Anno XI 
Domenica 26 Maggio 2024
 - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Cultura
18 Aprile 2024

Visite: 198

Nel dibattito sul sito in cui collocare i nuovi uffici della questura di Massa Carrara interviene anche la sezione  Giuseppe Mazzini del Partito Radicale di Massa, che prende anche in esame i vari temi cruciali che riguardano l’amministrazione. “Conosciamo bene le difficoltà economiche e sociali in cui versa la città, ma siamo anche fortemente convinti che Massa possieda le forze umane e le risorse necessarie per offrire risposte positive ai suoi numerosi problemi – hanno spiegato dal Pri massese -  Risposte che, per essere efficacemente poste in essere, devono però avere obiettivi chiari e progetti organici sui quali lavorare. Per quanto riguarda il turismo occorre dare una risposta immediata e definitiva al fenomeno dell'erosione e procedere con un piano di recupero e riqualificazione del sistema degli alberghi. In merito al lavoro è necessario "chiudere" la filiera del marmo, ponendo maggiore attenzione all'ambiente e privilegiando la lavorazione e la trasformazione rispetto all'escavazione. Si deve pensare ad una Z.I.A. (Zona Industriale Apuana) che ponga come obiettivo inequivocabile la destinazione esclusiva di aree per l'industria ed artigianato ma anche ad un piano del commercio finalizzato a non aprire nuovi centri commerciali bensì a rilanciare il commercio nel centro città per rivitalizzare il suo centro storico. Per ambiente e sanità è necessaria una Casa della Salute che possa dare risposte immediate ai bisogni sanitari dei cittadini massesi, che sono costretti a rivolgersi sempre di più al sistema sanitario privato (per chi se lo può permettere) o ad attendere lunghi tempi nelle liste d'attesa pubbliche. Si deve procedere alle Bonifiche del Territorio (SIN Sito di Interesse Nazionale e SIR Sito di Interesse Regionale) ma anche ad attuare un immediato studio epidemiologico per capire le cause delle percentuali altissime di tumori rispetto ad altre aree toscane. Iniziative, quelle citate, che sappiamo essere non semplici da affrontare né – tantomeno – immediate, che hanno certamente bisogno di un percorso condiviso e di una volontà determinata. Una condivisione che dovrebbe nascere dalla visione di un progetto di sviluppo che purtroppo questa Amministrazione dimostra di non possedere. L'attuale amministrazione del comune di Massa sta intercettando molti soldi attraverso progetti inseriti nel PNRR ma, a nostro avviso, non riesce a dare soluzione né prospettive alla città proprio a causa dell'assenza di una visione strategica organica e complessiva.  Il risultato è spesso l'attuazione di interventi improvvisati, frammentari, disarticolati, privi della necessaria unitarietà e talora anche discutibili sul piano estetico, che non dirado producono spreco di ricorse e costituiscono occasioni mancate per dare risposte vere a problemi altrettanto reali.

Una dimostrazione "fresca fresca" ce la sta offrendo la vicenda che riguarda il palazzo della nuova questura. Un sindaco che nel giro di pochi giorni propone due o tre siti diversi nei quali realizzare il nuovo edificio - che era previsto prima in via B. Croce (dove ora sorge uno "splendido" condominio) e poi nel fabbricato della ex Banca d'Italia (che sta cadendo letteralmente a pezzi nella centralissima p.zza Garibaldi) - non mostra di possedere molta chiarezza di idee. Dopo mesi di promesse, il ministero "di riferimento di questa amministrazione", fa sapere di non essere più in grado di poter proseguire la trattativa con la ex Banca d'Italia perché non trova un accordo con la proprietà (ente pubblico e quindi diretta da una governance di governo di centro destra). Davanti a questa situazione, il sindaco di Massa, l'amministrazione comunale ed i parlamentari legati ai partiti della maggioranza che guida il comune di Massa non alzano un dito e si mettono ad elaborare proposte astruse come se un intervento di questo genere non avesse un significato strategico per la città. Aprono i giochi e – voilà – ecco una prima proposta al Pomerio, poi al Parco degli Ulivi. Premesso che l'ubicazione non sembra essere delle più felici, quello che non si riesce davvero a comprendere è per quali ragioni questa amministrazione voglia forzatamente occupare con nuovo cemento territori ancora liberi o, peggio, parchi pubblici.  La nostra città ha diversi edifici pubblici in disuso e abbandonati. Dunque, non comprendiamo perché non si possa partire da questi per dare risposte utili, economiche e rispettose dell'ambiente. Non basta lasciare al più completo abbandono la struttura del vecchio ospedale per andare a costruire una nuova Casa della Salute quasi sui binari della stazione ferroviaria andando ad appesantire ulteriormente il traffico di via Carducci che già oggi è collassato!  Proseguiamo così e lasceremo ai nostri giovani una città ancora più caotica e povera. Noi repubblicani invitiamo l'amministrazione a ripensare profondamente a nuove e più consapevoli scelte, che salvino e preservino innanzitutto l'ambiente".

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

A conclusione dell'anno scolastico il Museo Dioceano di Massa inaugurerà sabato 25 maggio - ore 17:30 -  la mostra Sguardi della natura. Un…

Due selezioni per stilare altrettante graduatorie. Serviranno per individuare tre cuochi/e e tre conducenti di scuolabus

Spazio disponibilie

La circolazione veicolare viene interrotta lungo la SP 58 di Ugliancaldo, all'altezza del ponte al chilometro 3,200…

Venerdì 24 maggio, il presidente di Democrazia Sovrana Popolare Francesco Toscano, presenterà alla stampa la lista per le prossime elezioni…

Spazio disponibilie

Sabato 25 maggio alle ore 10 inizierà una mattinata di giochi con Red Glove alla libreria Nova Avventura.

In occasione dei 40 anni della celebre rivista mensile Gardenia, il circolo Leonardo di Borgo del Ponte a…

È stata riaperta questa mattina, 22 maggio 2024, la Strada Provinciale 72 di Fosdinovo: la circolazione era…

Per l’ultimo incontro con il ciclo di conferenze “I Giovedì del CARMI. Incontri d’arte”, giovedì 23 maggio, è…

Spazio disponibilie

Si comunica che nella mattinata di  lunedì 20 maggio è stata indetta un’assemblea sindacale dalle ore 10.30 alle …

A partire da lunedì 20 maggio 2024 iniziano i lavori di rifacimento dell'asfalto lungo la Strada Provinciale 31 della…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie