lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

domenica, 17 febbraio 2019 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Sport

La Massese sfiora il colpaccio col Trestina, l'arbitro ancora una volta non aiuta i padroni di casa

domenica, 10 febbraio 2019, 09:59

0-0

Massese: Ricci, Lecchini, Della Pina, Lazzoni (63' Posenato), Mariotti, Mosti, Pedruzzi (30' Cito), Lucaccini, Brondi (90' Aldovrandi), Costantini (86' Maggiari), Imbrenda (74' Molinaro). A disposizione: Pinarelli, Imperatrice, Molinaro T., Fatta. Allenatore: Malfanti Paolo.
Sporting Club Trestina: Cucchiararo, Marconi, Maggioli (57' Martinelli), Goh, Tersini, Polidori, Marchi (46' Benedetti), Lignani (75' Gramaccia), Petricci (63' Vinagli), Khribech, Gallozzi (84' Fumanti). A disposizione: Cosimetti, Ravanelli, Staiano, Landi. Allenatore: Cerbella Enrico.

Arbitro:
Silvia Gasperotti di Rovereto, coadiuvata da Luca De Giovanni di Nove Ligure e Nicolò Fucaro di Genova.

Note: spettatori 200 circa, assenti i tifosi ospiti. Giornata nuvolosa, pioggia da metà primo tempo, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Lecchini (M), Marchi (T), Mariotti (M), Lignani (T).

Per la ventiseiesima giornata di campionato la Massese ospita un Trestina in crisi di risultato ma in buona posizione di classifica. Per Malfanti rientrano capitan Lazzoni e il giovane Mosti. In attacco, a sorpresa ma come annunciato dal mister nella conferenza stampa pre partita, dentro Imbrenda fuori Molinaro.

La partita fin dai primi minuti stenta a decollare, dopo il primo tiro di Khribech all'ottavo del primo tempo, fuori dallo specchio della porta, le due squadre si stazionano a centrocampo. Alla mezz'ora esce per infortunio Pedruzzi e al suo posto entra Cito. Trestina più propositivo ma poco da segnalare. Al 37' la prima vera azione dei padroni di casa che con Brondi in ripartenza colgono un buon taglio di Cito il cui tiro però finisce prima sul piede di un avversario e poi vede la deviazione in angolo di Cucchiararo. Prima frazione di gioco che termina così con pochi sussulti.

Secondo tempo che riprende con la sostituzione di Cerbelli il quale sostituisce l'ammonito Marchi con Benedetti. Sotto la pioggia la Massese cresce e nei primi dieci minuti del secondo tempo ha subito due buone occasioni con Brondi, la prima termina a lato, la seconda accarezza la traversa. Al 15' si rivede il Trestina in avanti, pallonetto di testa degli ospiti da due passi dalla porta e colpo di reni di Ricci che mette sopra la traversa salvando il risultato. Come nel primo tempo la partita stenta però a decollare, nella seconda parte è però la Massese a fare il gioco ed essere più propositiva. All'82' l'azione che fa arrabbiare l'intero pubblico, cross di Cito e mani in area di un difensore ospite, per la terza volta alla Massese viene negato un rigore sacrosanto, alla fine padroni di casa che si arrabbieranno per due occasione da rigore non concesse ma almeno su questa l'evidenza era netta, purtroppo sta venendo più di qualche sospetto che la squadra di casa non è mai aiutata dalla terna arbitrale che, non solo in più occasioni non ha dato quello che gli spettava ma spesso è stata anche penalizzata da alcune decisioni. Padroni di casa che comunque non demordono e continuano a pressare fino alla fine della partita quando, vicino allo scadere, con Posenato colgono l'occasione più grossa dell'intero incontro, cross di Cito (uno dei migliori in campo) e testa appunto di Posenato che colpisce bene ma sbaglia traiettoria a sei metri dalla porta, il tiro finisce di un niente a lato, è questa l'ultima occasione dell'incontro.

Pari giusto per quanto visto in campo, poche azioni da rete, un tempo per parte e Massese che avrebbe potuto meritare ai punti ma il Trestina non ruba niente e si porta a casa un punto importante per continuare a muovere la classifica.

Resta il rammarico invece tra i padroni di casa per l'ennesimo e netto rigore non concesso, come spesso accade a Massa, con la Massese ultima in classifica, arrivano terne, probabilmente, che rispecchiano l'andamento della squadra di casa, questo lascia l'amaro in bocca ai tifosi che non chiedono favori ma quanto meno il minimo dovuto, con almeno due dei tre rigori netti non concessi nelle ultime partite, la Massese potrebbe avere almeno quattro punti in più in classifica che avrebbero permesso non solo di superare il Sangimignano ma anche di restare appesa ad un sogno salvezza che invece ora resta sempre più difficile anche se, continuano a ribadire, non impossibile per quanto visto in campo.

La Massese scenderà ora di nuovo sul terreno di gioco mercoledì contro il Real Forte Querceta a Forte dei Marmi, un derby difficile da giocare ma che potrebbe regalare alla Massese una delle poche e vere soddisfazioni di questo campionato.

 

Foto Luigi Tonarelli


Questo articolo è stato letto volte.


esedra-liceo-internazionale


prenota


prenota


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Sport


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 16 febbraio 2019, 19:26

Il Città di Massa vince di nuovo e si conferma seconda in classifica

Un grande Città di Massa quello visto oggi pomeriggio alla tensostruttura “Colline Massesi” che vince contro il Sant'Agata 8 a 3


mercoledì, 13 febbraio 2019, 22:07

Campionati regionali di Tennistavolo, Apuania in difficoltà in Serie C2, volano le squadre di Serie D

Una sconfitta e due vittorie per l'Apuania Tennistavolo nei campionati regionali, si complica la salvezza in Serie C2 ma migliorano le situazioni della Serie D. Ecco nel dettaglio tutti i risultati


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 13 febbraio 2019, 19:22

La Massese dei pareggi spreca il doppio vantaggio a Forte dei Marmi

Nel turno infrasettimanale della Serie D girone E, la Massese, reduce da due pareggi nelle ultime tre partite, fa visita al Real Forte Querceta, squadra piena di ex giocatori che hanno militato nella squadra capoluogo di provincia


mercoledì, 13 febbraio 2019, 17:42

Dopo un buon primo tempo la Carrarese crolla: al Dei Marmi vince il Piacenza 2-0

Amara e immeritata sconfitta per la Carrarese che, non sfruttando le numerose occasioni create, viene punita da un Piacenza cinico e spietato, bravo ad approfittare con Pergreffi prima e con il neo entrato Ferrari poi, delle due disattenzioni difensive della generosa squadra di Baldini


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


mercoledì, 13 febbraio 2019, 14:26

Facile vittoria in Serie C per la Fonteviva Massa, volano a livello nazionale i ragazzi dell'under 14

L'Acqua Fonteviva consolida la sua seconda piazza sfruttando al meglio il turno, contro il Fanball i ragazzi di Toracca hanno potuto giocare senza pressioni e portare a casa tre punti utili per la classifica. Quasi inutile la cronaca dettagliata di una gara che non è mai realmente iniziata tanta era...


mercoledì, 13 febbraio 2019, 14:25

Nella prima di ritorno l'Apuania continua il momento negativo in Serie A2, bene le altre nazionali

Due sconfitte in Serie A2 e Serie B1 per l'Apuania Tennistavolo, a rendere però positivo il bilancio settimanale sono le squadre minori dei campionati nazionali che ottengono, al contrario, due importanti vittorie che le tengono in alta classifica, i dirigenti dell'Apuania devono però lavoro a fondo per invertire la rotta...


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara