Spazio disponibilie
   Anno XI 
Sabato 15 Giugno 2024
 - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da Redazione
Politica
25 Maggio 2024

Visite: 304

Parla di imbarazzante "immobilismo e assenza di trasparenza", il consigliere della Lista Ferri, Filippo Mirabella, riferendosi al comportamento del sindaco Serena Arrighi in relazione alle concessioni balneari. "Tre sentenze del Consiglio di Stato chiariscono, ancora una volta, che le proroghe varate dai governi Conte, Draghi e Meloni non sono valide e che i  permessi sono scaduti da fine 2023 - prosegue Mirabella - Pertanto hanno  ribadito la necessità per i comuni, di bandire immediatamente procedure di gara imparziali e trasparenti per l’assegnazione delle concessioni ormai scadute.  La stagione turistica è già iniziata e gli imprenditori locali sono sempre più preoccupati per il loro futuro, ma anche i cittadini che vorrebbero essere informati su chi troveranno a gestire ombrelloni e sdraio,  ma  Arrighi e la sua  maggioranza, nonostante i 30 mila euro spesi per il consulente giuridico Carlo Lenzetti, sono inerti da mesi e non  sembrano  avere idee in  merito .   Dopo le ultime  sentenze  del Consiglio di Stato appare, invece, sempre più urgente che il sindaco Arrighi faccia sapere quali iniziative intenda assumere nell’immediato o se  l’intenzione dell’amministrazione è  quella di  aspettare l’emanazione della  legge dello stato. Ricordiamo che Il massimo organo di giustizia amministrativa ha affermato che è da respingere qualsiasi estensione delle concessioni oltre il 31 dicembre 2023, se non è finalizzata alle evidenze pubbliche, puntando il dito contro le amministrazioni comunali che si sono avvalse della proroga tecnica di un anno, concessa dalla legge 118/2022 del governo Draghi, senza avere ancora avviato le gare.   Chiedo: c è una delibera di giunta sulle concessioni balneari?  Sono state già avviate le procedure di gara? In ogni caso, sarebbe  già tardi in quanto i tempi necessari  per   le procedure selettive di evidenza pubblica,  richiedono un intervallo di alcuni mesi fra la scrittura dei bandi,  il periodo per la pubblicazione, l’esame della commissione valutatrice ed eventuali ricorsi.  Infatti    sul demanio marittimo sono molto frequenti  i ricorsi, peraltro alla Arrighi è  già stato notificato il ricorso al Presidente della Repubblica da parte  di una delle tre associazioni di Marina,   la  Rete Costa Apuana-Marina di Carrara  di Claudio Santi.   Quindi il rischio per dirigenti ed amministratori,  di incorrere in responsabilità civili e penali,  rischiando  di rispondere personalmente  dell’applicazione di leggi in contrasto col diritto europeo, è  alto. La domanda a questo punto  è:  l’amministrazione ha  valutato   le problematiche di carattere urbanistico ed edilizio, mappando i singoli casi ed individuando le questioni più complesse  oltre in riferimento ai  bagni , anche alle  concessioni di ristoranti, bar, cantieri navali, chioschi e  magazzini?     In  questi giorni sempre più comuni limitrofi stanno avviando infatti  i bandi e  appare sempre più urgente che anche l’amministrazione Arrighi  prenda una decisione.  La voce dei balneari e delle associazioni di categoria è  univoca  e chiede l’individuazione dei  criteri per consentire ai tanti operatori onesti di vedere riconosciuti l’avviamento della propria attività e gli investimenti fatti nella stessa. Inoltre auspicano  che venga   impedito che  arrivino sul mercato soggetti finanziari che possano partecipare alle gare,  forti della propria  potenza economica, al fine anche di evitare   gli allarmi che le forze dell’ordine lanciano da tempo,  circa l’interesse della criminalità verso le concessioni  balneari. Ultima richiesta, visto che l’articolo 49 del Codice della Navigazione non prevede indennizzi per i concessionari da parte dello Stato,  sarebbe quella di   imporre a carico dell’eventuale subentrante nella concessione,  il ristoro a favore dell’imprenditore uscente, che vedrebbe in questo modo valorizzati gli investimenti effettuati negli anni.   Vi sono altre importanti considerazioni  emerse nelle ultime ore sulla questione:   il  Consiglio di Stato tiene a precisare che non risulta essere decisiva la scarsità delle spiagge, in quanto anche ove si ritenesse che la risorsa non sia scarsa, le procedure selettive sarebbero comunque imposte dall'art. 49 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea. In conclusione chiedo  quali iniziative urgenti il sindaco Arrighi e la sua maggioranza  intendano promuovere per adottare immediatamente i necessari atti che consentano  di procedere all'emanazione dei bandi di assegnazione delle concessioni demaniali marittime, sulla base di criteri di ragionevolezza e trasparenza,   che tengano conto in particolare della storicità delle attività in essere, dei livelli occupazionali assicurati, degli impegni ambientali assunti, riconoscendo altresì un equo ed adeguato indennizzo per gli investimenti realizzati dai concessionari uscenti.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Proclamato da una sigla sindacale autonoma uno sciopero nazionale del personale mobile delle Società Trenitalia e…

In merito alla situazione del vecchio ospedale di Massa e a un suo possibile alternativo utilizzo, l’Azienda USL…

Spazio disponibilie

Sarà vietato l’accesso a Guadine dalle 8,30 alle 17,30 per tutti i sabati e le domeniche a partire…

Venerdì 14 giugno dalle ore 17 alle ore 19 si terrà, presso la pasticceria e pizzeria Arte Dolce…

Spazio disponibilie

Emessa allerta codice Giallo per rischio Temporali Forti dalle ore 7 alle ore 13 di…

In merito all’intervento di Fratelli d'Italia su due presunti casi di utenti “parcheggiati presso Regina Elena di…

Sabato 8 giugno dalle 15.00 alle 23.00 e domenica 9 giugno dalle 7.00 alle 23.00  si svolgeranno le…

Un trasporto eccezionale interessa in questi giorni la Sp 48 del Mare (Viale Zaccagna) a Marina di…

Spazio disponibilie

In vista delle elezioni europee dell’8/9 Giugno, i Repubblicani massesi esortano tutti cittadini ad andare a votare.   È…

Ultimi giorni e ultimi appuntamenti di campagna elettorale per le Elezioni Europee che si svolgeranno sabato e domenica…

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie