Anno VIII

sabato, 8 maggio 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche

Mugello e quel sogno di riavere i tifosi sulle tribune

martedì, 13 aprile 2021, 10:14

In Toscana la MotoGP ha un significato del tutto particolare, vista la presenza di uno dei circuiti più amati, ovvero il Mugello. Un tracciato particolarmente apprezzato da parte dei piloti italiani che, nel corso degli anni, si sono dati battaglia per provare a vincere il Mondiale. Anche quest’anno sarà un grande spettacolo, nonostante buona parte degli appassionati di scommesse sportive siano ormai convinti che uno dei più importanti piloti italiani di tutti i tempi, ovvero Valentino Rossi, difficilmente potrà riuscire a combattere per il titolo in questa stagione, che potrebbe anche essere l’ultima. Tra i vari sostenitori di Rossi, però, troviamo anche l’ex pilota Marco Melandri che, nel corso di una recente intervista rilasciata al blog sportivo l’insider, ha messo in evidenza come, all’età di 42 anni, abbia ancora la velocità per tentare di giocarsi piazzamenti e vittorie.

Cosa è successo a Losail

Il pubblico al Mugello si diceva. Ebbene, il fatto che il primo Gran Premio di MotoGP 2021 abbia ospitato dei tifosi non ha fatto alcun clamore. Anche se in realtà, dopo tutto quello che stiamo passando, qualche sorriso dovrebbe pur provocarlo. In Qatar c’erano solamente 2000 tifosi, anche se poi il governo locale ha preso la decisione di chiudere nuovamente tutto per la seconda gara.

Il motivo? Quelli più banali: ovvero, le persone che erano presenti in tribuna non rispettavano la distanza di sicurezza di almeno un metro; alcuni non indossavano correttamente, in alcuni casi completamente, la mascherina. Insomma, non proprio uno spettacolo di quelli che ti attenderesti da chi organizza una gara di MotoGP. Ed ecco spiegato la facile e consequenziale scelta di chiudere tutto per il secondo Gran Premio.

Anche a Portimao mancherà il pubblico, visto che tra zone rosse e restrizioni diventa difficile, se non impossibile, organizzare qualcosa del genere. Detto questo, gli organizzatori della Dorna sono sempre in contatto con le autorità locali per capire se esistono i margini per provare a riaprire le porte delle gare ai tifosi. Buona parte del paddock, in fondo, è vaccinato, ma le regole legate alla bolla sanitaria continueranno ad essere rispettate, anche per via del fatto che svariati piloti e addetti ai lavori hanno deciso di rinviare la somministrazione del vaccino.

Tornare alla normalità

Il fatto di aver comunque rivisto, sia pure con un’organizzazione del tutto rivedibile, i tifosi tra le tribune ha provocato in ogni caso delle belle sensazioni, soprattutto tra i piloti. Ed ecco che si torna a parlare di programmi e di previsioni, mettendo in evidenza come, provare a fare pronostici in termini di ritorno del pubblico alle gare della MotoGP, in una situazione pandemica ancora completamente in divenire, è certamente un azzardo.

Detto questo, però, il prossimo 30 maggio al Mugello ci potrebbe essere spazio per una piccola novità, ovvero per rivedere anche solo una piccola fetta di pubblico sugli spalti. Una speranza che arriva proprio dalla persona più indicata, ironia del caso, ovvero il ministro della Salute Roberto Speranza, che ha confermato come ci potrebbe essere il via libera per la presenza di una sparuta percentuale di tifosi allo stadio Olimpico per alcune gare degli Europei che si svolgeranno il prossimo 11 giugno.

Una decina di giorni prima, quindi, ci sarà l’evento del Mugello e per la MotoGP potrebbe arrivare un simile via libera, sempre da parte del Comitato Scientifico e del Ministero della Salute. Insomma, dita incrociate, anche perché tutto dipenderà dalla curva dei contagi e dalla situazione pandemica globale, ma nello specifico nella regione Toscana, per ii weekend del Mugello.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Rubriche


lagazzetta spazio pubblicità


sabato, 1 maggio 2021, 13:05

"Buon primo maggio"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Elena Mosti in occasione del primo maggio, festa dei lavoratori e delle lavoratrici


giovedì, 29 aprile 2021, 09:39

"Celebrazioni del 25 aprile, escluse le associazioni combattentistiche e d'Arma"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera di Silvio Belatti, presidente Assoarma Massa e Carrara, inoltrata dal presidente nazionale Assoarma, Gen. C. A. Mario Buscemi, a seguito di una celebrazione del 25 aprile ritenuta mortificante, stante il mancato invito a presenziare alle Associazioni Combattentistiche e d'Arma


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 27 aprile 2021, 21:49

La forza di un sogno

Il 2 maggio 2020, un anno fa, una grande donna, Miriam Baratta è deceduta in tempo di covid per cui la sua morte non ha potuto avere una celebrazione pubblica adeguata


martedì, 27 aprile 2021, 17:12

Come scegliere una mascherina ffp3: consigli e suggerimenti

Le mascherine sono uno dei dispositivi di protezione individuale più importanti e utilizzati in assoluto. Tutti sono ormai abituati ad indossarle e sono fondamentali per proteggere ogni persona dalla pandemia da Covid 19 purtroppo in corso


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 26 aprile 2021, 21:17

Codici sconto: cosa sono e come si usano

Una volta quando si voleva acquistare un prodotto si doveva uscire di casa, magari prendere la macchina, e recarsi nel punto vendita più vicino per comprare un certo tipo di oggetto, con il rischio che non fosse presente o già esaurito


sabato, 24 aprile 2021, 11:18

Lettera aperta al presidente Giani: "Regole certe e chiare sui vaccini per non confondere le persone"

Riceviamo e pubblichiamo questa lettera aperta di Laura Menconi, presidente Ada Carrara, indirizzata al presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, sui vaccini


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara