lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

lunedì, 18 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Sport

Un bomber chiamato... Caccavallo

venerdì, 7 dicembre 2018, 09:22

di marco materassi

Tra i segreti del momento magico che sta attraversando l'attacco delle meraviglie della Carrarese c'è sicuramente Beppe Caccavallo. Arrivato in sordina, dopo alcune stagioni non certo esaltanti, l'attaccante campano sta ripagando la fiducia della società con prestazioni e gol che ripagano la fiducia che la società ha riposto nei suoi confronti. Oggi Caccavallo si gode questo splendido momento, non volendo porsi obiettivi, ma inseguendo insieme ai suoi compagno quel sogno che si chiama serie B.

Un personaggio sincero, che senza voler giustificare niente e nulla del suo passato, ci aiuta ad entrare nel suo universo e a capire il perché solo adesso stia mantenendo quanto di buono ci poteva aspettare:  

Ci vuol parlare dei suoi inizi, e della sua carriera fino ad oggi?

Ho iniziato come tutti i ragazzi che sognano di fare il calciatore tirando i primi calci nelle zone dove sono nato, poi sono arrivato a Lecce, in un settore giovanile, dove  sotto la regia di Pantaleo Corvino siamo arrivati a vincere due scudetti primavera consecutivi. Dopo le prime convocazioni in prima squadra è iniziato un lungo peregrinare, che mi ha visto girare tante squadre e tante società, dove per errori  sicuramente miei  e a volte anche di qualche procuratore non ho mai dimostrato chi veramente è Caccavallo.

Leggendo in quante squadre è stato c'è davvero da chiedersi come mai non è mai definitivamente esploso?

Come detto, senza volermi creare alibi (non è nelle corde del personaggio, ndc), sono spesso arrivato nel posto giusto al momento sbagliato. Vuoi per qualche infortunio che mi ha frenato, vuoi perché qualche allenatore, dopo magari avermi volito, non mi ha dato fiducia, ho perso diversi anni, che adesso spero di recuperare.

L'anno trascorso a Pagani con ben 15 reti sembrava quello giusto, poi invece che succede?

Succede che nei tre anni successivi ho avuto diversi contrattempi fisici, e quando stavo bene, non ero mai messo in campo, una situazione non certo bella da vivere e sopportare.

Poi all'improvviso arriva la chiamata della Carrarese, in che modo è stato contattato?

Devo tutto ad un grande amico ed ex compagno di squadra, Michele Murolo, il quale sapendo che la Carrarese stava cercando Ceccarelli, mi dice: per me te sei più forte, se vuoi ne parlo alla dirigenza. Rispondo sì, senza nessun indugio, poco dopo vengo contattato dal Direttore (Berti ndc) e in poco tempo troviamo l'accordo.

Un'occasione, un'opportunità che sembra proprio quella giusta?

Proprio così, ho trovato un ambiente, una società davvero unici, un allenatore che tutti vorrebbero avere, insomma dopo tanta sfortuna finalmente un po' di sole anche per me. Siamo un gruppo di ragazzi molto unito dove tutti remano dalla stessa parte. Chiunque quando entra dà il massimo, non ci sono musi lunghi, stiamo cercando tutti di realizzare quel sogno che tutta una città si aspetta..

Un obiettivo certo sfidante, poi magari cercare anche di realizzare ancora qualche gol, magari belli come gli ultimi due a Piacenza?

Guardi i gol sono importanti ma non tutto, certo che segnare. specie per un attaccante è fondamentale, ma a me, interessa che la squadra vinca, poi  chi segna ha poca importanza. Piuttosto spero di continuare a stare bene fisicamente come in questo momento.

Allenamenti, dieta, consigli, la mano di mister Baldini si vede?

Come detto, e non sono un ruffiano, il mister è un valore aggiunto, magari non ti fa tanti complimenti (in effetti Silvio è un po' un orso scontroso, ndr)  ma la sua stima, la sua carica, la sua voglia, la sua esperienza, sono fondamentali. Lavorare con lui e il suo staff è veramente qualcosa di speciale.

Chi è Caccavallo, nel poco libero che il mister le lascia?

Sono una persona tranquilla, che si è creata un bel giro di amicizie qui a Carrara, ed è con loro che trascorro il tempo libero, la famiglia è rimasta a Napoli, e anche se magari per mezza giornata, appena posso la raggiungo.

Un ultima curiosità: ha tanti tatuaggi, ce ne è qualcuno nuovo in arrivo?

E' vero mi piacciono. Ne ho tanti, e proprio adesso me ne sto facendo uno ( un Rocky Balboa sullo sfondo di Napoli). A testimonianza che fino a quando non suona il gong non sei mai sconfitto, e che se hai voglia ti puoi sempre rialzare.

Grazie Giuseppe Caccavallo, classe '87, da Napoli, attaccante di ruolo, bomber di professione.

 


Questo articolo è stato letto volte.


esedra-liceo-internazionale


prenota


prenota


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Sport


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 18 febbraio 2019, 09:00

Massese raggiunta per la seconda volta in quattro giorni

La Massese torna ora in campo domenica per l'ultima trasferta umbra della stagione, avversari di turno il Bastia che occupa in questo momento l'ultima posizione dei play-out, una vittoria apuana accorcerebbe notevolmente la classifica nella parte bassa


domenica, 17 febbraio 2019, 17:23

Ancora una sconfitta: a Olbia la Carrarese perde 3-1

Continua la striscia negativa della Carrarese sconfitta sul campo dell'Olbia con il punteggio di 3-1. A nulla serve il vantaggio segnato da Varone nel primo tempo


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 16 febbraio 2019, 19:26

Il Città di Massa vince di nuovo e si conferma seconda in classifica

Un grande Città di Massa quello visto oggi pomeriggio alla tensostruttura “Colline Massesi” che vince contro il Sant'Agata 8 a 3


mercoledì, 13 febbraio 2019, 22:07

Campionati regionali di Tennistavolo, Apuania in difficoltà in Serie C2, volano le squadre di Serie D

Una sconfitta e due vittorie per l'Apuania Tennistavolo nei campionati regionali, si complica la salvezza in Serie C2 ma migliorano le situazioni della Serie D. Ecco nel dettaglio tutti i risultati


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 13 febbraio 2019, 19:22

La Massese dei pareggi spreca il doppio vantaggio a Forte dei Marmi

Nel turno infrasettimanale della Serie D girone E, la Massese, reduce da due pareggi nelle ultime tre partite, fa visita al Real Forte Querceta, squadra piena di ex giocatori che hanno militato nella squadra capoluogo di provincia


mercoledì, 13 febbraio 2019, 17:42

Dopo un buon primo tempo la Carrarese crolla: al Dei Marmi vince il Piacenza 2-0

Amara e immeritata sconfitta per la Carrarese che, non sfruttando le numerose occasioni create, viene punita da un Piacenza cinico e spietato, bravo ad approfittare con Pergreffi prima e con il neo entrato Ferrari poi, delle due disattenzioni difensive della generosa squadra di Baldini


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara