Anno XI 
Mercoledì 1 Febbraio 2023
 - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Rubriche
18 Gennaio 2023

Visite: 129

La figura degli operatori dei Casinò è, da sempre, un dettaglio collaterale nell’immaginario collettivo; sembra quasi di avere a che fare con personaggi misteriosi o impersonali, eppure senza di loro molti giochi diventano impossibili.
Provando a guardare meglio il loro mondo scopriremo figure professionali del tutto interessanti quanto abili a condurre il gioco, nel rispetto di regole e dettagli che facciano la differenza tra un gioco sicuro e divertente e situazioni ai confini del lecito, del tutto sconsigliabili.
Per questo, oggi, quando si tratta dell’argomento del
dealer e del croupier si parla di esperti professionisti con dei percorsi che non ammettano improvvisazione.
E se analizziamo i live casino?

Ovviamente la cosa cambia ma solo formalmente perché il concetto di sicurezza e di precisione rimane invariato.
Il
live casino è lo sviluppo naturale dei giochi fisici, reperibili nelle sale da gioco e nei Casinò, ora disponibili online tramite dei portali verificati e certificati dalle autorità competenti; su questi portali è possibile giocare ai giochi di fortuna come a quelli definiti “di abilità”.

IL termine"Live", però, rimane da capire specificatamente perché è il dettaglio che crea interesse oltre ad essere un motivo del successo di questa formula.

Di che si tratta? Il giocatore si collega tramite la Rete del Web ma interagisce con una situazione che si svolge in tempo reale nelle sale di casinò organizzati e messi in piedi all’uopo, in studi di tipo televisivo, come se si fosse in collegamento con qualche programma di intrattenimento sui canali TV propriamente detti.

L’utente, in tal modo, è presente “virtualmente" ad un tavolo di gioco e sfida un dealer o un croupier vero e proprio, rimanendo sul divano o su una comoda sedia a casa propria.
Ciò lo distingue dal gioco online “puro”, basato su software e simulatori virtuali, dove il gioco è affidato totalmente ad algoritmi gestiti in remoto.

Il croupier svolge la sua funzione quindi in diretta ed opera secondo le regole di gioco e secondo, naturalmente, la casualità che rappresenta la vera identità dei giochi in questione, parimenti il dealer se si richieda tale figura in relazione al gioco.

Oggi quel mondo si conosce un po’ di più grazie a racconti e video che circolano tra gli appassionati e quindi è più possibile capire quali siano aneddoti e storie di questi operatori che vivono, dall’altra parte dello schermo, la missione di far divertire e sognare i tanti giocatori che si affidano a loro per sfidare la fortuna.
In verità parlarci è interessante per capire un concetto base che è: “il gioco è un divertimento” che è parente del concetto: “si gioca per divertirsi, anche se si usano i soldi, senza esagerare”.

Occorrerebbe ascoltare quell’operatore che racconta di notti insonni ad un tavolo di gioco chiamato “il cimitero”, così nomato a causa della scarsa affluenza di persone, causa orario, ma necessario proprio per gestire bisogni e pulsioni di una clientela di
insonni che non possono fare a meno di ingannare la notte sfidando la fortuna e le proprie capacità.

Oppure la storia di chi si è trovato ad operare a Las Vegas in un Casinò frequentato, visibilmente, da ricconi con tendenza alla cafonaggine se non gangsters conclamati.
Si passa dal personaggio che perde ad un tavolo di gioco di Black Jack una quantità di bigliettoni da cento dollari da assommare migliaia di dollari, al tizio che vince con abilità e pazienza perdendo, però, tutto in un paio di azzardi finiti male, con una mega imprecazione finale da far tremare i lampadari.

Sono storie divertenti, in fondo, ma sempre nella cognizione che è meglio essere parsimoniosi e giudiziosi nel gioco e magari rimanere educati anche con gli operatori che sono lì da ore.

Le curiosità dei dealer e croupier raccontate in prima persona.


La figura degli operatori dei Casinò è, da sempre, un dettaglio collaterale nell’immaginario collettivo; sembra quasi di avere a che fare con personaggi misteriosi o impersonali, eppure senza di loro molti giochi diventano impossibili.
Provando a guardare meglio il loro mondo scopriremo figure professionali del tutto interessanti quanto abili a condurre il gioco, nel rispetto di regole e dettagli che facciano la differenza tra un gioco sicuro e divertente e situazioni ai confini del lecito, del tutto sconsigliabili.
Per questo, oggi, quando si tratta dell’argomento del
dealer e del croupier si parla di esperti professionisti con dei percorsi che non ammettano improvvisazione.
E se analizziamo i live casino?

Ovviamente la cosa cambia ma solo formalmente perché il concetto di sicurezza e di precisione rimane invariato.
Il
live casino è lo sviluppo naturale dei giochi fisici, reperibili nelle sale da gioco e nei Casinò, ora disponibili online tramite dei portali verificati e certificati dalle autorità competenti; su questi portali è possibile giocare ai giochi di fortuna come a quelli definiti “di abilità”.

IL termine"Live", però, rimane da capire specificatamente perché è il dettaglio che crea interesse oltre ad essere un motivo del successo di questa formula.

Di che si tratta? Il giocatore si collega tramite la Rete del Web ma interagisce con una situazione che si svolge in tempo reale nelle sale di casinò organizzati e messi in piedi all’uopo, in studi di tipo televisivo, come se si fosse in collegamento con qualche programma di intrattenimento sui canali TV propriamente detti.

L’utente, in tal modo, è presente “virtualmente" ad un tavolo di gioco e sfida un dealer o un croupier vero e proprio, rimanendo sul divano o su una comoda sedia a casa propria.
Ciò lo distingue dal gioco online “puro”, basato su software e simulatori virtuali, dove il gioco è affidato totalmente ad algoritmi gestiti in remoto.

Il croupier svolge la sua funzione quindi in diretta ed opera secondo le regole di gioco e secondo, naturalmente, la casualità che rappresenta la vera identità dei giochi in questione, parimenti il dealer se si richieda tale figura in relazione al gioco.

Oggi quel mondo si conosce un po’ di più grazie a racconti e video che circolano tra gli appassionati e quindi è più possibile capire quali siano aneddoti e storie di questi operatori che vivono, dall’altra parte dello schermo, la missione di far divertire e sognare i tanti giocatori che si affidano a loro per sfidare la fortuna.
In verità parlarci è interessante per capire un concetto base che è: “il gioco è un divertimento” che è parente del concetto: “si gioca per divertirsi, anche se si usano i soldi, senza esagerare”.

Occorrerebbe ascoltare quell’operatore che racconta di notti insonni ad un tavolo di gioco chiamato “il cimitero”, così nomato a causa della scarsa affluenza di persone, causa orario, ma necessario proprio per gestire bisogni e pulsioni di una clientela di
insonni che non possono fare a meno di ingannare la notte sfidando la fortuna e le proprie capacità.

Oppure la storia di chi si è trovato ad operare a Las Vegas in un Casinò frequentato, visibilmente, da ricconi con tendenza alla cafonaggine se non gangsters conclamati.
Si passa dal personaggio che perde ad un tavolo di gioco di Black Jack una quantità di bigliettoni da cento dollari da assommare migliaia di dollari, al tizio che vince con abilità e pazienza perdendo, però, tutto in un paio di azzardi finiti male, con una mega imprecazione finale da far tremare i lampadari.

Sono storie divertenti, in fondo, ma sempre nella cognizione che è meglio essere parsimoniosi e giudiziosi nel gioco e magari rimanere educati anche con gli operatori che sono lì da ore.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Dalle ultime direttive, sembra proprio che arriverà una vera e propria installazione massiccia di antenne di telefonia su tutto il…

Domenica 5 febbraio dalle ore 17 al Jack Rabbit a Massa  ci sarà il terzo incontro dedicato alla situazione…

Spazio disponibilie

Continuano gli attacchi all’assessore del comune di Carrara Moreno Lorenzini. Il politico sembra incontrare le antipatie dei partiti di ogni…

Domani 31 gennaio alle ore 15 il coordinamento comunale di Forza Italia Massa e l'associazione Massa Futura, insieme al consigliere…

Spazio disponibilie

Domani al circolo arci "Spazio Alber1ca, in piazza Alberica 1 a Carrara, si terrà il secondo incontro, dei tre…

Confartigianato Imprese Massa Carrara Lunigiana comunica che sono aperte le iscrizioni (𝗶𝗻𝗶𝘇𝗶𝗼 𝗰𝗼𝗿𝘀𝗼 𝗺𝗮𝗿𝘁𝗲𝗱𝗶̀ 𝟳 𝗳𝗲𝗯𝗯𝗿𝗮𝗶𝗼) a due nuovi corsi integrali e di…

"Nella riunione dell’11 gennaio convocata dall’assessore Paolo Balloni con delega all’ambiente, al fine di discutere ed approfondire il tema della…

Dal 2 al 5 febbraio alla Villa Cuturi, l’associazione musicale Diapason APS con il patrocinio del Comune di Massa organizza…

Spazio disponibilie

La sezione AISM di Massa Carrara ha a disposizione 3 posti per giovani dai 18 ai 28 anni per svolgere il servizio…

Orgoglio e soddisfazione per l’assessore del comune di Massa Elena Mosti, invitata a partecipare e intervenire al forum nazionale degli…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie