Anno VIII

venerdì, 24 settembre 2021 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Rubriche

Il futuro delle scommesse tra online e offline

mercoledì, 1 settembre 2021, 01:07

La pandemia ha rivoluzionato diversi settori. Alcuni hanno visto, d’improvviso, sbattersi in faccia il progresso tecnologico, causando non pochi problemi. Altri che, invece, erano abbastanza attrezzati e, quindi, tutto sommato erano più pronti a fronteggiare questi cambiamenti.

Ma cosa è cambiato, invece, andando nello specifico, nel mondo delle scommesse? Era da tempo che si stava assistendo a un doppio binario: quello dell’online, fatto di giocate live, ovunque e nella massima comodità, e quello dell’offline, con i centri scommesse divenuti quasi un punto di aggregazione dove vedere le partite e, magari, scambiarsi qualche opinione su dove giocare.

Andiamo a vedere tutto nel dettaglio.

I cambiamenti nell’online

Non basta più la possibilità di giocare live qualsiasi cosa: dal numero dei calci d’angolo alla prossima ammonizione passando per chi farà il prossimo goal. Dopo mesi di lockdown e restrizioni, le persone vogliono incontrarsi – seppur in sicurezza – e quindi non lesinano la possibilità di poter fare due passi e incontrare amici con cui condividere la passione del calcio o di qualsiasi altro sport.

Proprio per questo, le concessionarie si stanno attrezzando con delle offerte e delle promozioni. Si va dalla possibilità di provare giochi con soldi veri senza deposito ai bonus di benvenuto. Sempre, però, con l’avvertimento e la consapevolezza di dover giocare responsabilmente.

Al fine di evitare scommesse pericolose, i portali prevedono anche dei veri e propri blocchi e limiti di spesa al riguardo, in modo che tu non possa spendere più di un tot. Il limite potrai sceglierlo anche tu. Magari può capitare di non renderti conto quanto stai spendendo e sarà il sistema stesso a vietarti di giocare.

Oltretutto, ormai, qualsiasi sito è responsive e, quindi, ti permette di scommettere ovunque tu sia.

I cambiamenti nell’offline

Sembrava che i centri scommesse fossero sul viale del tramonto. Che i classici incontri della domenica mattina – quando si giocava la gran parte delle partite di calcio nell’ultimo giorno della settimana alle 15.00 – fossero un lontano ricordo.

E invece sembra che non sia così. Come abbiamo scritto qualche rigo più su, probabilmente proprio il fatto di stare chiusi in caso ha reso un bisogno quasi fisiologico quello di uscire, quando possibile e in sicurezza, e incontrare amici.

Anche a costo di vestirsi apposta e scendere mentre si è sul letto. E i centri scommesse, da questo punto di vista, si sono attrezzate. Oggi, infatti, è quasi impossibile trovare un luogo dove si può scommettere che non faccia vedere le partite di serie A e dei vari campionati stranieri.

Spesso, infatti, il gioco viene usato come una ‘scusa’ per poter stare insieme e, perché no, anche vedere la gara della propria squadra del cuore. Insomma, un motivo di aggregazione che non fa male. E, per giunta, puoi anche vederla senza necessariamente fare qualche scommessa. Proprio per questo motivo, non di rado, nelle gare importanti, è facile trovare tante persone di fronte la tv per poter gustarsi, in compagnia, il match.

E le evoluzioni, sia dell’online che dell’offline, non sembrano finire qua.

 

 


Questo articolo è stato letto volte.


prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Rubriche


lagazzetta spazio pubblicità


mercoledì, 22 settembre 2021, 22:29

Come diverse competizioni sportive hanno affrontato il COVID-19

Quando il COVID ha colpito, all'inizio del 2020, si può dire che ha colto il mondo di sorpresa. Improvvisamente, tutto è cambiato. Quando i contagi hanno cominciato a diffondersi in diversi paesi, il virus è diventato una minaccia molto più concreta di quanto si pensasse inizialmente


domenica, 19 settembre 2021, 23:01

La storia del gioco d’azzardo nelle città toscane medievali

Nell’antichità, come nei giorni moderni, il gioco d’azzardo aveva una sua regolamentazione. Nei comuni toscani l’interesse era molto alto, poiché il gioco ricopriva un ruolo di primo piano nella vita dei toscani


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 14 settembre 2021, 11:32

Tante nuove slot online da scoprire

Le vacanze ormai lontane, anche se appena passate, ci lasciano sempre una carica che non vediamo l’ora di riversare sulle nostre passioni: e anche il mondo dei giochi online non fa eccezione


sabato, 28 agosto 2021, 09:31

"Afghanistan, la fuga non sarà certamente la resa: la speranza di un dialogo costruttivo"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo intervento del collega Biagio Maimone sulla delicata situazione in Afghanistan e sul futuro del paese dopo l'arrivo dei talebani


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


giovedì, 26 agosto 2021, 17:26

"In ricordo di Franco Gussoni, una brava persona"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo ricordo del professor Franco Gussoni, deceduto nel 2018 a soli 69 anni, tracciato da Bruno Giampaoli


giovedì, 26 agosto 2021, 13:50

"La toponomastica è la carta di identità di una città: perché intestare le strade a chi non c'entra nulla?"

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa interessante considerazione inviataci da un lettore sulla intestazione di vie e piazze a personaggi più o meno illustri, ma non originari della città


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara