lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

martedì, 26 maggio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Sport

Massese, Gassani racconta la sua preparazione alla partita

sabato, 7 settembre 2019, 19:26

di mario ceccarelli

Nella consueta conferenza stampa che anticipa le partite della Massese, l'allenatore della Massese, Matteo Gassani, non si tira indietro alle domande dei giornalisti, sicuro di sé e cosciente del lavoro svolto e delle insidie che la partita potrebbe nascondere.

"Le insidie di questa gara sono quelle di tutte le partite di eccellenza, tutte si giocano sul filo dell'equilibrio, su dettagli e sul tatticismo. Come ho detto ai ragazzi stamani, facendo un paragone col ciclismo, domani inizia la prima di 30 tappe difficili e dolomitiche, con tratti duri e di salita, dove serviranno cuore e fatica. Il Cenaia sotto la nuova gestione di Ciricosta ha perso solo due partite su 22, un campo difficile quindi, però fatta questa introduzione noi siamo la Massese, i ragazzi sanno cosa rappresentano, tanti nel battere la Massese troveranno motivo di orgoglio per la stagione, ripeto saranno 30 tappe dolomitiche molto molto difficili".

Si parla poi degli infortunati e dei disponibili: "Manca Posenato per i motivi che tutti conosciamo, poi sono tutti a disposizione, solo da valutare De Pasquale che appena arrivato deve trovare ancora le condizioni ottimali. Però per chiarezza non giocherà la stessa formazione della Coppa Italia perché questa è un'altra partita e un altro contesto".

Due parole vanno anche all'allenatore avversario, Ciricosta, che ha espresso belle parole per il mister Massese: "Lo ringrazio pubblicamente, è più facile stare zitti che parlare, invece lui ha parlato e lo ringrazio, posso solo che esprimere stima per il lavoro che sta facendo, ha ottenuto una salvezza straordinaria l'anno scorso e contraccambio la stima. Si è grandi allenatori anche quando si è grandi uomini, gli auguro sia dal punto di vista personale che della stagione grandi soddisfazioni".

Tre partite in otto giorno per la Massese: "Per me non esiste il turn over, chi sta meglio nonostante le tre partite in otto giorni gioca, è rispetto per chi si allenato meglio".

"A Cenaia non basterà giocare al 120 per cento, domani dobbiamo dare il 200 per cento – prosegue Gassani -. Domenica abbiamo dato il 120 per cento ma per me è poco per domani".

Si parla poi di alcuni singoli: "Posenato è un grande giocatore che può fare tanti ruoli, ha un profilo umano e tecnico che merita attenzione, ha grande senso di appartenenza, gli sono vicino per l'infortunio e lo aspetteremo. De Pasquale invece è una mezzala sinistra o un centrale a centrocampo a due, l'abbiamo preso non per sostituire Dell'Amico ma per necessità".

Infine si fa un punto generale del campionato: "Sarà difficile fino alla fine, si giocherà partita su partita, troppo difficile ora dire come si dividerà la classifica, partite semplici non ci saranno, i conti si faranno il 30 marzo, la Massese deve comunque ambire in ogni contesto al massimo ma questo non lo dico io, lo dice la città, i tifosi e i cento anni della sua storia. Per vincere poi abbiamo bisogno di tante componenti, però difenderemo il nome della U.S. Massese 1919 con orgoglio, dignità e carattere, questo è quello che noi dobbiamo mettere in campo".

 

I convocati per domani sono: Fiaschi, Giacobbe, Ferri, Bonni, Cela, La Rosa, Mussi, Barbero, Biserni, Galloni, Nardini, Marcon, Piscopo, Dosso, Conedera, Prokaj, De Pasquale, Khetella, Folegnani, Fusco, Forcella.


Questo articolo è stato letto volte.


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota

prenota

prenota

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara

prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Sport


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


martedì, 26 maggio 2020, 09:35

Gabriele Piciulin lascia l'Apuania

La società Apuania Carrara Tennistavolo è in notevole fermento in questo momento, cercando di poter allestire una squadra accettabile per la prossima stagione agonistica, arriva così anche il comunicato che il giovane talentuoso italiano Gabriele Piciulin (nato nel 2000), il prossimo anno non farà più parte della squadra di serie...


venerdì, 22 maggio 2020, 11:27

AIA Carrara, nuovi arbitri e attività tecnica

Anche in tempi di emergenza sanitaria non si ferma l'attività della sezione arbitri Aia di Carrara 'Giorgio Lazzarotti' che ha allargato le sue fila con 4 nuovi 'fischietti' (fra cui una ragazza) freschi di promozione all'ultimo corso e l'ingresso di un altro neo-arbitro promosso al corso precedente


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


venerdì, 22 maggio 2020, 09:27

Aleksander Khanin lascia dopo due anni l'Apuania Tennistavolo

L'Apuania Carrara Tennistavolo comunica che il giovane bielorusso Aleksander Khanin (1998), dopo due anni di permanenza col team apuano, lascerà con ampio accordo fra le parti l'Italia per misurarsi con nuove esperienze nel prestigioso campionato di superlega della Polonia


mercoledì, 20 maggio 2020, 10:46

Il punto della situazione dell'Apuania Tennistavolo, Tokic prima conferma

Guardando alla prossima stagione agonistica l'Apuania Carrara Tennistavolo, dopo un periodo di necessaria cautela legato al particolare ed unico momento, sta gradatamente componendo gli organici e la prima notizia ufficiale riguarda la squadra di Serie A1 con la conferma per il prossimo anno dello sloveno Bojan Tokic 


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 16 maggio 2020, 10:29

Calcio e Covid-19, Enrico Castellacci: “Tutta la responsabilità non può ricadere sui medici sportivi”

Castellacci ha spiegato tutte quelle incongruenze presenti nell’attuale protocollo. La decisione definitiva su quali linee guida sortirà i suoi effetti anche sulle altre componenti del pianeta calcio, ossia Serie B, C, mondo dilettantistico e settore giovanile


mercoledì, 13 maggio 2020, 14:07

"Stop assoluto del calcio europeo": sottoscrive la Curva Alessandro Balloni di Massa

Tra le oltre 180 tifoserie italiane, assieme a 90 estere tra cui Spagna, Francia, Germania, Portogallo, Austria, Belgio, Romania, Bulgaria e Bosnia Erzegovina, anche la Curva Alessandro Balloni di Massa ha firmato il testo che riportiamo qua sotto e ne condivide il messaggio


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara