Anno 1°

domenica, 17 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Pontremoli

Con l’edizione 2019 compie il 61° compleanno lo storico “Bancarellino”

mercoledì, 6 febbraio 2019, 16:06

L’assegnazione del 62° premio “Bancarellino” avverrà a Pontremoli, in Piazza della Repubblica, sabato 18 maggio. Un premio storico che vive da decenni accanto al premio “Bancarella”, da cui trae la genesi in occasione della prima “Giornata dei ragazzi” nella città dei librai, che si tenne il 17 agosto 1957 a Pontremoli in occasione del Bancarella di quell’anno. La Giornata fu l’occasione d’incontro nazionale degli illustratori del libro e del periodico per ragazzi, e per una mostra dell’illustrazione sullo stesso tema.

La manifestazione fu animata dalle parole di insegnanti, scrittori, illustratori, studiosi, tra cui Renzo Tolozzi, editore e uno dei fondatori del premio “Bancarella”, il quale, per conto dell’Unione Librai Pontremolesi, annunciò il “via” a un premio “Bancarella” per i giovani che, nell’anno successivo – 1958 – avrebbe scelto il migliore libro di letteratura per ragazzi pubblicato nel 1957. Un premio, dunque, rivolto ai libri per i giovani, voluto e diffuso per loro.

Nasce, così, quello che fu definito il “Progetto Lettura”, che vede oggi al ponte di comando della Segreteria del Premio Giuditta Bertoli che, come sempre, ha contattato tutte le scuole medie d’Italia, invitandole a segnalare la loro partecipazione al progetto organizzato dalla Fondazione Città del Libro, con gli studenti che selezioneranno i libri in finale. L’adesione è risultata oltre ogni aspettativa, infatti 175 saranno le scuole medie che parteciperanno attivamente al Progetto.

Per tale scopo, la Segreteria del Premio invierà alle scuole aderenti i venti testi approvati per questa edizione 2019. I libri dovranno essere letti dagli studenti, i quali assegneranno un punteggio compreso tra zero e dieci, compresi i centesimi, dopodiché i risultati dovranno essere inviati alla Segreteria del Premio.

Il “Progetto Lettura” è la parte essenziale dell’evento, con l’intento di rendere protagonisti del “Bancarellino” i ragazzi, che selezioneranno i libri migliori e premieranno i testi più validi. Ciò consente ai piccoli studenti delle scuole medie di affrontare attivamente le esperienze che il premio concede, infatti saranno presenti nella duplice veste di giudici e spettatori. Come giudici dovranno affrontare il confronto delle numerose opinioni e gusti, lavoro che per ragazzi di città diverse e differente estrazione socio-culturale, dovrò insegnare loro a recepire ciò che la società moderna richiede, ossia la ricerca di motivazioni valide e coerenti, non per imporre, ma per cercare di far valere con il ragionamento il proprio punto di vista, consci che l’autocritica deve far parte di ogni essere umano.

Ovviamente, il fine ultimo della manifestazione è di rendere ordinario per le nuove generazioni il considerare i libri quali fonte prevalente di cultura e conoscenza, affinché il giovane studente li consideri come materia di analisi degli attuali problemi sociali, economici, ambientali e personali, naturalmente con la fattiva partecipazione dell’insegnante. I ragazzi, avranno inoltre la possibilità di confrontarsi anche con gli autori dei libri in occasione di incontri preparati dagli organizzatori della Fondazione il “Bancarellino”, ulteriore occasione per imparare come nasce un libro, poiché buona parte degli studenti vorrà, almeno al momento, immaginarsi 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare


Banca dinamica Carismi


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Pontremoli


carispezia1


venerdì, 15 febbraio 2019, 23:14

Lunigiana e i pacchetti turistici alla fiera del turismo di Parma

Domenica 17 febbraio l'associazione "Mani e Menti: laboratori di arti e mestieri della Lunigiana" parteciperà alla fiera del turismo di Parma ospite nello stand del C.A.I. di Parma dove promuoverà la Lunigiana e i pacchetti turistici proposti dal comune di Pontremoli


venerdì, 15 febbraio 2019, 14:23

Folla di fedeli in occasione della Festa della Beata Vergine di Lourdes

Oltre mille fedeli sono giunti alla Chiesa San Lorenzo Martire di Pontremoli (già Chiesa dei Cappuccini), nelle giornate dall’8 all’11 febbraio scorsi, in occasione delle celebrazioni in onore della Festa della Beata Vergine Maria di Lourdes


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 15 febbraio 2019, 10:56

Moscatelli (Cambiare Mulazzo): "Ospedale di Pontremoli, un mese di attesa per avere quattro cartelle cliniche"

"L'Ospedale di Pontremoli è importante per la Lunigiana, perchè le aree montane hanno bisogno dei servizi periferici".Così interviene Michele Moscatelli (Cambiare Mulazzo), sulla necessità di potenziare l'Ospedale di Pontremoli


giovedì, 14 febbraio 2019, 13:13

Interventi strutturali sugli ospedali, Ferri (Cara Puntremal): "A quando quelli chiesti da anni in Lunigiana?"

Jacopo Ferri, capogruppo di Cara Puntremal, commenta la notizia di interventi strutturali sul monoblocco di Carrara chiedendosi quando sarà finalmente la volta anche della Lunigiana


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 13 febbraio 2019, 16:14

Ospedale di Pontremoli: entro marzo un radiologo per coprire il turno del sabato pomeriggio

“Entro il mese di marzo l’ospedale di Pontremoli il sabato pomeriggio  avrà il radiologo”. La ASL risponde con una nota a Jacopo Ferri


martedì, 12 febbraio 2019, 17:12

“AOTL incontra... ”: a Pontremoli il raduno per i soci e tutti gli operatori turistici

L’Associazione Operatori Turistici della Lunigiana prosegue la serie di incontri con i propri soci e con tutti coloro che lavorano nel settore turistico nel nostro territorio in vista della stagione turistica 2019


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara