Anno XI 
Giovedì 29 Febbraio 2024
 - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da aldo grandi
Ce n'è anche per Cecco a cena
20 Gennaio 2024

Visite: 1010

Ringraziamo La Nazione, il nostro vecchio giornale al quale non diremo mai abbastanza grazie per averci insegnato il mestiere retribuendocelo anche in maniera adeguata, ma che nel 2010 abbiamo abbandonato perché eravamo stanchi di fare gli impiegati del catasto, per averci ricordato che la Cgil ha deciso, per bocca del suo segretario provinciale, di chiamare all'adunata generale qualora non venga revocata l'autorizzazione all'utilizzo della sala di Villa Cuturi a Marina di Massa dove chi scrive intervisterà, sabato 27 gennaio, il generale Roberto Vannacci in occasione della presentazione del suo libro Il mondo al contrario. Piuttosto che sparare una pseudo-notizia che sa tanto di assalto al palazzo d'Inverno di nefasta e infausta memoria, il quotidiano fiorentino divenuto, ormai e a nostro modesto avviso, una sorta di succursale della sinistra toscana, farebbe bene a pensare alle copie perdute e a quelle, che, poi, è la stessa cosa, non torneranno più. Nel 2010, quando ce ne siamo andati, avevamo previsto tutto questo ossia il crollo spaventoso dei quotidiani mainstream del Pensiero Unico Dominante e così è stato. Si tratta solo di saper aspettare e ci sarà da divertirsi. Tornando, poi, al caso Vannacci, ancora una volta vogliamo ringraziare, in primis, il coraggio dell'avvocato Carmela Federico presidente dell'associazione La Rivincita ribadendo che il solo pensare - come qualcuno ha fatto - che il nome Rivincita sia ipoteticamente legato a una sorta di revanchismo fascista, richiederebbe l'intervento di un medico. Ma di uno bravo però.

Ringraziamo anche le forze di polizia che, purtroppo, saranno costrette a trascorrere un sabato pomeriggio in stato di allerta per colpa di qualche 'fascista rosso' più fascista del fascista nero di mussoliniana memoria che vuole impedire di esprimere liberamente il pensiero. Inutile dire che le cose affermate da esponenti di sinistra per giustificare la battaglia anti-Vannacci sono tutte delle stronzate paurose. Vannacci non è fascista, non è omofobo, non è misogino, non è niente di tutto quello per cui è stato e viene accusato da un manipolo di imbecilli che, se i dementi volassero, sarebbero sempre per aria.  

Il libro di Vannacci, che abbiamo letto per ben due volte, è la fiera delle banalità ed è frutto di quel buonsenso popolare che sorride di fronte alle esasperazione di un Pensiero Unico Dominante che vuol piegare la realtà all'Ideologia e non, invece e come dovrebbe essere, il contrario.

Purtroppo la stragrande maggioranza dei politici, dei giornalisti, degli intellettuali appartiene al genere e alla specie degli invertebrati. Pochi, pochissimi hanno il coraggio di dire e, soprattutto, di difendere ciò che la maggioranza silenziosa pensa in maniera convinta. A parti invertite, la minaccia di rivolgersi alla piazza contro una libera manifestazione di pensiero, avrebbe scatenato i buffoni di corte verniciati di rosso anzi, ormai nemmeno più rosso, ma solamente... fluido pallido. Si sarebbe invocato il pericolo di un colpo di stato, si sarebbe chiesto l'intervento delle truppe del Patto di Varsavia che, ormai, non esistono, fortunatamente, più. I politicanti da strapazzo avrebbero aperto le loro bocche non solo per mangiare a quattro ganasce, ma per sproloquiare e starnazzare come oche giulive.

La manifestazione indetta dalla Cgil e da altre associazione - 'fasciste' perché illiberali - in piazza Betti a Marina di Massa non ci incute paura. Guido Pallotta, uno di cui abbiamo scritto la biografia che morì, come tanti altri volontari che credettero, sbagliando, in Mussolini e nel fascismo, in Africa Settentrionale nel dicembre 1940, nel suo decalogo scrisse che non bisogna aver paura di aver coraggio e noi, appunto, non abbiamo timore di fare ciò che in un paese democratico deve essere non solo fatto, ma garantito ossia il diritto di esprimere le proprie idee.

Protestano chiamando strumentalmente in ballo il 27 gennaio giorno della memoria quando degli ebrei gliene frega solamente da morti ossia quando se ne parla per lo sterminio nei campi di concentramento nazisti. Poi, però, se si accenna ai 1300 ebrei massacrati, stuprati e arsi vivi il 7 ottobre 2023, tutti zitti anzi, tutti dalla parte dei palestinesi che invocano e parteggiano per Hamas che è un gruppo terrorista islamico tra i più feroci. Una manifestazione come quella del 27 gennaio la sinistra e la Cgil la vadano a organizzare in un paese islamico: altro che deportazione. 

Noi, invece, intendiamo La Gazzetta di Massa Carrara così come Roberto Vannacci, abbiamo sempre manifestato solidarietà al popolo ebraico e chi scrive in particolare non ha mai avuto dubbi esattamente come Oriana Fallaci: con Israele sempre senza se e senza ma. Quindi, per questi idioti in camicia rossa, dove sta l'antisemitismo e dove sta la provocazione nel giorno della memoria? La verità è che sono loro ad avere una memoria corta e favorevole soltanto alla loro spregevole ipocrisia.

Ecco perché di fronte alle minacce di chi vorrebbe tapparci la bocca e, magari, anche spezzare la penna e non solo, rispondiamo come risponderemmo qualora fossimo ancora nella capitale dove, nelle strade degli anni Settanta e Ottanta, siamo cresciuti senza pensiero unico dominante a dirci che cosa era giusto  che cosa sbagliato: sti cazzi! 

Pin It
  • Galleria:
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Ammonta a 585 mila euro l'importo dei lavori di manutenzione straordinaria al ponte all'altezza del chilometro 0,150 lungo…

Giovedì 29 febbraio alle 16 nella palestra della ‘Buonarroti’, in via Felice Cavallotti 42, in programma un appuntamento…

Spazio disponibilie

A causa di una frana è stata chiusa al traffico la strada statale 665 Massese in corrispondenza del …

La circolazione veicolare è interrotta lungo la Strada Regionale 445 della Garfagnana, in località Codiponte, all'altezza del…

Spazio disponibilie

La circolazione veicolare è interrotta lungo la Strada Provinciale 20 in direzione Montedivalli nel comune di Podenzana…

Sabato 8 giugno dalle 14 alle 22 e domenica 9 giugno dalle 7 alle 23 in Italia si…

Giovedì 29 febbraio, alle 16, presso la sala conferenze di Palazzo Binelli verrà presentato il Rapporto Ecomafia 2023…

Il comune di Carrara informa che mercoledì 28 e giovedì 29 febbraio resta chiuso al pubblico l’Ufficio IMU…

Spazio disponibilie

La circolazione veicolare è interrotta lungo la Strada Provinciale 37 Pontremoli-Zeri-Sesta Godano, all'altezza del km 5 nel…

Accogliamo e pubblichiamo la lettera di un cittadino indignato per i fatti di Pisa del 23 febbraio:

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie