lagazzetta spazio pubblicità

Anno 1°

martedì, 25 febbraio 2020 - Recte agere nihil timere

Facebook Twitter YouTube

prenota

Sport

Pareggio nel big match tra Apuania e Messina, non cambia nulla in vetta

mercoledì, 12 febbraio 2020, 09:00

di mario ceccarelli

L'Apuania Carrara sfiora la vittoria coi campioni in carica del Messina e deve accontentarsi del pareggio per 3-3 al Palasport di Avenza Carrara, i punti per i carraresi sono stati riportati due da Aleksander Khanin e uno da Bojan Tokic in giornata non positiva, a secco Gabriele Piciulin. Non cambia nulla quindi in vetta ma l'Apuania si aggiudica, nel contempo, matematicamente l'accesso ai play-off scudetto per l'ottavo anno consecutivo.

La sfida si è aperta col match fra Tokic e il terribile ex Ismailov, con lo sloveno in vantaggio (5-3) e il russo a operare il sorpasso (6-5). Si è andati avanti fino al 9-9 e con il doppio turno di servizio l'atleta locale ha conquistato il primo set. Nel secondo Ismailov ha preso la testa (3-1) e Tokic è risalito con quattro punti di fila (5-3) e ha allungato (7-4), procurandosi quattro palle set (10-6). Ha mancato le prime tre e si è chiamato timeout. Alla ripresa il russo ha pareggiato e si è poi guadagnato una chance (11-10), sfruttandola. Terza frazione sul filo dell'equilibrio (9-9) e l'alfiere messinese si è preso un set-point (10-9), che l'avversario gli ha annullato al termine di uno scambio strepitoso, per poi procurarsi un'opportunità (11-10), anch'essa annullata. La seconda di Ismailov (12-11) è stata quella decisiva. Nel quarto parziale Tokic è scattato (3-1) ed è stato raggiunto (3-3) e sopravanzato da Ismailov (9-3). Sei i match-point (10-4) e il primo è bastato. Uno a zero per Messina.

Nella seconda sfida il primo scatto è stato di Khanin da 3-3 a 10-3 e Antonino Amato ha salvato solo il primo set-point. Il bielorusso ha continuato a macinare gioco (4-1) e, sul rientro del rivale (4-3), ha allungato (8-3). Il palermitano ha ridotto le distanze (9-7), prima della chiusura del bielorusso. Khanin ha proseguito la sua corsa (4-0 e poi 8-1) e il terzo parziale è andato in archivio rapidamente. Uno pari.

Gabriele Piciulin e Jordy Piccolin si sono affrontati nella rivincita del singolare che ha assegnato la recente Coppa Italia e nel primo set il torinese del Carrara è salito da 6-6 a 8-6. Il bolzanino della Top Spin con un break di 5-0 ha messo in carniere l'1-0. Nel secondo parziale Piccolin si è confermato battistrada (5-2), dal 7-3 è stato parzialmente recuperato (7-5) ed è poi volato a cinque set-point (10-5), concretizzando il terzo. Il suo avvio di terza frazione è stato in discesa (5-0) e il prosieguo anche (9-2), per una conclusione senza patemi. Due a uno per Messina.

Marco Rech Daldosso ha sostituito Amato e nel primo set ha arginato Tokic solo fino al 3-2, per poi cedere nettamente. Lo sloveno è scappato anche nel secondo parziale (6-3) e ha accelerato (9-4), mettendo in fila cinque chance di chiusura (10-5) e tagliando il traguardo alla terza. Sullo 0-2 nella terza frazione Wang Hong Liang ha chiesto l'interruzione. Tokic lì per lì non ha avuto incertezze (4-1), poi Rech Daldosso è risalito (5-5). Sul 6-6 il pongista dell'Apuania ha riassunto il comando (8-6), issandosi a tre match-point (10-7). Ha fallito i primi due ed è ricorso al minuto d'interruzione. Al rientro è sfumato anche il terzo e allora è stato il bresciano a crearsi una speranza (11-10) e a concretizzarla. Rech Daldosso ha preso coraggio e al ritorno al tavolo ha calato il poker (4-0) che lo sloveno ha ripagato con la stessa moneta (4-4). Sul 5-5 si è avviato senza problemi verso il successo. Due pari.

Ismailov non ha avuto difficoltà nel primo set che lo opponeva a Piciulin. Nel secondo l'azzurro è partito meglio (2-2) ma l'esito è stato identico. Diverso lo sviluppo della terza frazione, con il subalpino al comando (4-2). Sul 7-5 il russo ha reagito (7-7) e sull'8-8 ha piazzato le ultime zampate vincenti. Tre a due per Messina.

Messina al comando, dunque, per 3-2 e l'ultimo singolare ha opposto Khanin a Piccolin. Il bielorusso ha avuto un avvio deciso (4-1) e l'altoatesino si è rifatto sotto (8-7). Due punti a segno hanno fruttato all'atleta di casa tre set-point e al terzo la retina ha strizzato l'occhiolino a Khanin. Secondo set in bilico (6-6) e sul 9-9 il beniamino locale ha raccolto gli ultimi due punti. Piccolin nel terzo parziale ha esordito in modo incoraggiante (5-2) ma è stato ripreso (5-5) e si è rifugiato nel timeout. Il 6-6 è stato per Khanin il trampolino di lancio (9-6). Sul 9-8 gli ultimi due guizzi hanno firmato l'epilogo. Tre pari finale.

Rammaricato il presidente Guglielmo Bellotti: "L'incontro ha avuto per noi una tendenza negativa con la sconfitta di Bojan Tokic in giornata non positiva nella prima partita, poi abbiamo giocato alla pari, siamo convinti che il tre pari ci sta stretto, finora abbiamo perso una sola partita, va bene così anche perché disputeremo sicuramente i play-off scudetto per l'ottavo anno consecutivo e mi auguro che sempre più l'amministrazione e gli operatori economici ci siano vicini".

Abbiamo infine avvicinato il protagonista apuano dell'incontro Aleksander Khanin: "Sono contento dei miei due punti e di come ho giocato, potevamo vincere l'incontro.

Dettaglio delle partite:

Bojan Tokic - Sadi Ismailov 1-3 (11-9, 10-12, 11-13, 4-11)

Aleksandr Khanin - Antonino Amato 3-0 (11-4, 11-7, 11-5)

Gabriele Piciulin - Jordy Piccolin 0-3 (8-11, 7-11, 4-11)

Bojan Tokic - Marco Rech Daldosso 3-1 (11-3, 11-7, 10-12, 11-5)

Gabriele Piciulin - Sadi Ismailov 0-3 (4-11, 4-11, 8-11)

Aleksandr Khanin - Jordy Piccolin 3-0 (11-9, 11-9, 11-8)

Classifica dopo la quinta di ritorno: Messina 18 (una partita in meno); Apuania Carrara 18; Milano 16 (una partita in meno); Verzuolo 15; Genova 8 (due partite in meno); Roma 8 (una partita in meno); Prato 5 (una partita in meno); Vigevano 2.

In foto Alex Khanin


Questo articolo è stato letto volte.


esedra-liceo-internazionale


prenota


prenota


prenota


prenota


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


Altri articoli in Sport


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 24 febbraio 2020, 23:51

Spada: è doppio titolo regionale per il Club Scherma Apuano

Una splendida gara quella di Giacomo Contipelli e Michele Mallegni, i due schermitori apuani che questo fine settimana si sono resi protagonisti della II prova del Campionato Regionale Cadetti e Giovani di spada tenutasi al Palasport di Massa, portando a casa rispettivamente il primo e il terzo posto


lunedì, 24 febbraio 2020, 12:01

1700 atleti alla White Marble Marathon: soddisfazione per gli organizzatori

Baciata dal sole, appena offuscato dall’ombra di alcune polemiche sull’opportunità di permettere l’evento in tempi di caos da coronavirus, si è svolta ieri la quarta edizione White Marble Marathon, l’evento sportivo di richiamo internazionale organizzata da Paolo Barghini


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


lunedì, 24 febbraio 2020, 09:01

L’alpinismo lento si afferma negli istituti scolastici con la professionalità dell’atleta olimpionica Alessandra Borio

Il fattivo impegno della sportiva Alessandra Borio fa crescere la collaborazione tra gli istituti scolastici e l’associazione Mangia Trekking. Nel progetto sviluppato, lo sport dell’Alpinismo Lento si afferma sempre più come interessante programma didattico


domenica, 23 febbraio 2020, 16:34

Massese si fa recuperare e superare dal Cuoiopelli, play-out più vicini

Partita che la Cuoiopelli si aggiudica con caparbietà, dopo aver subito la rete Massese, reagisce e annienta la squadra avversaria rea di essere stata troppo indecisa indifesa. Padroni di casa che ora tornano a sperare nella salvezza mentre si complica ulteriormente la strada per la Massese


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara


sabato, 22 febbraio 2020, 19:11

Strepitoso Città di Massa, battuto Milano e si torna a sperare nei play-off

A dieci secondi dalla fine è il portiere e capitano massese Luca Dodaro a mettere la parola fine all'incontro, parata e tiro a porta vuota (portiere in movimento per gli avversari) con rete decisiva per il 4-2 finale, palasport in visibilio e festa finale per i padroni di casa


venerdì, 21 febbraio 2020, 10:30

Città di Massa pronto a sfidare a Milano

Sabato il Città di Massa se la vedrà nella settima partita di ritorno di campionato contro un coriaceo Milano C5, lanciato verso la vetta della classifica


prenota questo spazio su la gazzetta di massa e carrara