aver presentato la questione in consiglio comunale e non aver trovato evidentemente risposta soddisfacente, annuncia in conferenza stampa di aver presentato esposto in Procura e presso la Corte dei Conti


giovedì, 21 ottobre 2021, 13:15

Area ex Sin Ferroleghe, FdI: "Abbiamo portato la questione in Parlamento. Vogliamo tempi certi per la bonifica dell'area"

Lo annuncia il consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Vittorio Fantozzi, che ha ricevuto quotidiane informazioni dal coordinatore provinciale di Fdi, Marco Guidi, al coordinatore comunale di Carrara, Lorenzo Baruzzo, ed capogruppo in comune a Massa, Alessandro Amorese


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 21 ottobre 2021, 12:39

GD Carrara: "Pericolo imminente sulla foce per mancata cura del verde e manutenzione"

Il gruppo giovani democratici di Carrara mette in evidenza una situazione veramente pericolosa per i cittadini, riguardante la strada della foce


mercoledì, 20 ottobre 2021, 08:54

Insieme: "Via Benedetto Croce come l’autodromo di Monza”

Sollecitata dai residenti di via Benedetto Croce, anche l’associazione Insieme che si preoccuperà di comunicare urgentemente il problema agli uffici comunali


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 19 ottobre 2021, 16:25

Italia Nostra raddoppia la sua presenza sul territorio

Domenica 17 ottobre, la sezione di Massa-Montignoso di Italia Nostra ha raddoppiato la sua presenza nel territorio partecipando a due iniziative di alto livello, la gita a Pontremoli e la visita guidata al Lago di Porta


domenica, 17 ottobre 2021, 20:36

Giovani democratici in difesa di CGIL: "Il sindaco Persiani guardi in casa sua e sciolga Forza Nuova e Tutto per Massa"

I Giovani Democratici apuani si stringono intorno alla CGIL dopo l'attacco subito a Roma, la settimana scorsa nella sede del sindacato, e lo testimoniano con una nota stampa in cui la denuncia dei Democratici coinvolge esplicitamente Forza Nuova chiedendone al sindaco lo scioglimento


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara