Anno VIII

lunedì, 2 agosto 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Pontremoli

“Sull’ospedale Covid troppa fretta”: Elisabetta Sordi contro il Pd

mercoledì, 11 novembre 2020, 14:20

di michela carlotti

Elisabetta Sordi, consigliera di minoranza di Pontremoli, candidata Pd alle trascorse regionali a sostegno del presidente Giani, ma anche dirigente medico di I livello del servizio immunotrasfusionale USL Toscana Nordovest.

Questi i presupposti dai quali parte una riflessione che merita tutto l’interesse dell’opinione pubblica, di quelle che lasciano parlare la competenza riguardo ad un determinato argomento e che non si piega agli stretti ordini di partito.

Il Pd provinciale nei giorni scorsi aveva rivolto a tutta la comunità un appello al senso di responsabilità, che in buona sostanza ha questo significato: la decisione è presa, fatevene una ragione perché il NOA è a tappo!

Ma il medico Sordi, prima ancora della consigliera piddina Sordi, parla da persona libera, con cognizione di causa, mettendo in campo la sua competenza per contribuire al meglio, con soluzioni adeguate e sostenibili, a gestire questa terribile situazione emergenziale.

“Non si tratta di un problema di mancata responsabilità o partecipazione del nostro territorio all'emergenza in atto – dichiara con decisione la Sordi - Tutto il personale sanitario, sia delle strutture Covid che no-Covid, ha dimostrato enorme senso di responsabilità e di collaborazione fin dalla prima ondata della pandemia, in ogni ruolo. Il problema è che ogni decisione deve rispondere a criteri di logicità e chiarezza”.

La Sordi chiarisce cos’è l'emergenza, e quali sono le occorrenze per gestirla: il problema consiste nella gestione del crescente numero di pazienti che necessitano di essere ricoverati, ventilati o, nei casi più gravi, intubati. Pertanto: “la soluzione non è, e non può essere quella di creare 14-20 posti letto per pazienti stabili, cioè per malati che non necessitano di ventilazione invasiva, né di terapia intensiva. Eppure – prosegue la Sordi - proprio questi sono i posti-letto pensati per la medicina-covid a Pontremoli: letti per pazienti stabili, in discrete condizioni, prossimi alla dimissione. Ma la necessità reale è, invece, proprio quella di avere postazioni di supporto medico e ventilatorio intensivo”.

Elisabetta Sordi spiega che la struttura ospedaliera di Pontremoli, non è versatile e modulare come il Noa: ciò comporta che i percorsi non possano essere completamente differenziati come invece avviene nell’ospedale delle Apuane, dove i percorsi sono totalmente alternativi.

“La fretta con cui è stata organizzata e gestita tutta la vicenda – commenta - sembra rispondere più ad una necessità di avere numeri di letti teoricamente disponibili, piuttosto che realmente necessari”.

La Sordi poi punta il dito contro i ritardi e gli investimenti sbagliati: “L'emergenza relativa al personale era già ben nota a marzo. Gli investimenti economici da centinaia di migliaia di euro effettuati nella prima ondata, hanno prevalentemente riguardato la costa, perché la Lunigiana è stata tenuta come area no-Covid. Però, oggi veniamo a conoscenza che quelle strutture (ex ospedale di Massa) non possono aprire per mancanza di personale”.

“Quindi – secondo la Sordi - l'investimento economico avrebbe dovuto tener conto anche di questo e, magari, preparare una soluzione sulla Lunigiana con più tempo, concertazione con il territorio, e non in fretta e furia come in questo caso, in cui sono state create zone filtro e doccia nel giro di poche ore”.  Oltre a tutto c’è, quindi, anche una spiacevole questione di mancanza di trasparenza e chiarezza nei confronti del territorio e dei rappresentanti istituzionali.

La gattina frettolosa ha fatto i gattini ciechi, così si dice: ed è quanto la Sordi in definitiva contesta al suo stesso partito, con un coraggioso atto d’accusa ad una soluzione frettolosa con conseguenze inevitabilmente gravose.

 


Questo articolo è stato letto volte.


Franco Mare

Banca dinamica Carismi

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Pontremoli


mercoledì, 28 luglio 2021, 14:59

Evade dai domiciliari, arrestato 48enne

L’uomo, M.A., un 48enne italiano, residente in centro a Pontremoli, conscio che non poteva stare fuori dalla propria abitazione, si è giustificato affermando di essere uscito da casa per comprare dell’acqua


mercoledì, 28 luglio 2021, 10:16

Evade dai domiciliari, arrestato dai carabinieri

Nel tardo pomeriggio del 26 luglio i carabinieri della stazione di Pontremoli hanno arrestato Andrea Mugnai, 48 anni, di Pontremoli, sottoposto al regime degli “arresti domiciliari”


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 22 luglio 2021, 12:47

Dario Vergassola ospite di eccezione domenica a Pontremoli

Cabarettista, cantautore, umorista, attore, conduttore tv e radiofonico, personaggio di grande forza comunicativa, spezzino di origini, Vergassola ha deciso di cimentarsi nella scrittura già dal lontano 2014  e oggi è di nuovo presente in libreria con “Storie vere di un mondo immaginario - Cinque racconti delle cinque terre”.


mercoledì, 21 luglio 2021, 15:05

‘Musica in Castello’, XVIII edizione: mercoledì a Pontremoli

“Musica in Castello” fa tappa a Pontremoli mercoledì 21 alle ore 21 in piazza della Repubblica. “La New York del rocker di Leicester”, il titolo della serata durante la quale ad andare in scena saranno James Maddock, Brian Mitchell alle tastiere e alla fisarmonica e Max Malavasi alla batteria


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 19 luglio 2021, 19:03

Antonella Stelitano vince la 58^ edizione del 'Premio Bancarella Sport'

Antonella Stelitano, con 119 voti di preferenza per il suo “Donne in bicicletta” vince la 58’ edizione del premio Bancarella Sport


lunedì, 19 luglio 2021, 10:26

Premio Bancarella 2021: ecco i vincitori

Ema Stokholma vince la 69° edizione dello Premio Bancarella con il libro “Per il mio bene”. I librai indipendenti scelgono la vita complicata, difficile, costellata di abusi e carica di eccessi di Morwenn Moguerou, in arte Ema Stokholma


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara