Anno XI 
Sabato 3 Dicembre 2022
 - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Politica
23 Novembre 2022

Visite: 329

È ormai di interesse regionale, e non solo, la diatriba sul valore, e i futuri finanziamenti, tra l’aeroporto di Pisa e quello di Firenze. Negli ultimi anni, infatti, Peretola sembra aver acquisito sempre più potere a discapito del buon vecchio “Galilei”: una buona notizia per tutta la toscana centro-orientale, un po’ meno gradita per tutto il complesso costiero che da Massa arriva fino a Livorno.

C’è chi ha provato a farsi sentire, ma ad eccezione dell’arcigna difesa a spada tratta dei pisani, pochi altri hanno deciso di seguire un via di pensiero che forse non porterebbe altro che vantaggi.

Il consigliere comunale massese Andrea Barotti, a capo della lista Arcipelago Massa, non si è di certo tirato indietro, dando il suo pieno supporto allo scalo pisano e apprezzando le parole di difesa del “Galilei” arrivate dal sindaco di Carrara Serena Arrighi.

L’intervento del sindaco di Carrara Serena Arrighi in difesa dell’aeroporto di Pisa non dovrebbe restare isolato; mi auguro che le sue parole spingano altri amministratori ad unirsi per evitare che lo scalo aereo della costa non venga penalizzato e mantenga la sua centralità guadagnata sul campo. Ho apprezzato la nota di Arrighi poiché dimostra la capacità di superare gli steccati ideologici quando è in discussione il bene comune e lo sviluppo di una parte della Toscana”.

Molto meno dolce è stato invece nei confronti del sindaco di Massa Francesco Persiani, accusato di essere più interessato a piccoli, e a volte inutili, cambiamenti urbanistici piuttosto che pensare alla città apuana con un progetto ad ampio respiro.

Credo che non passi inosservata la differenza tra un sindaco che si preoccupa del futuro della propria comunità, e perciò affronta questioni di ampio respiro ed una giunta, e quella Persiani, impegnata a rifare qualche aiuola o a individuare, con il dovuto rispetto, una collocazione alla statua del Santo patrono (uno spartitraffico sotto il comune)”.

Ma di note di demerito Barotti ne ha per tutti, criticando apertamente non solo l’attuale giunta massese, ma anche il presidente della provincia Gianni Lorenzetti, colpevole, a suo dire, di essere completamente slegato dalle necessità del territorio e di non avere idee chiare per rilanciare e aggiornare i settori economico, assistenziale, sociale e turistico.

Trovo, per onestà intellettuale, sconfortate il silenzio di chi, ad alto livello, rappresenta il nostro territorio, a partire dal presidente della provincia che, in varie occasioni, ha parlato di lavoro, di rilancio della zona industriale, ma sembra non cogliere che non vi può essere sviluppo quando si resta isolati; come dimenticare la pessima figura con il sindaco di Firenze per la metropolitana di superficie. Ad ogni buon conto Gianni Lorenzetti è in buona compagnia, visto che la penuria, per non dire assenza, di proposte, idee e iniziative sembra accumunare una classe politica che si ritrova in convegni letterali (l’ultimo il “comizio d’amore” di Evangelisti con annessa candidatura a sindaco) ma sembra scappare dai temi che interessano i cittadini; magari sarebbe interessante capire quale sia la posizione dei rappresentanti istituzionali sulla “multiutility della Toscana”, sul futuro del vecchio nosocomio, sull’ospedale di comunità, sullo scontro tra Firenze e Pisa per il traffico aereo, sul peso della politica quando il pubblico cede spazio ai privati in settori strategici (la vicenda degli aeroporti toscani è un esempio).”

Parole amare arrivano anche nei confronti del PD massese, che per Barotti rappresenta la quint’essenza di un partito che ormai ha deciso di chiudersi nei suoi salotti e perdere ogni contatto con la realtà.

Il “Fronte progressista”, come lo chiama ironicamente il consigliere, consiste in un gruppo di persone interessate ad un profitto privato e in perenne guerra con i propri alleate a causa di quegli stessi interessi.

Uno scenario desolante quello descritto da Barotti, da cui, sembra aver salvato solo il primo cittadino carrarino.

Probabilmente chiedo troppo a politici che pretendono rispetto istituzionale quando non riescono a liberare un palazzo storico da una impalcatura, installano cordoli di cemento in una città che ha le cave di marmo (a onor del vero sul lungomare qualcuno aveva già collocato fontanelle metalliche e cubi di calcestruzzo) o propongono di piantare tralci di vigna in riva al mare. Lo sconforto aumenta quando penso che il centrosinistra affronta lotte interne, più o meno silenziose, tra sostenitori di un ex onorevole, tornato dal buen retiro portoghese, e i supporter di un ex ambasciatore rimasto, fin qui, lontano dalla politica locale e dai problemi di questo territorio (criticità di cui potranno informarlo, non avendole risolte, i suoi “sponsor politici”); mentre una parte dell’area progressista, non rinnovatasi, disperde, in queste beghe, quel briciolo di pazienza ancora rimasto agli elettori, ai simpatizzanti. A Pietrasanta arrivano gli Uffizi diffusi; quegli Uffizi diffusi che avevo proposto, nel lontano 2019, di ospitare a Villa Massoni recuperando il complesso e le mura quattrocentesche del Castello Malaspina. Lascio ai politici esperti le strategie, le presentazioni di politici o ex politici divenuti scrittori preferendo i temi concreti, ed è in tale ottica che, pur da avversario, sottoporrò all’ufficio del nuovo ministro per i beni culturali la risposta ricevuta da Bruxelles sul recupero di Villa Massoni, unitamente all’idea di creare un codice per i beni culturali europeo ed un “patrimonio dell’Europa”.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

A novembre, con tanto di conferenza stampa a Marina di Massa l’amministrazione comunale ha inaugurato un appartamento e l’intera…

La Regione Toscana ha disposto misure di immediato sostegno a favore di famiglie e attività economiche e produttive colpite dagli…

Spazio disponibilie

"La Regione quali soluzioni intende attuare nel breve periodo per risolvere l'emergenza marmettola? Serve una soluzione che non comporti costi…

Una perturbazione interesserà la Toscana a partire dalla serata di oggi, venerdì 2 dicembre e per il fine settimana. A…

Spazio disponibilie

Quando si ha necessità di assumere un lavoratore domestico, è importante valutare con attenzione tutta una serie di aspetti…

Il viaggio dentro la tempesta (Helicon editore) è il titolo dell’ultima fatica letteraria della nostra collega, scrittrice, Angela…

L'incontro previsto per il giorno 1 dicembre con titolo 'La povertà di nuovo emergenza sociale' è stato rinviato al giorno…

Spazio disponibilie

A margine della mostra pittorica di Stefano Carlo Vecoli "COLORE e FORMA, tra Sogno e Realtà", dopo il grande successo…

L'amministrazione - è scritto in una nota - come promesso dallo stesso sindaco Francesco Persiani, si è già attivata per…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie