Anno 1°

domenica, 29 novembre 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche

Morte Guerrina Piscaglia: Padre Graziano espulso dall’ordine religioso

venerdì, 13 novembre 2020, 09:44

di anna vagli

Ci sono delitti che vanno oltre la cronaca e sono destinati a stigmatizzare per sempre la storia di una comunità. La morte di Guerrina Piscaglia è uno di questi. 

Guerrina è scomparsa nel nulla il 1 maggio 2014 da Ca’ Raffello, un piccolo paese dell’Aretino, ed il suo corpo non è mai stato ritrovato. Per la sua morte è stato processato padre Gratien Alabi che con la donna – sposata e madre –  aveva intrapreso una liaison dangereuse.

Condannato in via definitiva a 25 anni di reclusione, l’Alabi potrà chiedere già tra un paio d’anni di beneficiare di alcuni permessi premio e di godere del regime di semilibertà. Ma non è tutto.  Quest’estate aveva fatto scalpore la notizia che il frate congolese – una volta uscito dal carcere – avrebbe potuto amministrare i sacramenti e, quindi, anche celebrare la Santa Messa. 

E sapete perché? Nei suoi confronti non era stata disposta la c.d. sospensione a divinis. Questa è una sanzione prevista dall’articolo 1333 del codice di diritto canonico che precisamente comporta per i sacerdoti la sospensione dai “ministeri” divini (tra i quali la confessione e la celebrazione delle funzioni religiose). 

Stando al diritto canonico, però, essa può essere impartita ai ministri di culto colpevoli di gravi mancanze disciplinari, che abbiano contratto matrimonio o a quelli che accedono a cariche politiche. E agli assassini? Sul punto, il diritto canonico tace. Così come non proferisce parola il Vaticano che, almeno fino ad oggi, mai si è pubblicamente pronunciato sullo scandalo giudiziario che ha coinvolto Padre Graziano. 

Non c’è proprio pace per la famiglia di Guerrina che ha deciso proprio l’estate scorsa di chiedere un maxi risarcimento ai danni alla Curia. L’avvocato della famiglia ha recentemente annunciato di intentare una causa civile affinché la Chiesa risarcisca Mirko e Lorenzo Alessandrini (rispettivamente marito e figlio della donna) per il danno provocato dall’Alabi nell’esercizio della sua attività pastorale.

Finalmente, però, è intervenuta la decisione che ci si aspettava da tempo. L’ordine dei Frati Premostratensi ha espulso Padre Gratien ed è stata anche intrapresa la procedura da parte del Vaticano diretta alla relativa riduzione dello stato laicale.

Il corpo di Guerrina non è mai stato ritrovato e l’Alabi continua a gridare la propria innocenza dal carcere di Rebibbia. 

In foto la criminologa Anna Vagli


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Rubriche


lagazzetta spazio pubblicità


lunedì, 23 novembre 2020, 16:01

Calcio, il carrarese Bernardeschi sogna un Europeo da protagonista in azzurro

È uno dei giocatori italiani più richiesti della prossima sessione di calciomercato. Carrarino doc, cresciuto e formatosi all’ombra delle Alpi Apuane, Federico Bernardeschi con buona probabilità scatenerà una vera e propria asta con l’apertura degli scambi e delle trattative a gennaio


martedì, 17 novembre 2020, 17:02

Che rapporto c'è tra streaming online e casinò digitali?

La bellezza e il brivido che regalano una partita a poker, una mano di blackjack o un giro di roulette sono unici e non riproducibili all’esterno di un casinò


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 16 novembre 2020, 18:56

"Aeroporto, sì alla vocazione turistica"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera indirizzata al sindaco di Massa da parte del comandante Sergio Pieroni sulla ripresa del progetto turistico per la città


giovedì, 12 novembre 2020, 14:55

Come internet ha cambiato il mondo dell'intrattenimento

Se solo 15 anni fa qualcuno ci avesse detto che nel 2020 avremmo potuto vedere film, serie TV e sport e giocare ai videogame o al gioco d'azzardo sullo stesso dispositivo mobile, in qualsiasi momento della giornata e in qualsiasi luogo, probabilmente lo avremmo preso per pazzo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 10 novembre 2020, 17:58

"La targa delle due chiese in piazza Aranci"

Da qualche giorno piazza Aranci può fregiarsi, di nuovo, della targa illustrativa delle due chiese che sorgevano sulla piazza medesima: la Collegiata di San Pietro e l'Oratorio di San Sebastiano


giovedì, 5 novembre 2020, 13:01

"Ex mercato coperto, perché non farlo rivivere con una sala conferenze?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera di Franco Frediani che avanza una propria proposta per rivitalizzare l'ala sud dell'ex mercato coperto


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara