Anno 1°

sabato, 28 marzo 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : lettere alla gazzetta

"La legge sui Beni Estimati è una falsa soluzione"

sabato, 15 febbraio 2020, 18:08

di Erich Luchetti

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento a firma di Erich Lucchetti, presidente degli industriali di Massa Carrara, sull'argomento dei beni estimati: 

Gentile sindaco,

dato che in questi giorni è stata posta molta enfasi sull'opportunità che sia avviato al più presto l'iter legislativo per una legge che qualifichi i beni estimati come beni appartenenti al patrimonio indisponibile del Comune di Carrara, sulla base di una iniziativa legislativa promossa dal Consiglio Regionale della Toscana, e dato che anche Lei ha voluto sollecitare il Parlamento in tal senso con una propria lettera indirizzata a Deputati e Senatori, mi pare corretto per prima cosa ricordare che una eventuale legge statale, che riconduca i beni estimati al patrimonio indisponibile del Comune, porrà inevitabili e seri dubbi di costituzionalità.

I beni estimati infatti sono stati regolarmente acquistati con atti notarili e addirittura nell'ambito di procedure esecutive o fallimentari gestite dalla Magistratura. Ciò è riconosciuto nella stessa sentenza della Corte Costituzionale, dove si afferma che è un dato incontrovertibile che nel diritto vivente i beni estimati sono sempre stati trattati, anche dal Comune di Carrara, come beni privati. Inoltre, la Corte Costituzionale si è limitata ad affermare che la Regione non aveva competenza ad emanare una norma di interpretazione autentica in una materia, quale quella della proprietà, che appartiene all'ordinamento civile, ed è affidata quindi alla esclusiva competenza statale.

Quindi la Corte non ha mai detto o scritto di ritenere possibile e legittima una norma statale che, senza alcun indennizzo, espropri di fatto dei beni privati, cioè i beni cosiddetti estimati. Cioè s'è voluto scambiare una sentenza in cui la Corte Costituzionale afferma una incompetenza regionale per una implicita autorizzazione al legislatore statale a sottrarre i beni estimati a chi li ha regolarmente acquistati.

Del resto per il nostro Diritto e per la nostra Costituzione il compito di risolvere controversie, anche sul diritto di proprietà, è affidato alla Magistratura. In più non va mai dimenticato che anche a livello europeo la Corte Europea dei Diritti dell'Uomo ha escluso la possibilità di sottrarre beni di fronte a prassi consolidate e addirittura in casi in cui non si trattava di proprietà, ma di altri diritti assimilabili. Ciò significa che una legge statale ad hoc sui Beni Estimati sarà una falsa soluzione del problema, e rischierà di creare confusione e incertezza finché non sarà travolta da una sentenza che ne dichiari l'evidente incostituzionalità.

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Rubriche


lagazzetta spazio pubblicità


sabato, 28 marzo 2020, 10:01

Giannelli: "Nemmeno la pandemia ferma gli inquinatori: la vergogna del fosso Lavello e del Frigido invaso dalla marmettola"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo un intervento del presidente dell'associazione L'Assiolo sul problema dell'inquinamento che continua a sussistere nonostante la pandemia


venerdì, 27 marzo 2020, 15:36

"Dati Lunigiana ancora allarmanti, occorre cambiare passo"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera aperta al direttore generale dell'Azienda Usl Toscana nord-ovest, dottoressa Maria Letizia Casani, scritta da Cosimo Maria Ferri, in merito ai dati preoccupanti della Lunigiana e della provincia di Massa Carrara per l’emergenza Covid-19


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 26 marzo 2020, 13:06

“Dei remi facemmo ali al folle volo..."

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa testimonianza inviataci da Confartigianato che ha dato vita, in occasione di questa emergenza sanitaria, a una rubrica nella quale i propri iscritti raccontano le proprie esperienze


mercoledì, 25 marzo 2020, 15:05

"Stare a casa, per le donne vittime di violenza, è un dramma nel dramma"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento della portavoce delle donne democratiche di Massa Carrara Claudia Giuliani sul tema della violenza di genere


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 25 marzo 2020, 14:59

"Cronache da uno Stato nemico delle PMI"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo editoriale di un artigiano a cura di Stefano Giannoni, presidente Termoidraulici


lunedì, 23 marzo 2020, 18:15

La trincea dei medici in corsia: effetto Covid-19

23 marzo 2020. Il pensiero oscilla tra le quattro mura, che racchiudono, insieme l’infinito di un prossimo futuro e le ombre del presente. In questo tempo senza più stagioni abbiamo scoperto che il confronto non è verità, ma che quello che sta succedendo attende ancora un domani, che ci troverà...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara