lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

mercoledì, 19 dicembre 2018 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Sport

Carrarese, solo e semplicemente grazie per quello che hai regalato alla città

giovedì, 17 maggio 2018, 16:16

di marco materassi

Martedì sera quando l'incerto signor Sozza fischia la fine della partita per la Carrarese, finisce il sogno di arrivare alla fase dei play-off nazionali e di continuare  a sognare quella promozione che la società non ha mai raggiunto.

Eppure, nonostante il finale non sia quello atteso, come da noi scritto in un precedente articolo, "le storie importanti non dipendono dal finale, ma dalle emozioni che hanno regalato", e questa squadra emozioni ne ha regalate in quantità industriale e di conseguenza ha scritto uno storia importante, una storia che rimarrà per sempre nella mente e nei cuori di tutta una città.

Riavvolgiamo il nastro e andiamo ad un caldo pomeriggio di luglio dello scorso anno, quando in una sala comunale affollata ed entusiasta furono presentati il presidente, il direttore generale e l'allenatore. Tutti nuovi, ma non sconosciuti, anzi erano tre persone di famiglia. Fu in quella occasione che Silvio Baldini, pronunciò una parola, la seconda consonante del vocabolario, e promise di cercare di fare tutto il possibile e l'impossibile per regalare un sogno alla città.

Come sia andata lo sappiamo, il sogno non è stato raggiunto, ma qualcosa di più importante è stato fatto. Abbiamo ritrovato una dignità, abbiamo ritrovato una squadra capace di entusiasmare in ogni stadio dove abbia giocato, abbiamo fatto "rinnamorare" una tifoseria, che aspettava solo un pretesto per tornare a seguire in massa la "sua " squadra, siamo tornati a riparlare di calcio nei bar e nei circoli, e non si parlava degli squadroni, quelli di serie A, ma si parlava di Lei, della Carrarese.

Ecco questo risultato vale più di ogni altra cosa, più di una vittoria, più di una promozione, perché ha detto "quest'anno sesti", ma il prossimo anno "ci riproveremo". Il merito è di tanti, di una società che non ha fatto mai mancare la sua presenza, una dirigenza seria, precisa, puntuale, sotto le Apuane " il ritardo" è quello che ti fa battere il cuore quando te l'annuncia la moglie o la compagna.

Di uno staff, che ha lavorato giorno dopo giorno perché i giocatori fossero sempre e comunque nelle condizioni di esprimersi al meglio. Di un gruppo di ragazzi, giovani e meno giovani, che giorno dopo giorno è diventato una "squadra", dove l'io è diventato noi, dove si lotta e si combatte per un centimetro, come dice in un famoso film Al Pacino, dove si dice al compagno stanco o in difficoltà, "tranquillo ci sono io a darti una mano".

Una squadra che si è divertita e ha divertito, una squadra che ha diviso più giorni con i propri compagni che con le famiglie, una squadra insomma solo da amare. Di un allenatore unico, perché prima di essere un tecnico preparato, è un uomo che sa come parlare e gestire un gruppo. Una persona che se conosci poi non la dimentichi più, una persona che in sala stampa, magari tra i sorrisi di chi non capiva, ti abbraccia, o che ti risponde ad un messaggio alle due di notte.

Un allenatore senza ingaggio, perché così non si può esonerare, un allenatore che ascolta le sconfitte, perché da esse si può imparare, perché solo chi cade si può rialzare. Tra qualche giorno si faranno i bilanci, si deciderà come e con chi andare avanti, sempre con quel sogno da raggiungere e regalare ad una città che anche quest'anno ferita dalla morte di tanti suoi figli, in quelle cave così belle e così maledette. Una però è una certezza di chi sarà il condottiero, il nocchiero, questa persona ha un nome e un cognome: si chiama Silvio Baldini.


Questo articolo è stato letto volte.


esedra-liceo-internazionale


prenota


prenota


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Sport


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 18 dicembre 2018, 09:35

Tre vittorie nei campionati regionali per l'Apuania tennistavolo

Percorso netto per le tre squadre regionali dell'Apuania Carrara Tennistavolo: in Serie C2 sconfitto il Pisa, la vittoria permette così di stare più tranquilli in vista salvezza; in serie D1 invece inaspettatamente più sofferta la vittoria contro la Sestese, la vittoria comunque permette alla squadra apuana di restare in seconda...


lunedì, 17 dicembre 2018, 16:04

Nuovo acquisto nel Città Di Massa Calcio a 5: arriva lo spagnolo Ivan Quintin Mayoral

Nuovo acquisto nel Città di Massa: arriva lo spagnolo Ivan Quintin Mayoral. Il giocatore, classe '92, ricopre i ruoli centrale e laterale e viene da due promozioni in prima divisione spagnola con Futsal Segovia e Futsal Valdepanas lo scorso anno. Un giocatore giovane ma esperto che ha fatto più volte...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 17 dicembre 2018, 09:09

Un arbitro di serie B alla sezione Aia Apuana

Una giornata intera a stretto contatto con un arbitro di serie A e B: la sezione arbitri Aia 'Giorgio Lazzarotti' di Carrara ospiterà mercoledì 19 dicembre il collega Livio Marinelli della sezione di Tivoli, fischietto in organico alla Can-B con alle spalle già esperienze sui campi della massima serie


domenica, 16 dicembre 2018, 19:32

La Massese ritrova il cuore, ma i tre punti vanno al Seravezza

Non basta il cuore Massese per saltare l'ostacolo Seravezza. la squadra di mister Bonuccelli, oggi in campo con sette fuoriquota tre dei quali oltre il 2000, scende in campo mettendoci tutto l'impegno possibile, alla fine però a vincere è l'esperienza della squadra di mister Vangioni


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


domenica, 16 dicembre 2018, 17:27

Il Città di Massa ha perso di nuovo. Sabato scorso match devastante contro il Bagnolo. Gli apuani perdono 7 a 3

“La società si aspetta adesso una reazione d'orgoglio da parte dei ragazzi - spiega il presidente Vannucci - Vogliamo rivedere il Città di Massa con la grinta che l'ha sempre contraddistinto"


domenica, 16 dicembre 2018, 17:07

La Carrarese torna al dei Marmi, ma si ferma contro la Robur Siena: 1-2

La Carrarese torna a casa. Sono stati giorni di fuoco, ma, fortunatamente, la vicenda ha trovato un meritato lieto fine e dopo mesi, gli azzurri tornano a giocare a porte aperte nello Stadio dei Marmi per la gioia della società e dei magnifici tifosi che non hanno mai fatto mancare...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara