Anno 1°

mercoledì, 3 giugno 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Servono interventi a tutela della sicurezza e della salute degli operatori del trasporto container nel Porto di La Spezia"

giovedì, 19 marzo 2020, 14:12

di assotir

Riceviamo e pubblichiamo l’ennesima lettera che il presidente provinciale Assotir La Spezia, Sandro Spinetta, ha inviato alle autorità di La Spezia interessate al porto, visto il momentaneo mancato accoglimento delle proprie richieste.

"Pregiate Autorità, Gent.li Responsabili,

prendendo atto di quanto comunicatoci dalla Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale, la scrivente Associazione ritiene di ribadire che le criticità riscontrate nel Porto di La Spezia non riguardano tanto la mancata applicazione di comportamenti virtuosi da parte dei datori di lavoro, ai quali sono state fornite tutte le indicazioni del caso, e dei loro conducenti, quanto piuttosto l’impossibilità, nonostante l’attuazione di tali comportamenti, di poter rispettare per gli operatori del trasporto container, le direttive previste dal D.P.C.M. del 9 marzo scorso. Più nello specifico, ricordiamo alla Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale che, ai sensi del Dlgs n.232 del 13 dicembre 2017, che ha modificato le disposizioni della Legge n.84 del 28 gennaio 1994, recante il Riordino della legislazione in materia portuale, all’art.6, comma 2, lett. a) il suddetto Dlgs stabilisce che all’Autorità di Sistema Portuale sono affidati i compiti di “indirizzo, programmazione, coordinamento, promozione e controllo delle operazioni portuali di cui all'articolo 16, comma 1, e delle altre attività commerciali ed industriali esercitate nei porti, con poteri di regolamentazione e di ordinanza, anche in riferimento alla sicurezza rispetto a rischi di incidenti connessi a tali attività ed alle condizioni di igiene del lavoro in attuazione dell'articolo 24”. L’esercizio di tali compiti, pertanto, risulta essere quanto mai opportuno per una realtà importante a livello regionale e nazionale come è il Porto di La Spezia.

Inoltre, al fine di segnalare, compiti e oneri dei soggetti operanti all’interno di una contesto portuale, ricordiamo quanto disposto dall’ex art.18, comma 6, lett. b) della legge sopracitata, il quale, in tema di concessioni, stabilisce che “ai fini del rilascio della concessione di cui al comma 1 è richiesto che i destinatari dell’atto concessorio possiedano adeguate attrezzature tecniche ed organizzative, idonee anche dal punto di vista della sicurezza a soddisfare le esigenze di un ciclo produttivo ed operativo a carattere continuativo ed integrato per conto proprio e di terzi”. Facciamo altresì presente che, dalla giornata del 14 marzo 2020, è stato sottoscritto il Protocollo condiviso di regolazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid-19 negli ambienti di lavoro, da parte di Confederazioni datoriali e Organizzazioni Sindacali nel quale, all’art. 3, primo punto, in riferimento alle modalità di accesso dei fornitori esterni in azienda si stabilisce che “Per l’accesso di fornitori esterni [è necessario] individuare procedure di ingresso, transito e uscita, mediante modalità, percorsi e tempistiche predefinite, al fine di ridurre le occasioni di contatto con il personale in forza nei reparti/uffici coinvolti”.

Pertanto, con riferimento a quanto sopra esposto, qualora si dovessero perpetuare situazioni come quelle denunciate dalle nostre imprese associate, che potrebbero generare possibili focolai per il mancato rispetto della distanza di sicurezza ed il divieto di assembramenti, così come disposto dal D.P.C.M del 9 marzo 2020, recante nuove misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19 sull'intero territorio nazionale, la scrivente Associazione chiederà l’intervento immediato della ASL territorialmente competente e riterrà direttamente responsabile l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale e la Capitaneria di Porto per i possibili contagi causati.

Infine, volendo contribuire in modo costruttivo alla risoluzione della problematica di cui all’oggetto della presente, ci permettiamo di suggerire una variazione, legata al particolare frangente, al protocollo di prenotazione container. Andando più nel dettaglio, si potrebbe pensare ad un sistema di consegna delle lettere di vettura agli addetti degli uffici del gate senza far scendere gli autisti dal mezzo; gli stessi operatori del gate dovrebbero poi rilasciare un numero progressivo trascrivendo nella matrice il numero telefonico dell’autista che attenderà nella propria cabina la chiamata al telefono per il ritiro documenti. Tale procedura è da tempo utilizzata dal VTE Porto di Voltri, facente parte dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale, e quindi perfettamente applicabile.

Fiduciosi di una rapida soluzione al problema più volte segnalato, porgiamo distinti saluti".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Rubriche


lagazzetta spazio pubblicità


martedì, 2 giugno 2020, 10:58

“…tornare a scuola è un esercizio di libertà, prima non me ne rendevo conto…”

Voci, pensieri, riflessioni dei teenagers carraresi sui cambiamenti causati dall’epidemia da Covid-19


lunedì, 1 giugno 2020, 13:10

“…mi piacerebbe tanto tornare a vivere normalmente almeno per un giorno…”

Voci, pensieri, riflessioni dei teenagers carraresi sui cambiamenti causati dall’epidemia da covid 19


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 31 maggio 2020, 17:40

2 Giugno: i professionisti dello spettacolo scrivono a Mattarella

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera firmata inviata al presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della Festa nazionale della Repubblica del 2 Giugno, da professioniste e professionisti dello spettacolo sulla loro drammatica situazione


domenica, 31 maggio 2020, 10:42

“La pandemia e la quarantena ci hanno tolto tanto…”

Voci, pensieri, riflessioni dei teenagers carraresi sui cambiamenti causati dall’epidemia da Covid-19


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 30 maggio 2020, 09:20

“…questo tempo perso non si potrà mai recuperare…”

Voci, pensieri, riflessioni dei teenagers carraresi sui cambiamenti causati dall’epidemia da Covid-19


venerdì, 29 maggio 2020, 18:20

“Il virus ci ha tolto la possibilità di stare insieme per il nostro ultimo anno di scuola…”

Voci, pensieri, riflessioni dei teenagers carraresi sui cambiamenti causati dall’epidemia da Covid-19


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara