Anno 1°

giovedì, 9 luglio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche : lettere alla gazzetta

"Donazione di 1000 euro alla Città di Massa: grazie ad Oleg Musica"

lunedì, 15 giugno 2020, 15:13

di ioulia makarova liakh

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Ioulia Makarova Liakh a seguito della donazione di 1000 euro alla Città di Massa, da parte del sig. Oleg Musica, che ha dimostrato una grande sensibilità un grandissimo cuore e tanto amore per la città.

"Non servono i cento rubli quando hai cento amici" dice l'antico proverbio Russo. Amici come Oleg Musica non ti lasciano in un momento del bisogno.

Oleg Musica partecipò ai tragici eventi di Odessa del 2 maggio 2014, è di Odessa ma attualmente vive in Germania, è attivista del movimento ''Kulikovo pole'', è un difensore dei diritti umani, spesso partecipa alle assemblee ONU e OSCE. Il 25 febbraio è stato accolto per la prima volta dal vice-sindaco della città di Massa- Andrea Cella. L'incontro fu organizzato dal Presidente dell'Associazione culturale ''Cuore russo'' Marco Mosti. L'obiettivo dell'incontro è stata la messa a punto delle attività culturali e delle cooperazioni future utili a rafforzare i rapporti di amicizia fra i due paesi.

Massa sarà nominata città per la pace spera Oleg, ed è proprio la pace tanto difesa da Oleg ad essere stata attaccata all'improvviso da un terribile nemico invisibile e sconosciuto, il Covid-19, buttando all'aria le attività lavorative, famiglie, progetti e soprattutto la salute e la vita di noi tutti, in tutto il mondo. Sono tante le famiglie rimaste senza la possibilità di lavorare, ad aver incontrato le grosse difficoltà, molti han perso i loro cari. Oleg Musica si è reso partecipe delle problematiche dei cittadini di Massa, contribuendo con un'offerta che andrà alle famiglie in difficoltà. I più sinceri ringraziamenti vanno ad Oleg Musica per essersi dimostrato vicino alla nostra amata Italia in questo momento buio che finirà anche grazie alla gente che insieme lo affronta".


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Rubriche


lagazzetta spazio pubblicità


giovedì, 9 luglio 2020, 07:39

Viale Colombo: un anno dopo

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento da parte di una residente della zona che denuncia, ad un anno di distanza, le magagne conseguenti all'abbattimento delle piante sul viale Colombo


mercoledì, 8 luglio 2020, 09:45

"Nuove officine dell'Istituto Meucci, così è se vi pare"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Franco Frediani in merito all'inizio dei lavori per le nuove officine dell'Istituto Meucci


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 6 luglio 2020, 14:04

"Spiagge libere a Massa quasi tutte inaccessibili"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera aperta diretta al sindaco di Massa Francesco Persiani e diffusa a nome del gruppo fb "In 500 sulla battigia. Al mare solo chi può pagare un ombrellone?"


venerdì, 3 luglio 2020, 12:56

"Storia di una fontana"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Franco Frediani in merito alla storia della Fontana dei putti recentemente restaurata


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 1 luglio 2020, 09:05

"Via Crucis del prof. Alterige Giorgi"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento di Paolo Biagini in merito all'istallazione nel battistero del Duomo della Via Crucis in terra cotta del prof. Alterige Giorgi


giovedì, 25 giugno 2020, 16:18

"Perplessità sull'attuale situazione delle spiagge libere a Massa"

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento del gruppo Fb "In 500 sulla battigia. Al mare solo chi può pagare un ombrellone?" in cui si esprimono perplessità sull'attuale situazione delle spiagge libere nel comune di Massa, anche a seguito della pubblicazione dell'atto della giunta massese


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara