Anno 1°

domenica, 12 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : adolescenti al tempo del coronavirus

“…questo tempo perso non si potrà mai recuperare…”

sabato, 30 maggio 2020, 09:20

Le voci dei bambini della quinta B della Scuola Elementare Gentili di Fossola a raccontare il disagio della lunga quarantena

In questa quarantena mi sto annoiando tantissimo, però posso uscire perchè ho il giardino dove mi diverto ma non come a scuola perchè non posso rivedere e giocare con i miei amici di classe e di calcio. Quest’anno dovrò andare alle medie e ne sono felice, ma mi dispiace che per adesso non potrò riabbracciare le mie maestre, per fortuna le posso vedere grazie alle video lezioni ma non le posso toccare e delle volte ci sono problemi di connessione.

Filippo Barattini classe V° B Scuola Elementare Gentili Fossola

Questo anno di scuola è l’ultimo delle elementari, quindi non potremo salutare i nostri compagni e le nostre maestre e  questa è una di quelle cose che non potrò recuperare come anche le gite che dovevamo fare. Vorrei ricominciare a fare è il mio sport, cioè il nuoto, perché stando in casa mi muovo molto meno e devo stare seduto sempre tanto durante le video lezioni. Spero che questo periodo di quarantena finisca presto e si possa tornare ad uscire per incontrare gli amici.  Con molti di loro ho mantenuto un contatto tramite giochi come la Playstation o whatsapp, ma ora il tempo che passa mi fa capire che è molto differente confrontarsi, ridere, scherzare, a volte anche prendersi in giro stando vicini. Purtroppo tante esperienze che non ho potuto vivere non potranno essere recuperate e questo mi dispiace molto.

Alessandro Bongiorni  classe V° B Scuola Elementare Gentili Fossola

…Le nostre giornate sono state completamente stravolte, mi sono mancati miei amici, le maestre, lo sport e tornare nei boschi con i miei amici e mio padre.  Io, questa quarantena, assieme ad altri ragazzi o bambini che il prossimo anno andranno in un altro istituto l’ho passata con un dolore, e non si tratta del tipico dolore come quando subiamo un trauma fisico, ma di un dolore dentro, nel nostro cuore. Perché non potremmo rivedere i nostri compagni e le nostre insegnanti che ci hanno seguito con pazienza e rispetto ed è grazie a loro che possiamo affrontare i prossimi anni scolastici con rispetto verso i nostri futuri professori.

Mattia Frediani classe V° B Scuola Elementare Gentili Fossola

All’inizio questa cosa di non andare a scuola mi rendeva felice, con il passare del tempo però la mia felicità si è trasformata in tristezza, perché ho capito che non avrei più fatto le cose che facevo prima di questo virus e cioè poter liberamente uscire di casa con tutta la mia famiglia, andare a trovare i miei nonni a Napoli, vedere i miei compagni classe e amici per poter giocare con loro e poi gli allenamenti di calcio a cui tengo molto. Quando ci hanno detto che avremmo fatto le videolezioni ero felicissimo perché avrei rivisto i miei compagni di classe e le mie maestre.  Insomma posso solo dire che la mia quarantena è passata velocemente senza tanti problemi, l’unica cosa che mi fa rattristare di tutta questa situazione è che essendo in quinta avrei voluto festeggiare la fine della scuola elementare insieme a tutta la mia classe per condividere i ricordi di questi anni passati assieme, per poterci salutare ed abbracciare promettendo di rivederci al mare  per giocare insieme, purtroppo al momento non sappiamo ancora cosa potremmo fare o non fare durante le vacanze estive e questo tempo perso non si potrà mai recuperare come tante altre cose che avevamo in programma e che non c’è stato possibile realizzare.

Vincenzo Iorio classe V° B Scuola elementare Gentili Fossola


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Rubriche


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 9 luglio 2020, 07:39

Viale Colombo: un anno dopo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento da parte di una residente della zona che denuncia, ad un anno di distanza, le magagne conseguenti all'abbattimento delle piante sul viale Colombo


mercoledì, 8 luglio 2020, 09:45

"Nuove officine dell'Istituto Meucci, così è se vi pare"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Franco Frediani in merito all'inizio dei lavori per le nuove officine dell'Istituto Meucci


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 6 luglio 2020, 14:04

"Spiagge libere a Massa quasi tutte inaccessibili"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera aperta diretta al sindaco di Massa Francesco Persiani e diffusa a nome del gruppo fb "In 500 sulla battigia. Al mare solo chi può pagare un ombrellone?"


venerdì, 3 luglio 2020, 12:56

"Storia di una fontana"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Franco Frediani in merito alla storia della Fontana dei putti recentemente restaurata


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 1 luglio 2020, 09:05

"Via Crucis del prof. Alterige Giorgi"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Paolo Biagini in merito all'istallazione nel battistero del Duomo della Via Crucis in terra cotta del prof. Alterige Giorgi


giovedì, 25 giugno 2020, 16:18

"Perplessità sull'attuale situazione delle spiagge libere a Massa"

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento del gruppo Fb "In 500 sulla battigia. Al mare solo chi può pagare un ombrellone?" in cui si esprimono perplessità sull'attuale situazione delle spiagge libere nel comune di Massa, anche a seguito della pubblicazione dell'atto della giunta massese


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara