Anno XI 
Giovedì 29 Febbraio 2024
 - GIORNALE NON VACCINATO
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

Scritto da serena arrighi
Politica
10 Febbraio 2024

Visite: 311

In questa giornata di ricordo e riflessione voglio cominciare il mio intervento citando colui che ha promulgato la legge in virtù della quale ogni 10 febbraio da 20 anni a questa parte ci fermiamo a conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. 

Il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi proprio in occasione di una delle prime celebrazioni del giorno del Ricordo sottolineava come "L'Italia non può e non vuole dimenticare: non perché ci anima il risentimento, ma perché vogliamo che le tragedie del passato non si ripetano in futuro. La memoria ci aiuta a guardare al passato con interezza di sentimenti, a riconoscerci nella nostra identità, a radicarci nei suoi valori fondanti per costruire un futuro nuovo e migliore".

Guardare al passato vuole dire dunque ricordare e riflettere sugli orrori della seconda guerra mondiale e su tragedie come quelle che hanno colpito le popolazioni del confine orientale, ma significa anche non scordarsi mai di quello che è venuto dopo e di cui anche il nostro territorio è stato protagonista. Negli anni difficili in cui il paese intero cercava con fatica di risollevarsi dopo la fine della guerra abbiamo assistito a grandi slanci di solidarietà e di accoglienza e anche questi gesti non devono mai essere scordati. Come ogni anno prima di questa celebrazione solenne sono stata a deporre una corona di fiori all'ex campo profughi di Marina di Carrara. Tra quelle mura nell'immediato dopo guerra passarono 1.200 famiglie di profughi in arrivo dall'Istria, dalla Dalmazia o da Fiume. Tutti loro, a Carrara come in tanti altri luoghi di tutta Italia, trovarono un luogo dal quale ripartire, un luogo dove mettersi alle spalle le paure e le incertezze di quegli anni orribili, un luogo dove poterono riscoprire il vero significato di parole come fratellanza, accoglienza e accettazione. 

Ascoltare le storie di uomini, donne e bambini costretti improvvisamente a lasciarsi alle spalle tutto e intraprendere un viaggio fatto solo di incognite e paure credo che sia molto di più che un doveroso gesto di rispetto verso chi ha tanto sofferto, ma ritengo sia anche un importante esercizio per riflettere su quello che sta accadendo oggi nel mondo. Queste storie che oggi ci possono sembrare distanti, ricordi in bianco e nero di un lontano passato, sono le stesse che, cambiando latitudini o i volti delle vittime, si continuano a ripetere quotidianamente in troppe parti del mondo e alle quali dobbiamo, oggi come ieri, rispondere ribadendo con forza quei valori che sono alla base dell'Italia e dell'Europa che abbiamo costruito in tutti questi anni, valori come quello del rispetto per l'altro, della fede nella ragione e nel diritto, della solidarietà e dell'umanità.

Pin It
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie

ULTIME NOTIZIE BREVI

Spazio disponibilie

Ammonta a 585 mila euro l'importo dei lavori di manutenzione straordinaria al ponte all'altezza del chilometro 0,150 lungo…

Giovedì 29 febbraio alle 16 nella palestra della ‘Buonarroti’, in via Felice Cavallotti 42, in programma un appuntamento…

Spazio disponibilie

A causa di una frana è stata chiusa al traffico la strada statale 665 Massese in corrispondenza del …

La circolazione veicolare è interrotta lungo la Strada Regionale 445 della Garfagnana, in località Codiponte, all'altezza del…

Spazio disponibilie

La circolazione veicolare è interrotta lungo la Strada Provinciale 20 in direzione Montedivalli nel comune di Podenzana…

Sabato 8 giugno dalle 14 alle 22 e domenica 9 giugno dalle 7 alle 23 in Italia si…

Giovedì 29 febbraio, alle 16, presso la sala conferenze di Palazzo Binelli verrà presentato il Rapporto Ecomafia 2023…

Il comune di Carrara informa che mercoledì 28 e giovedì 29 febbraio resta chiuso al pubblico l’Ufficio IMU…

Spazio disponibilie

La circolazione veicolare è interrotta lungo la Strada Provinciale 37 Pontremoli-Zeri-Sesta Godano, all'altezza del km 5 nel…

Accogliamo e pubblichiamo la lettera di un cittadino indignato per i fatti di Pisa del 23 febbraio:

Spazio disponibilie

RICERCA NEL SITO

Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie
Spazio disponibilie